Prova su strada dei nuovi pneumatici MICHELIN Road 6/Road 6 GT

Storicamente presente con prodotti di riferimento nella categoria Sport Touring, Michelin è lieta di annunciare il lancio della gamma di pneumatici MICHELIN Road 6, progettata per offrire ai possessori di moto naked, maxi enduro stradali, sport touring e moto GT, prestazioni ottimali in termini di aderenza sul bagnato, durata chilometrica, comfort e maneggevolezza.

Accanto alla gamma di pneumatici standard MICHELIN Road 6, che ora incorpora le dimensioni per le maxi enduro stradali, c’è anche il pneumatico MICHELIN Road 6 GT progettato per le moto da gran turismo.

Utilizzando tecnologie sviluppate dagli ingegneri dei centri di Ricerca e Sviluppo Michelin, il nuovo pneumatico MICHELIN Road 6 consente un miglioramento del 15% nell’aderenza sul bagnato* e un aumento del 10% della durata dei pneumatici** rispetto al suo predecessore, il pneumatico MICHELIN Road 5.

Questi miglioramenti nelle prestazioni sono stati resi possibili da un nuovo design del battistrada, dai progressi nelle materie prime e da un’architettura ottimizzata degli pneumatici.

Design del battistrada:

  • Un rapporto pieni vuoti ottimizzato, pari al 14% (il rapporto tra scanalature e gomma), che consente alti livelli di aderenza in condizioni di bagnato e asciutto. Questo rapporto non varia in curva in maniera da mantenere un feedback costante.
  • Tecnologia MICHELIN Water EverGrip – una tecnologia brevettata delle lamelle, sviluppata da Michelin per dare alti livelli di aderenza sul bagnato e fiducia del pilota in queste condizioni. Il design di queste lamelle si modifica, aprendosi, con l’avanzare dell’usura del pneumatico.
  • Nuove scanalature e nuove inclinazioni delle lamelle, con estremità allungate per tagliare il film d’acqua e aderire al manto stradale.

Materiali:

  • Una mescola con silice al 100% abbinata alla tecnologia MICHELIN Silica permette un’aderenza eccellente con basse temperature e su strade umide e bagnate, senza alcun compromesso sulla durata degli pneumatici.
  • MICHELIN 2CT+ (2 Compound Technology) anteriore e posteriore significa che le diverse parti del battistrada sono ottimizzate per caratteristiche prestazionali differenti. Lo strato inferiore con la mescola più dura della gomma del battistrada mantiene la rigidità durante le fasi di curva, mentre lo strato superiore più morbido a contatto con la strada conferisce un’ottima aderenza e un elevato chilometraggio in condizioni di asciutto e bagnato.

Architettura:

  • MICHELIN Radial X Evo technology – le tele di sommità a 90 gradi

permettono di avere un’ampia impronta al suolo conferendo elevati livelli di aderenza, sia in rettilineo sia in curva. I fianchi della nuova generazione di pneumatici Radial X Evo hanno un design studiato per conferire una flessibilità ed un comfort ottimale, assorbendo le deformazioni della strada, e rimanendo stabile alle alte velocità, rendendolo adatto anche alle moto con potenze elevate. L’effetto complessivo di questa tecnologia è che la maneggevolezza e la reattività del pneumatico sono ottimizzate per offrire piacere di guida e divertimento senza compromessi sulla sicurezza.

  • MICHELIN Aramid Shield technology – si traduce in una carcassa del pneumatico ad alta densità, più rigida, che contribuisce ad un livello di maneggevolezza e ad un feedback eccellenti. La tela in aramide resiste alle forze centrifughe dovute alla velocità, fornendo un’eccellente stabilità, il tutto con un peso ridotto.

Anche l’aspetto conta:

Tenendo presente l’orgoglio che la maggior parte dei motociclisti nutre guardando la propria moto, una novità, per la gamma di pneumatici MICHELIN Road è l’adozione della MICHELIN Premium Touch Design nella progettazione dei fianchi dei pneumatici MICHELIN Road 6. Questa tecnologia, crea un contrasto, grazie all’assorbimento della luce tramite una micro-geometria sui fianchi del pneumatico che conferisce un aspetto elegante ed attraente al pneumatico che ben si abbina al look della moto.

Commercializzato dal 1° gennaio 2022, la nuova gamma di pneumatici MICHELIN Road 6 comprende sei misure anteriori e otto posteriori, a cui si affianca la gamma di pneumatici MICHELIN Road 6 GT disponibile in una misura anteriore e tre posteriori. Questa gamma può equipaggiare un’ampia varietà di moto, dalle piccole naked come la KTM 390, o le moto sportive passando anche alle maxi enduro stradali, arrivando alle moto GT come la BMW K1600 GT/GTL.

Michelin Road Tire, cronologia

La gamma di pneumatici MICHELIN Road 6 segue le orme di una lunga serie di primati Michelin nelle sue gamme di pneumatici stradali:

2002 MICHELIN Pilot Road – la prima gamma di pneumatici stradali

2007 MICHELIN Pilot Road 2 – la prima gamma di pneumatici da strada con le lamelle

2014 MICHELIN Pilot Road 4 – la prima gamma di pneumatici road con una versione GT dedicata

2018 MICHELIN Road 5 – la prima gamma di pneumatici stradali con tecnologia 3D sipe

*Sulla base di test interni confrontando le gamme MICHELIN Road 6 e MICHELIN Road 5 effettuati sulla pista di Fontange:

07 & 08/07/2020 con le misure 120/70 ZR 17 & 180/55 ZR 17, su una Suzuki 1250S Bandit e una Triumph Street Triple S 765. 15/03/2021 & 21/05/2021 con le misure 120/70 ZR 17 & 180/55 ZR 17, su una Suzuki 1250S Bandit.

17/01/2020 con le misure 120/70 ZR 17 & 180/55 ZR 17 (versione GT), su una BMW R1200RT. 17/09/2020 con le misure 120/70 ZR 17 & 160/60 ZR 17, su Kawasaki ER6n.

17/01/2020 con le misure 110/80 ZR 19 & 150/70 ZR 17, su una BMW R1200GS.

**Confronto tra le gamme MICHELIN Road 6 e MICHELIN Road 5, secondo un test indipendente su strade pubbliche effettuato dalla DEKRA Narbonne:

Dal 20/07/2020 al 07/08/2020 con le misure 120/70 ZR 17 & 180/55 ZR 17, su una BMW K1300R.

Dal 17/08/2020 al 14/10/2020 con le misure 120/70 ZR 17 & 180/55 ZR 17 (versione GT), su una BMW R1250RT a carico, ma senza bauletto. Dal 28/09/2020 al 12/11/2020 con le misure 120/70 ZR 17 & 160/60 ZR 17, su Suzuki Gladius 650.

Dimensioni commercializzate:

MICHELIN ROAD6

  • 110/70 ZR 17 M/C 54W ROAD 6 FRONT TL;
  • 120/60 ZR 17 M/C (55W) ROAD 6 FRONT TL;
  • 120/70 ZR 17 M/C (58W) ROAD 6 FRONT TL;
  • 120/70 ZR 18 M/C (59W) ROAD 6 FRONT TL;
  • 110/80 ZR 19 M/C (59W) ROAD 6 FRONT TL;
  • 120/70 ZR 19 M/C (60W) ROAD 6 FRONT TL;
  • 140/70 ZR 17 M/C 66W ROAD 6 REAR TL;
  • 150/60 ZR 17 M/C 66W ROAD 6 REAR TL;
  • 150/70 ZR 17 M/C (69W) ROAD 6 REAR TL;
  • 160/60 ZR 17 M/C (69W) ROAD 6 REAR TL;
  • 170/60 ZR 17 M/C (72W) ROAD 6 REAR TL;
  • 180/55 ZR 17 M/C (73W) ROAD 6 REAR TL;
  • 190/50 ZR 17 M/C (73W) ROAD 6 REAR TL;
  • 190/55 ZR 17 M/C (75W) ROAD 6 REAR TL;

MICHELIN ROAD6 GT

  • 120/70 ZR 17 M/C (58W) ROAD 6 GT FRONT TL;
  • 180/55 ZR 17 M/C (73W) ROAD 6 GT REAR TL;
  • 190/50 ZR 17 M/C (73W) ROAD 6 GT REAR TL;
  • 190/55 ZR 17 M/C (75W) ROAD 6 GT REAR TL;

TANTE INNOVAZIONI, PER LE 4 E LE 2 RUOTE

Veniamo da due anni particolari, complessi ma anche molto dinamici, che hanno visto il lancio sul mercato di numerose novità, sia per il mondo delle 4 ruote, che per il comparto moto e scooter. Nel segmento auto sono arrivati tre nuovi prodotti nel solo 2021. Oltre all’importante lancio di MICHELIN CrossClimate2 – la seconda generazione dell’all season lanciato da Michelin nel 2015 – anche due pneumatici sviluppati per gli automobilisti più attenti all’efficienza energetica e all’ambiente: MICHELIN Pilot Sport EV, per le auto elettriche ad alte prestazioni; e MICHELIN E.Primacy, dedicato ad auto elettriche, ibride e termiche.

Il 2022, oltre ai già citati Pilot Sport 5 e Primacy 4+, vede inoltre l’estensione dell’offerta all season anche ai camper, con il nuovo MICHELIN CrossClimate Camping.

Tanto dinamismo anche nel mondo delle due ruote, con ben 9 pneumatici lanciati nel 2020, tra cui spicca il completo rinnovamento della gamma Power – l’offerta per moto sportive e hypersport – l’arrivo della seconda generazione del MICHELIN City Grip, un riferimento in questo segmento di mercato ed il MICHELIN Commander III, dedicato alle moto Custom. Nel 2022 altri tre lanci, in cui più importante è senza dubbio il MICHELIN Road 6, pneumatico per moto Sport Touring, segmento che rappresenta circa il 30% del mercato moto.

A questo, si aggiungono altri due prodotti: MICHELIN Starcross 6, pneumatico per la competizione Off Road; e MICHELIN City Extra, per scooter e moto di piccole dimensioni, utilizzati principalmente per la mobilità quotidiana.

Michelin, ha l’ambizione di migliorare la mobilità dei propri clienti, in modo sostenibile. Azienda leader nel settore della mobilità, Michelin concepisce, produce e distribuisce pneumatici che rispondono alle esigenze dei propri clienti, così come propone servizi e soluzioni per migliorare l’efficienza del trasporto; Michelin fornisce anche servizi digitali, mappe e guide per rendere unici i viaggi e gli spostamenti dei propri clienti. Michelin sviluppa materiali ad alta tecnologia che sono impiegati in numerosi campi. Con sede a Clermont-Ferrand, Francia, Michelin è presente in 177 paesi con 124.760 dipendenti e gestisce 68 stabilimenti di produzione di pneumatici, che insieme hanno prodotto circa 173 milioni di pneumatici nel 2021.

Castrol lancia i primi fluidi per le trasmissioni degli EV dedicati alle officine

Castrol ha lanciato i fluidi per trasmissioni EV Castrol ON dedicati specificatamente alle officine indipendenti e in franchising, certificate per lavorare su propulsori di veicoli elettrici (EV). Disponibili in confezioni da cinque litri, i due nuovi prodotti, nelle varianti D1 e D2, sono adatti a un’ampia gamma di veicoli elettrici, e contribuiscono a prolungare la vita utile del sistema di trasmissione e a disporre di una maggiore autonomia2 con una singola carica.

Il nuovo prodotto è un fluido completamente sintetico a efficienza e prestazioni elevate per trasmissioni accoppiate a motori elettrici a secco, che garantisce alti livelli di protezione per ingranaggi e cuscinetti.

Il fluido per trasmissioni EV Castrol ON fa parte della famiglia di fluidi innovativi per veicoli elettrici Castrol ON. La gamma comprende fluidi per trasmissioni, fluidi termici e grassi che contribuiscono a favorire la diffusione dei veicoli elettrici garantendo maggiore autonomia2, ricarica più rapida3 e maggiore durata4.

Gli innovativi fluidi per trasmissioni EV offrono una protezione superiore del gruppo propulsore e ne migliorano l’efficienza5

  • I fluidi termici per EV Castrol contribuiscono a raffreddare le batterie, anche in condizioni estreme, e facilitano quindi una ricarica ultrarapida (> 150 kW)
  • I grassi per EV hanno un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’efficienza ottimale e nel prolungamento della vita utile dei componenti del veicolo.

Due su tre fra le principali case automobilistiche al mondo scelgono Castrol ON per il primo riempimento in fabbrica6.

“Con un volume sempre maggiore di veicoli elettrici nel mercato post-vendita, sempre più OEM ci chiedono di mettere a disposizione delle loro officine partner un fluido innovativo per le trasmissioni di veicoli elettrici, al fine di supportare le attività di riparazione e manutenzione”, spiega Patrick Bauer, Senior Technologist PD Driveline & EV Fluids di Castrol. “Sebbene questi fluidi siano considerati utilizzabili vita natural durante, per alcuni veicoli elettrici le officine hanno bisogno di prodotti sostitutivi per eventuali riparazioni e, inoltre, può sorgere l’esigenza di cambiare il prodotto in anticipo per una maggiore protezione in determinate condizioni d’uso”.

“Abbiamo collaborato a stretto contatto con OEM e fornitori di primo livello per sviluppare, testare e distribuire prodotti che soddisfino i criteri di prestazione richiesti”, conclude Patrick Bauer.

Oltre a supportare le aziende che introducono sul mercato veicoli elettrici di serie, Castrol collabora con il Team Jaguar TCS Racing Formula E. Ciò significa che le tecnologie dei fluidi EV possono essere spinte e testate in pista prima che raggiungano la strada.

Castrol punta a diventare un brand a zero emissioni entro il 2050. I fluidi Castrol ON per EV sono certificati a impatto zero di CO2¹.

Il lancio dei prodotti Castrol ON è in linea con la strategia PATH360 dell’azienda, che mira a fornire un futuro più sostenibile evitando sprechi, riducendo le emissioni di CO2 e migliorando la vita sul pianeta. Castrol sta investendo nello sviluppo di prodotti che supportino la transizione verso le energie rinnovabili e la più ampia adozione della mobilità elettrica.

1 In conformità alla specifica PAS 2060, consultare castrol.com/cneutral per ulteriori informazioni

2 Rispetto a un liquido per il primo riempimento di veicoli elettrici destinato al mercato di massa

3 Rispetto a un sistema di batterie a raffreddamento indiretto

4 Rispetto a un fluido per trasmissioni EV standard

5 I vantaggi dei fluidi Castrol per EV sono stati dimostrati in fase di sviluppo e test su misura

6 Sulla base dei dati LMCA per i 20 OEM che hanno venduto di più (vendite totali di nuovi veicoli) nel 2019

Volkswagen sceglie gli pneumatici all-season Vredestein Quatrac per il nuovo Caddy

Volkswagen Commercial Vehicles ha scelto i più recenti pneumatici all-season Vredestein Quatrac come dotazione di serie (OE) per il nuovo Caddy. In virtù di questo accordo, gli pneumatici Quatrac 205/65R15 99H XL saranno montati di serie su alcuni selezionati modelli Caddy, durante la produzione presso lo stabilimento Volkswagen di Poznan, in Polonia.

Questo accordo di fornitura OE è il più recente ad essere stato siglato tra il Gruppo Volkswagen e Apollo Tyres. Alla fine del 2021, infatti, le due aziende avevano già firmato un contratto per la fornitura di pneumatici estivi Vredestein Ultrac e Sportrac 5 per la nuova Audi A1 Sportback. 

Gli pneumatici Quatrac scelti per il Caddy soddisfano una serie di criteri per le prestazioni più impegnative, offrendo elevati livelli di efficienza nei consumi (classe A), una maneggevolezza eccellente in condizioni di bagnato, neve e asciutto, oltre a offrire un comfort eccezionale e una guida più silenziosa. Per supportare i clienti Volkswagen Caddy nel lungo termine, Quatrac sarà disponibile anche sul mercato europeo dei ricambi.

Benoit Rivallant, Presidente e CEO di Apollo Tyres Europe ha dichiarato: “Si tratta di un altro importante tassello che conferma la qualità dei prodotti a marchio Vredestein e le capacità del team Apollo Tyres a livello globale. Siamo orgogliosi di rafforzare il nostro rapporto con il Gruppo Volkswagen e continueremo a fornire ai costruttori di automobili pneumatici leader di settore, fabbricati secondo gli standard più elevati, con un’evasione veloce degli ordini e un’assistenza clienti completa”.

Vredestein è uno dei principali marchi di pneumatici di qualità premium, che da oltre 100 anni è rinomato per lo sviluppo di prodotti innovativi che offrono i migliori standard di prestazioni e sicurezza, oltre a un’esperienza di guida gratificante. 

La nuova generazione di filtri abitacolo Bosch FILTER+pro funziona anche contro virus e muffe

In primavera, con l’inizio della stagione dei pollini, i filtri abitacolo acquisiscono ulteriore importanza per l’attività delle officine. Sempre più automobilisti sono sensibili ai temi delle polveri sottili, degli allergeni e dei virus e dunque chiedono la migliore qualità dell’aria possibile all’interno del proprio veicolo. Con il filtro abitacolo Bosch FILTER+pro le officine sono ora in grado di offrire ai propri clienti un’ulteriore protezione per la salute degli occupanti del veicolo. Il nuovo filtro abitacolo rappresenta un ulteriore sviluppo del collaudato filtro FILTER+ di Bosch che separa allergeni e pollini, polveri sottili, batteri e gas nocivi. Inoltre, la generazione FILTER+pro migliorata è anche altamente efficace contro virus e muffe. Entro la fine del 2023, FILTER+pro sostituirà completamente il suo predecessore nella gamma Bosch.

Vantaggi per la salute, la sicurezza e le attrezzature tecniche
I tre strati filtranti ben combinati del FILTER+pro riducono efficacemente la quantità di sostanze inquinanti all’interno dell’abitacolo. Uno speciale strato antimicrobico agisce contro virus e batteri, previene anche il formarsi di muffe e trattiene sia gli allergeni sia i pollini nel vello del filtro. Lo strato di carbone attivo neutralizza i gas nocivi e maleodoranti. Infine, uno strato di microfibra ultrafine separa oltre il 98% di tutte le particelle di polvere sottili e fuliggine. La confezione del nuovo FILTER+pro evidenzia chiaramente le funzioni e i vantaggi per i clienti delle officine.Oltre a migliorare la qualità dell’aria, i filtri abitacolo Bosch offrono anche maggiori vantaggi per la sicurezza. In particolare, riducono la formazione di depositi sul parabrezza che potrebbero causare effetti di abbagliamento, inoltre, i finestrini si appannano meno. Riducono anche il rischio di reazioni allergiche – come gli starnuti – che potrebbero portare a situazioni di pericolo durante la guida. Un altro vantaggio: la riduzione dei depositi sulla ventola e sul sistema del climatizzatore ne favorisce la funzionalità.

Sostituzione dei filtri in primavera prima della stagione dei pollini
Per garantire l’efficacia del filtro, Bosch consiglia di sostituire i filtri dell’abitacolo ogni 15.000 chilometri o almeno una volta all’anno. I filtri dovrebbero essere sostituiti idealmente in primavera, prima della stagione dei pollini e della febbre da fieno. Per questo, Bosch offre un’ampia gamma di filtri per quasi tutte le esigenze dei clienti, dai filtri standard ai filtri a carbone attivo fino al nuovo FILTER+pro. La gamma Bosch ha una copertura del 96% del mercato europeo dei veicoli. Questo permette alle officine di trovare un filtro adatto per quasi tutti i veicoli dei clienti. Le istruzioni di installazione allegate aiutano le officine a facilitare la sostituzione del filtro.

Vredestein Ultrac Vorti+ definito “Esemplare” nel test degli pneumatici estivi realizzato da AutoBild

Ultrac Vorti+ di Vredestein ha ottenuto il primo posto in un test di gruppo sugli pneumatici estivi condotto da AutoBild, una delle principali riviste automobilistiche tedesche. Valutato insieme a 10 prodotti concorrenti, lo pneumatico premium Vredestein dalle elevate prestazioni ha raggiunto il gradino più alto del podio ed è stato definito “esemplare” dal team del test indipendente.

L’Ultrac Vorti+ ha ottenuto anche il secondo posto nella categoria “pneumatici misti” di AutoBild, che ha analizzato le prestazioni degli pneumatici quando si utilizzano due misure diverse, con uno pneumatico più grande per l’asse posteriore: opzione comune sui veicoli premium e a elevate prestazioni.

Gli pneumatici 225/45 R 18 sono stati messi alla prova in diverse condizioni, comprese superfici bagnate e asciutte, e sono state analizzate nel dettaglio le capacità di frenata, aquaplaning e resistenza al rotolamento. Ultrac Vorti+ si è sempre dimostrato superiore alla concorrenza nei test di guida sul bagnato.

AutoBild ha notato che Ultrac Vorti+ di Vredestein presenta un “profilo estivo sportivo a elevate prestazioni perfettamente bilanciato…” oltre a offrire una “buona aderenza sul bagnato”.

Daniele Lorenzetti, Chief Technology Officer, ha dichiarato: “I risultati degli ultimi test dimostrano che la nostra gamma di pneumatici Vredestein, in costante crescita, continua a dimostrarsi superiore rispetto agli altri prodotti presenti nel mercato europeo. Questo è il frutto degli importanti investimenti effettuati nella ricerca e sviluppo, finalizzati a garantire che prodotti come Ultrac Vorti+ mantengano un vantaggio a livello di prestazioni e e siano eccellenti in termini di sicurezza”.

Ultrac Vorti+ fa parte della gamma di pneumatici a “elevate prestazioni” di Vredestein. Classificato (Y) per velocità superiori a 300 km orari, questo pneumatico è ottimizzato per l’uso su auto e SUV premium e ad alte prestazioni. Con un fianco più rigido, rispetto allo pneumatico Ultrac, una mescola e un disegno del battistrada appositamente progettati, Vorti+ è stato sviluppato per essere utilizzato sia sull’asse anteriore sia su quello posteriore, come confermato dal test di AutoBild per gli “pneumatici misti”.

METZELER PRESENTA IL NUOVO KAROO 4, IL PNEUMATICO TASSELLATO PER MOTO ADVENTURE E MAXI ENDURO

Successore del pluripremiato KAROO 3, KAROO 4 rappresenta l’ultima generazione della famiglia di prodotti del brand METZELER: pneumatico tassellato destinato all’equipaggiamento di moto adventure e maxi enduro, è stato sviluppato per un utilizzo on/off.

Il nuovo KAROO 4 calza anche le moderne enduro di grossa e media cilindrata che vengono utilizzate tanto su asfalto quanto in off road, e lavora in totale sintonia con i più avanzati sistemi di sussidio alla guida. KAROO 4 è un prodotto versatile che migliora in modo significativo, rispetto al predecessore KAROO 3, la performance in fuoristrada e la performance stradale su asfalto bagnato, anche a pieno carico.

A chi è destinato KAROO 4

METZELER KAROO 4 è la scelta ideale per:

  • Possessori di moto adventure: motociclisti che utilizzano la propria moto per viaggi 50% su strada e 50% in fuoristrada, alla ricerca di esperienze senza limiti. Cercano affidabilità e prestazioni in diverse condizioni climatiche, stabilità anche a pieno carico e chilometraggio.
  • Motociclisti che vogliono mettere alla prova le proprie capacità e quelle della moto, che prediligono in un pneumatico le performance fuoristradistiche.
  • Possessori di moto scrambler, che richiedono un aggressivo look tassellato senza rinunciare alla performance su strada, con riferimento particolare alla facilità di sterzo e alla performance su bagnato.

I benefici di KAROO 4

I principali benefici di KAROO 4 sono:

  • Trazione off-road esemplare, grazie al disegno battistrada brevettato.
  • Ottimo handling su strada anche a pieno carico, grazie al profilo con tecnologia METZELER MRC (multi radius contour) che favorisce precisione di guida nonostante la presenza di tasselli.

KAROO, DETRATEC, DYMATEC sono marchi di fabbrica di Pirelli Tyre S.p.A. Le caratteristiche tecniche del pneumatico potrebbero variare in base alla misura. Pirelli si riserva il diritto di cambiare o aggiornare le caratteristiche tecniche senza preavviso.

Flavia Maffeis Press Officer

+39 366 610 6858 Comunicato stampa

  • Resistenza estrema all’abrasione, al taglio e allo strappo, grazie all’utilizzo di mescole ad alto contenuto di carbon black e all’ottimizzazione dell’area di impronta a terra.
  • Performance su bagnato di prim’ordine e integrazione con i sistemi di assistenza alla guida. La combinazione delle tecnologie impiegate permette a KAROO 4 di gestire in sicurezza diverse condizioni climatiche e tipi di asfalto, anche in caso di frenate d’emergenza su bagnato.

IL PNEUMATICO NEL DETTAGLIO

Il disegno battistrada

KAROO 4 presenta un rivoluzionario disegno battistrada brevettato, che innalza a tutto tondo i livelli prestazionali del pneumatico sia su strada che su diversi tipi di terreni sterrati.

Per quanto riguardo il comparto stradale, gli ingegneri dedicati alle linee del brand METZELER hanno lavorato per migliorare la neutralità di guida e il comportamento su bagnato, sviluppando un schema tassellato che permette di affrontare in totale sicurezza determinati angoli di piega in condizioni di bagnato. In ambito fuoristradistico, KAROO 4 aumenta il livello prestazionale off road specialmente su fondi molto morbidi, tra cui sabbia, fango e argilla.

Il battistrada di KAROO 4 presenta queste principali caratteristiche:

  • Disegno brevettato DETRATEC™, composto da tasselli centrali a forma di cucchiaio, separati dai tasselli laterali da un incavo longitudinale ondulato. La combinazione di questi tre elementi ha una duplice funzione: in un primo momento intrappola il materiale fra i tasselli per generare spinta laterale, e successivamente lo rilascia per esaltare le proprietà di auto pulizia.
  • Disegno multipasso. I gruppi di tasselli sono ripetuti con una cadenza irregolare per mitigare l’impatto degli elementi del battistrada con l’asfalto e assicurare un rotolamento omogeneo.
  • Area d’impronta ottimizzata che include, rispetto a KAROO 3, un maggiore numero di tasselli contemporaneamente in presa per migliorare la maneggevolezza e l’integrazione con i sistemi elettronici di assistenza alla guida.
  • L’impiego della tecnologia brevettata DYMATEC™, una metodologia di disegno studiata per preservare le geometrie funzionali dei tasselli e la performance del pneumatico nel tempo. Nel dettaglio, la tecnologia prevede diverse angolazioni delle pareti degli incavi a seconda della loro posizione lungo la fascia battistrada.

Le mescole battistrada

Il battistrada del pneumatico anteriore è monomescola. Nelle misure radiali viene impiegata una mescola su base carbon black, diretta evoluzione di quanto impiegato per KAROO 3, con un’estrema resistenza all’abrasione. Per le misure convenzionali gli ingegneri hanno sviluppato una nuova mescola con l’obiettivo di concedere un più ampio spettro di condizioni operative e una maggiore adesione alle superfici.

Diverse misure radiali posteriori sono bimescola:

KAROO, DETRATEC, DYMATEC sono marchi di fabbrica di Pirelli Tyre S.p.A. Le caratteristiche tecniche del pneumatico potrebbero variare in base alla misura. Pirelli si riserva il diritto di cambiare o aggiornare le caratteristiche tecniche senza preavviso.

Flavia Maffeis Press Officer

+39 366 610 6858 Comunicato stampa

  • La mescola della fascia centrale è 100% carbon black con notevoli caratteristiche di resistenza all’abrasione;
  • La mescola delle sezioni di spalla presenta una formulazione 80% carbon black e 20% silica, per assicurare compattezza della fascia battistrada e stabilità termica.

Il profilo

Il profilo di KAROO 4 adotta la tecnologia METZELER MRC1 che prevede una curvatura della fascia centrale più ampia rispetto alla zona di spalla. Questa caratteristica aumenta la facilità di sterzo e migliora la trazione e la stabilità, anche a pieno carico. Nelle misure posteriori, grazie a un’area di contatto più corta e allo stesso tempo più larga rispetto al predecessore, il profilo di KAROO 4 contribuisce a ridurre e uniformare l’usura del battistrada per un maggiore chilometraggio.

La struttura

KAROO 4 presenta schemi costruttivi più leggeri rispetto al suo predecessore. In particolare le misure radiali, grazie all’impiego di strutture con cintura d’acciaio zero gradi e tecnologia a tensione variabile INTERACT, garantiscono un feedback di guida graduale e un’elevata sensazione di controllo.

La gamma di KAROO 4

KAROO 4 sarà disponibile nelle seguenti misure a partire da marzo 2022:

Anteriore

19” 100/90-19 TL 57Q M+S

19” 110/80 R 19 TL 59Q M+S

19” 120/70 R 19 TL 60Q M+S

21” 90/90-21 TL 54Q M+S

Posteriore

17” 130/80 R 17 TL 65Q M+S

17” 140/80 R 17 TL 69Q M+S

17” 150/70 R 17 TL 69Q M+S

17” 170/60 R 17 TL 72Q M+S

18” 140/80 – 18 TL 70Q M+S

18” 150/70 R 18 TL 70Q M+S

1 MRC (Multiple Radius Contour)

MICHELIN CrossClimate Camping: il nuovo pneumatico all-season dedicato ai camper

MICHELIN Cross Climate Camping è l’ultima novità dalla gamma MICHELIN CrossClimate. Prodotto in Europa, è disponibile dal 1° marzo 2022.

Dopo il lancio del pneumatico all-season per auto, il MICHELIN CrossClimate 2, il produttore di Clermont-Ferrand ha scelto di estendere questa gamma ad un mercato in continua crescita: quello dei camper.

Un pneumatico all-season per i camper: la sicurezza di viaggiare in ogni periodo dell’anno, senza preoccuparsi delle condizioni meteo

Il MICHELIN CrossClimate Camping è stato progettato per fornire un’elevata sicurezza tutto l’anno. Questo pneumatico all-season, certificato in classe “A” in aderenza sul bagnato, offre ai camperisti sicurezza e semplicità. MICHELIN CrossClimate Camping permette di viaggiare tutto l’anno senza dovere sostituire i pneumatici. Oltre alla marcatura M+S, che lo rende idoneo a circolare su strade in cui è previsto l’obbligo di dotazioni invernali in tale periodo, è dotato della certificazione 3PMSF (3 Peak Mountain Snow Flake), avendo superato specifici test che ne attestano le performance su neve.

Un pneumatico resistente per gestire le sollecitazioni specifiche dei camper

Per sviluppare i nuovi pneumatici MICHELIN CrossClimate Camping, gli ingegneri del centro di Ricerca e Sviluppo di Ladoux hanno tenuto conto di diversi fattori peculiari ai camper:

  • Più di altri veicoli i camper possono essere soggetti a sovraccarico statico e/o dinamico, legato alla distribuzione del carico in conseguenza della costruzione del veicolo e delle condizioni di utilizzo: ampio sbalzo posteriore, baricentro alto, distribuzione irregolare del carico, carico statico prolungato, etc.
  • Un pneumatico specifico per camper (Marcatura CP1) può sopportare pressioni più elevate e consente un miglior comportamento e una maggiore resistenza alle sollecitazioni (carichi pesanti).
  • Questi veicoli sono soggetti a stazionamenti prolungati. Se il camper resta fermo per molto tempo, i pneumatici possono deformarsi sotto il peso del veicolo che può essere distribuito in modo non uniforme su ciascuno dei pneumatici. Attraverso il lavoro svolto sulla carcassa, il pneumatico MICHELIN CrossClimate Camping è stato progettato per limitare questo tipo di sollecitazioni.
  • I fianchi rinforzati2 consentono di resistere meglio alle abrasioni e ai danneggiamenti accidentali.

Michelin: due pneumatici su misura per la Ferrari 296 GTB

Michelin è stata scelta da Ferrari come fornitore ufficiale per la sua nuova 296 GTB e fornirà due differenti pneumatici per quest’auto: il MICHELIN Pilot Sport 4S K1, per un utilizzo prevalentemente stradale, ed il MICHELIN Pilot Sport Cup 2R K2, un pneumatico semislick omologato per l’utilizzo su strada, dedicato a chi cerca il massimo delle performance in pista.

Con l’uscita di ciascun nuovo modello, Ferrari migliora significativamente le performance rispetto alle precedenti generazioni. Michelin condivide la stessa filosofia e da molti anni ha accettato la sfida al fianco di Ferrari, progettando pneumatici specifici e su misura.

Performance

Per una vettura così eccezionale, le performance dei pneumatici sono molto più di un semplice aspetto funzionale. Quando si è alla ricerca delle massime prestazioni, diventa un fattore determinante che fornisce sicurezza, precisione e piacere di guida, mantenendo allo stesso tempo una perfetta armonia con le caratteristiche di guida del veicolo.

Sviluppo specifico

I pneumatici della Ferrari 296 GTB sono stati sviluppati in un progetto congiunto insieme al team Ferrari e sono entrambi contrassegnati da una marcatura specifica dedicata a questo costruttore: il simbolo “K”, presente sui fianchi dei pneumatici. Lo sviluppo personalizzato era l’unica soluzione per raggiungere il livello di prestazioni richiesto dal costruttore di Maranello.

BFGoodrich lancia il BFGoodrich ACTIVAN 4S: un pneumatico quattro stagioni per veicoli commerciali

Da febbraio, BFGoodrich commercializza il suo nuovo pneumatico quattro stagioni: 
BFGoodrich ACTIVAN 4S, un’offerta unica per veicoli commerciali leggeri capace di soddisfare completamente le aspettative dei professionisti che cercano sicurezza e semplicità.

BFGoodrich ACTIVAN 4S offre ai conducenti un eccellente sicurezza sulla strada per tutto l’anno. Questo pneumatico multistagionale, classificato “B” in aderenza sul bagnato, ha la certificazione 3PMSF a testimonianza delle sue qualità anche su neve.

Per i professionisti che utilizzano furgoni e veicoli commerciali leggeri, il pneumatico BFGoodrich Activan 4S è efficiente indipendentemente dalle condizioni meteorologiche. Grazie ad esso, non è necessario sostituire i pneumatici con l’avvicinarsi dell’inverno. Questo pneumatico offre quindi ai professionisti più serenità oltre ad un risparmio di tempo reale.

Per quanto riguarda il disegno del battistrada del pneumatico, è stata sviluppata una rete di intagli collegati per drenare rapidamente l’acqua dal pneumatico. La lunghezza dei tasselli centrali e la densità delle lamelle forniscono la rigidità necessaria, consentendo quindi una buona aderenza su strade bagnate.

BFGoodrich ACTIVANS 4S disponibile, al momento, in 18 misure copre l’85% del mercato dei pneumatici destinati ai veicoli commerciali leggeri per tutte le stagioni.

PIRELLI LANCIA IL NUOVO PNEUMATICO DIABLO ROSSO IV CORSA

Pirelli presenta il nuovo pneumatico DIABLO ROSSO IV Corsa, il prodotto hypersport ad alte prestazioni che sposta ancora più in alto l’asticella della sportività della famiglia DIABLO ROSSO. Il nuovo pneumatico rappresenta la versione più spinta del pneumatico supersportivo stradale DIABLO ROSSO IV, e nasce per soddisfare i motociclisti che desiderano un pneumatico capace di prestazioni più sportive, per poter esprimere al meglio le potenzialità della propria moto.

DIABLO ROSSO IV Corsa nasce nell’anno in cui Pirelli celebra il suo 150° anniversario e diviene parte integrante dei festeggiamenti. Nel corso del 2022 un’edizione limitata DIABLO ROSSO IV Corsa rende omaggio a questo importante traguardo e ospita sul fianco il logo celebrativo dei 150 anni di Pirelli, che accompagnerà l’azienda nei festeggiamenti per tutto l’anno.

Nata a Milano il 28 gennaio 1872, l’azienda ha iniziato la sua attività con prodotti diversificati in gomma, realizzando il primo pneumatico per velocipedi nel 1890. Da sempre appassionata di competizioni, Pirelli ha partecipato alle prime gare motociclistiche nel 1897 e oggi continua con la presenza come fornitore unico del Mondiale Superbike, collaborazione che prosegue dal 2004, oltre a essere il marchio più premiato nel MXGP. Oggi Pirelli è l’unica azienda di pneumatici focalizzata esclusivamente sul mondo consumer, con prodotti e servizi per auto, moto e bici.

A chi è dedicato DIABLO ROSSO IV Corsa

DIABLO ROSSO IV Corsa è la scelta ideale per:

  • Motociclisti che amano una guida dinamica su strade tortuose e sui passi di montagna, che desiderano un pneumatico in grado di esprimere al meglio le performance sportive della propria moto, soprattutto in condizioni di asciutto;
  • motociclisti appassionati di tuning, che cercano upgrade prestazionali, che curano l’assetto della moto e strizzano l’occhio, in modo discreto, all’estetica. Questi centauri ricercano il set up ottimale della propria motocicletta a seconda del tipo di impiego, anche attraverso l’upgrade ad equipaggiamenti ad alte prestazioni e riconoscono nel segno distintivo del fulmine, qui spezzato, l’iconico disegno che rappresenta la sportività della famiglia DIABLO ROSSO.

I benefici di DIABLO ROSSO IV Corsa

I principali benefici di DIABLO ROSSO IV Corsa sono:

  • Grip di prim’ordine ai massimi angoli di piega, grazie ad un disegno battistrada più slick rispetto a DIABLO ROSSO IV che garantisce una più grande area d’impronta a terra e l’impiego di innovative mescole che aumentano il livello di grip meccanico;
  • Feedback preciso ed immediato alle alte andature. Le innovative tecnologie applicate alla carcassa rendono DIABLO ROSSO IV Corsa in grado di aderire in modo ottimale anche alle micro-asperità dell’asfalto per garantire un feedback preciso ed una sensazione di controllo;
  • Costanza di rendimento su più sessioni di guida, resa possibile sia dalle caratteristiche complessive del disegno battistrada, dove la studiata ripetitività delle forme offre un’alta resistenza allo stress, che dalla nuova disposizione delle mescole che assicura un bilanciamento termico ottimale.

IL PNEUMATICO NEL DETTAGLIO

Il disegno del battistrada

Il disegno battistrada di DIABLO ROSSO IV Corsa è caratterizzato da una calcolata ripetitività di intagli centrali e da un’area laterale più slick, per un rapporto vuoti pieni più basso del 25%1 rispetto a DIABLO ROSSO IV.

Situati nella parte centrale del battistrada l’insieme degli intagli longitudinali assicurano stabilità direzionale e favoriscono l’evacuazione dell’acqua. Il loro orientamento segue le onde di usura e favorisce un consumo omogeneo, mentre il loro posizionamento aumenta la stabilità strutturale del pneumatico per offrire costanza nelle prestazioni su più sessioni di guida.

Intagli lineari di diverse lunghezze sono situati nella sezione intermedia del battistrada, seguendo uno schema che garantisce il giusto rapporto tra flessibilità della mescola ed evacuazione dell’acqua. DIABLO ROSSO IV Corsa infine propone un’ampia area slick sulle spalle, in grado di garantire alti livelli di grip, precisione e stabilità ai massimi angoli di piega.

La mescola

Il battistrada del pneumatico anteriore è suddiviso in tre zone utilizzando due mescole differenti:

  • La fascia centrale presenta una mescola Full Silica che occupa il 45% della porzione del profilo ed è presente nell’area di contatto fino ai 25 gradi di angolo di piega;
  • Le fasce laterali hanno una mescola Full Silica più morbida rispetto a quella centrale, grazie all’impiego di resine innovative ad alta temperatura di fusione, offrono un grip eccellente e migliorano il feedback dell’avantreno.

1 A confronto la misura posteriore 190/55 ZR 17 di DIABLO ROSSO IV CORSA e DIABLO ROSSO IV

Anche il pneumatico posteriore segue uno schema bimescola, al fine di offrire un’ottima performance su strada e lavorare in armonia con l’anteriore:

  • La mescola centrale Full Silica fornisce un rapido warm-up ed un ottimo grip chimico in diverse condizioni dell’asfalto;
  • La mescola delle spalle è 100% Carbon Black e deriva direttamente dalle mescole di DIABLO Supercorsa SC impiegate nelle competizioni. Questa mescola offre supporto in piega e trazione in accelerazione per gestire la coppia generata dalle superbike di ultima generazione.

I profili

In questo ambito Pirelli sfrutta tutto il know-how acquisito nel massimo campionato delle derivate di serie. I profili di DIABLO ROSSO IV Corsa sono quindi di derivazione racing e sono caratterizzati da uno sviluppo multi-raggio che migliora la maneggevolezza del pneumatico.

La fascia centrale presenta un profilo più acuto per facilitare una discesa in piega immediata e cambi di direzione rapidi. Nelle fasce laterali invece la curvatura è meno accentuata al fine di aumentare l’area di contatto e garantire la massima trazione in curva. I pneumatici anteriori e posteriori seguono un’impostazione del profilo affine, assicurando in questo modo un comportamento perfettamente bilanciato e neutrale del set.

La struttura

Con DIABLO ROSSO IV Corsa Pirelli utilizza una struttura con cintura zero gradi in acciaio, derivata da quella sviluppata in ambito racing, che riesce ad adattarsi perfettamente ai diversi livelli di stress a cui viene sottoposta e a lavorare in modo ottimale con i più avanzati sistemi elettronici di controllo.

La tecnologia stiff cord technology consiste nell’impiego di corde più rigide e allo stesso tempo distribuite con una fittezza minore (-20%) rispetto ad un pneumatico supersportivo standard2. Questo schema lascia più spazio alla mescola di gommatura che, grazie alle sue proprietà smorzanti, migliora il feeling e la precisione di guida, e trasmette al motociclista sicurezza e padronanza della propria motocicletta.

La gamma

La gamma DIABLO ROSSO IV Corsa si compone delle seguenti misure già disponibili. Anteriore

110/70 ZR 17 M/C 54W TL 07/2022

120/70 ZR 17 M/C (58W) TL 01/2022

Posteriore

150/60 ZR 17 M/C 66W TL 07/2022

180/55 ZR 17 M/C (73W) TL 01/2022

180/60 ZR 17 M/C (75W) TL 03/2022

190/50 ZR 17 M/C (73W) TL 06/2022

2 corde distribuite con una fittezza minore del 20% rispetto al pneumatico DIABLO ROSSO III

190/55 ZR 17 M/C (75W) TL 01/2022

200/55 ZR 17 M/C (78W) TL 04/2022

200/60 ZR 17 M/C (80W) TL 04/2022

DIABLO™ è un marchio di fabbrica di Pirelli Tyre S.p.A. Le caratteristiche tecniche del pneumatico potrebbero variare in base alla misura. Pirelli si riserva il diritto di cambiare o aggiornare le caratteristiche tecniche senza preavviso.

GUANTO POLAR WP – Il guanto Clover riscaldato più versatile di sempre

Il guanto Polar WP riscaldato completa la linea di guanti Clover e rappresenta il modello più completo e versatile dell’intera collezione grazie al sistema di riscaldamento elettrico a batteria e filamenti di carbonio.

Anche senza il riscaldamento il guanto Polar si presenta come un ottimo guanto autunnale in grado di isolare termicamente la mano e preservarne la temperatura naturale. E’ possibile utilizzarlo quindi anche con temperature miti grazie all’imbottitura termica Thinsulate.
Ma quando il freddo si fa sentire il riscaldamento elettrico si attiva facilmente con un pulsante led sul dorso che permette di regolare le diverse intensità di calore. I tre livelli di regolazione permettono di scegliere tra un leggero calore, per passare poi ad un calore intermedio, che garantisce una temperatura confortevole nelle giornate fredde ed infine al terzo livello, il più caldo, che è in grado di riscaldare anche nei momenti peggiori, come le lunghe trasferte autostradali con temperature prossime allo zero ma anche durante le scalate a passi o paesi nordici nelle stagioni più fredde.

Il comfort e l’affidabilità del guanto sono poi assicurati dai filamenti di carbonio che percorrono tutta la superficie del guanto e che in meno di un minuto portano al grado di calore richiesto.
La batteria inclusa di potenza 3000 mAh garantisce dalle 2.5 ore di utilizzo nella temperatura più alta fino alle 6 in quella minima. Ma se l’autonomia non fosse sufficiente è possibile acquistare separatamente delle batterie extra oppure un cavetto di collegamento 12v alla moto così da non trovarsi mai in difficoltà.

Il guanto è un dispositivo di protezione individuale con livello di certificazione 1 KP, grazie alle nocche in viscoelastico ad assorbimento di impatto e doppie cuciture con inserti in TPU a protezione delle parti più esposte in caso di caduta.
A completare la già ricchissima serie di caratteristiche del guanto, 2 dita dotate di touchscreen per mano e un pulitore di visiera integrato per rimuovere acqua o neve con precisione mantenendo sempre elevata la visibilità. Il Polar Wp è dotato anche di membrana impermeabile “Aquazone”.

Il dorso del guanto è realizzato in pelle, “Duratek-4 RipStop” e“ Nylon Spandex elasticizzato”, il palmo invece è in pelle con rinforzi in microfibra, lo scudo protettivo in poliuretano viscoelastico su nocche, lo scudo protettivo in TPR sul palmo. Dita e palmo hanno imbottiture protettive, rinforzi in pelle su laterale e palmo del guanto.

Il guanto Polar Wp è disponibile nelle taglie dalla S alla 3XL.

PREZZO AL PUBBLICO – 239.99 €

Goodyear estende l’applicazione della tecnologia dei pneumatici senza camera d’aria ai robot autonomi di Starship

Oggi The Goodyear Tire & Rubber Company ha annunciato che ha sviluppato e sta testando un pneumatico senza camera d’aria (NPT) personalizzato per i robot di consegna della società Starship.

Starship Technologies, una società del portafoglio di Goodyear Ventures, costruisce e gestisce una rete di oltre 1.000 robot autonomi che trasportano e consegnano direttamente ai clienti pacchi, generi alimentari e cibo, coprendo le consegne dell’ultimo miglio.

Per rispondere alle esigenze di Starship relativamente alle prestazioni e alla manutenzione dei pneumatici, Goodyear ha sviluppato un pneumatico non pneumatico pensato appositamente per prolungarne la durata e ridurre le attività di manutenzione della flotta di consegne di Starship.

Goodyear e Starship sono entrati in una fase di test sul campo presso la Bowling Green State University per valutare le interdipendenze tra veicolo e pneumatico. I primi dati dei test sul pneumatico hanno mostrato risultati positivi per quanto riguarda l’usura del battistrada, la frenata e lo smorzamento delle vibrazioni.

“Siamo entusiasti di estendere le nostre esclusive soluzioni di pneumatici a nuove forme di mobilità”, ha dichiarato Michael Rachita, direttore senior del programma dei pneumatici senza camera d’aria di Goodyear. “Il settore delle microconsegne presenta una serie di esigenze diverse per quanto riguarda il pneumatico e la nostra tecnologia NPT è ideale per soddisfarle e per consentire un’attività di lunga durata con ridotta manutenzione”.

“I nostri robot di consegna effettuano migliaia di consegne ogni giorno in condizioni atmosferiche e terreni di ogni tipo”, ha affermato Siim Viilup, responsabile dell’ingegneria meccanica di Starship Technologies. “Per essere sicuri di poter stare al passo con la crescente domanda dei nostri servizi, abbiamo bisogno di pneumatici che siano affidabili e che mantengano i nostri robot in movimento 24 ore su 24 e in tutto il mondo. È interessante vedere come questi nuovi pneumatici offrano affidabilità e risparmi sui costi con il progressivo aumento della nostra attività”.

Starship

Starship Technologies sta rivoluzionando le consegne con robot autonomi. I robot sono progettati per consegnare cibo, generi alimentari e pacchi a livello locale in pochi minuti. I robot di consegna hanno percorso milioni di miglia e completato oltre 2 milioni di consegne autonomamente in tutto il mondo. Guidano in modo autonomo ma sono monitorati da esseri umani che possono prendere il controllo in qualsiasi momento. Starship è stata fondata da Ahti Heinla e Janus Friis (Architetto capo e co-fondatore di Skype); il CEO della società è Alastair Westgarth.

Goodyear

Goodyear è una delle principali aziende costruttrici di pneumatici del mondo. Ha un organico di circa 72.000 dipendenti e fabbrica i suoi prodotti in 55 stabilimenti in 23 paesi del mondo. I suoi due Centri di Innovazione, ad Akron, nello Stato dell’Ohio (USA), e a Colmar-Berg, in Lussemburgo, si impegnano per sviluppare prodotti e servizi all’avanguardia, che costituiscono un punto di riferimento per l’industria in termini di prestazioni e tecnologie.

L’evoluzione del tergicristallo Bosch Aerotwin con gomma tergente più robusta e adattatore AeroClip

Aerotwin con il nuovo adattatore AeroClip, aerodinamico e ottimizzato, aumenta la pressione di contatto del tergicristallo sul parabrezza, per evitare che il flusso d’aria sollevi la spazzola. Il risultato è una migliore tergitura anche a velocità più elevate e in caso di vento contrario. Inoltre, il tergicristallo Aerotwin con adattatore AeroClip utilizza la gomma Power Protection Plus (PPP) con rivestimento brevettato e formula di lunga durata. Un additivo speciale rende la gomma della spazzola più resistente all’usura e agli agenti atmosferici prolungandone la durata.

AeroClip sempre più presente nell’aftermarket
Diverse case automobilistiche utilizzano già il tergicristallo Bosch Aerotwin con l’adattatore AeroClip per il primo equipaggiamento. Per questi veicoli, il tergicristallo evoluto con il nuovo adattatore aerodinamico è disponibile anche nell’aftermarket. Nei prossimi mesi Bosch continuerà ad ampliare il proprio portfolio per le officine e i rivenditori aggiungendo le versioni per altri tipi di veicolo. Come tutti i tergicristalli Aerotwin del mercato aftermarket, la spazzola è realizzata in gomma di lunga durata. Grazie allo speciale additivo, la gomma della spazzola resiste agli agenti atmosferici come la radiazione ultravioletta e l’ozono ed è meno soggetta ad usura. Rispetto alle spazzole con gomma tradizionali, si crea una minore abrasione, così gli automobilisti possono contare più a lungo sulle prestazioni di tergitura ottimizzate di Aerotwin.

Volvo Trucks apporta ulteriori migliorie ai consumi di carburante e alle prestazioni delle trasmissioni per veicoli pesanti

Volvo Trucks presenta diverse importanti novità per i suoi motori Euro 6 da 11 e 13 litri che permettono di ridurre i consumi di carburante e al tempo stesso di migliorare la guidabilità.

“La riduzione del consumo di carburante è fondamentale per tutte le aziende di trasporti, in particolare per chi si occupa di trasporti a lungo raggio. Al tempo stesso, queste aziende desiderano un accesso immediato a prestazioni elevate. Grazie alle ultime migliorie apportate alla nostra comprovata tecnologia di trasmissione, potranno ora contare su una combinazione unica tra risparmio di carburante e guidabilità migliorata,” dichiara Giovanni Dattoli, Managing Director di Volvo Trucks Italia.

La “miglior prestazione del carburante in assoluto” su un percorso di prova molto noto
Il modello Volvo FH con I-Save, già famoso per i suoi consumi ridotti di carburante, riceverà gli stessi aggiornamenti al motore e alla trasmissione. Nel 2020, durante un test sui consumi lungo il percorso di prova del Green Truck Award, a nord di Monaco di Baviera, in Germania, questo veicolo ha ottenuto il “miglior risultato di sempre”, con un consumo di carburante di 22,7 litri per 100 km e una velocità media di 80,35 km/h. Quest’anno, diversi test indipendenti condotti in Francia dalla stampa specializzata hanno dimostrato la sua leadership nel rendimento del carburante. Questi numeri da record possono ora essere migliorati ulteriormente.

“Abbiamo già ricevuto diverse testimonianze di trasportatori che confermano i bassi consumi di Volvo FH con I-Save. Siamo quindi entusiasti di annunciare che i nuovi miglioramenti alla trasmissione renderanno Volvo FH con I-Save ancora più efficiente in termini di consumi, contribuendo direttamente ad aumentare i profitti dei nostri clienti. Le vendite delle nuove trasmissioni migliorate sono già iniziate”, spiega Giovanni Dattoli, Managing Director di Volvo Trucks Italia.

Una messa a punto di notevole impatto
Quando nel 2001 fu presentata I-Shift, Volvo Trucks ribadì la sua ferma convinzione che un sistema di trasmissione con frizione fosse la soluzione più efficiente per il cambio automatico. Da allora, in tutto il mondo sono stati venduti oltre un milione di veicoli con la tecnologia I-Shift. Le notevoli migliorie apportate ora alla guidabilità ruotano attorno al modo in cui il cambio I-Shift interagisce con il motore. La versione rinnovata di I-Shift utilizza una nuova strategia che non solo fornisce un cambio marcia più veloce, ma offre anche un’esperienza di guida più fluida e confortevole.

I consumi ridotti di carburante sono resi possibili da un minore attrito nel motore e da un processo di combustione perfezionato. La coppia del motore viene saggiamente regolata dalla rinnovata funzione I-See, che tiene conto della topografia della strada e del peso del veicolo per ottimizzare le prestazioni del motore.

“Gli ingegneri di Volvo sono riusciti a migliorare in modo significativo una trasmissione già evoluta. È ancora presto per condividere i numeri esatti, ma possiamo affermare che i test condotti sul campo insieme ai clienti hanno fornito risultati molto promettenti,” continua Giovanni Dattoli, Managing Director di Volvo Trucks Italia.

Volvo Trucks punta all’eliminazione dei carburanti fossili
L’obiettivo di Volvo Trucks è far sì che, entro il 2030, metà delle sue vendite sia costituita da veicoli elettrici, mentre dieci anni più tardi, nel 2040, tutti i veicoli venduti da Volvo dovranno essere privi di carburanti fossili. Sebbene il motore a combustione interna continuerà a esistere, la migliore efficienza garantita dai progressi sulle trasmissioni è un modo importante per contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2.

“Intendiamo rispettare l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici e stiamo adottando misure concrete per ridurre drasticamente le emissioni di CO2 dovute al trasporto merci su strada”, conclude Giovanni Dattoli, Managing Director di Volvo Trucks Italia.


————————————————————————————————–
Volvo Trucks offre soluzioni di trasporto complete per clienti esigenti, con una gamma di veicoli per carichi medi e pesanti. L’assistenza clienti è garantita da una rete globale di concessionarie con 2.300 punti di assistenza in oltre 130 paesi. I veicoli Volvo vengono assemblati in 13 paesi. Nel 2020, in tutto il mondo sono stati consegnati circa 131.000 veicoli Volvo Trucks. Il lavoro di Volvo Trucks si basa sui valori fondamentali di qualità, sicurezza e rispetto per l’ambiente. Volvo Trucks fa parte del Gruppo Volvo, uno dei maggiori produttori mondiali di camion, autobus, macchinari per i cantieri e motori marittimi e industriali. Il Gruppo Volvo fornisce inoltre soluzioni per servizi finanziari e di assistenza.

«transport-CH»: Volkswagen Veicoli Commerciali presenta la sua gamma di modelli al completo a Berna

Dal 10 al 13 novembre 2021, l’area del BERNEXPO ospita l’undicesima edizione di «transport-CH», il salone svizzero dedicato ai veicoli commerciali, che per quattro giorni diventa il punto d’incontro di tutto il settore. Al padiglione 3.0 presso lo stand B002, Volkswagen Veicoli Commerciali sfoggia l’intera gamma di modelli, dal nuovo Caddy al Transporter 6.1. Il Caddy, completamente rivisitato, si presenta al «transport-CH» nella sua veste più versatile come Combi e Cargo Maxi. Per la prima volta il tuttofare è basato sul pianale modulare trasversale (MQB), impiegato anche nella Golf 8. Questo permette l’integrazione nel Caddy di numerose nuove tecnologie e lo rende ancora più pratico, efficiente e superlativo, trasformandolo al tempo stesso in uno smartphone su ruote.

Volkswagen Veicoli Commerciali porta al salone tutta la sua gamma di modelli Commerce, dal nuovo Caddy all’e-Crafter, passando per il Transporter 6.1. Nel padiglione 3.0 allo stand B002, su una superficie di 700 m2 circa, sono esposti 8 veicoli, tra cui il Caddy in versione completamente rivisitata. Prodotto in più di tre milioni di esemplari in oltre 40 anni, il Caddy si annovera tra i van più piccoli in assoluto e offre la massima versatilità anche con l’ultima generazione. Ogni dettaglio è stato completamente rivoluzionato. Per la prima volta, questo bestseller si basa sul pianale modulare trasversale (MQB), grazie al quale la nuova serie prevede l’integrazione di tecnologie di alto livello. Gli innovativi sistemi di assistenza aumentano la sicurezza e il comfort, i sistemi di infotainment interconnessi e i sistemi operativi digitalizzati trasformano il Caddy in uno smartphone su quattro ruote e la nuova tecnologia «twin dosing» consente ai motori turbodiesel (TDI da 75, 102 e 122 CV) di funzionare con un’efficienza mai vista prima d’ora. In alternativa è disponibile anche il motore a benzina TSI da 114 CV con disattivazione dei cilindri, altrettanto efficiente e sostenibile. Prossimamente, a completare l’offerta si aggiungerà il motore a gas naturale sovralimentato (TGI).

Un altro attesissimo protagonista firmato Volkswagen Veicoli Commerciali è il Transporter 6.1, che offre una postazione di lavoro digitalizzata, funzioni di guida parzialmente automatizzate e un’ampia gamma di sistemi di assistenza, comprendenti numerose opzioni per la sicurezza e il comfort, a seconda delle esigenze del cliente. Dall’assistenza al mantenimento della corsia «Lane Assist», al «Front Assist» con funzione di frenata d’emergenza City, fino alla regolazione automatica della distanza ACC con limitatore di velocità, il Transporter 6.1 dispone di tutti gli strumenti per innalzare gli standard di sicurezza nel segmento dei veicoli commerciali leggeri, tanto che quest’anno è stato dichiarato il van più sicuro dal consorzio Euro NCAP.

Le tante sovrastrutture e gli allestimenti esposti presso lo stand mostrano magistralmente l’incredibile varietà delle soluzioni di trasporto realizzabili con i modelli Volkswagen Veicoli Commerciali. A Berna sono esposti due Transporter 6.1 Furgone, uno con l’allestimento interno da veicolo per trasporti refrigerati di Fröhlich e l’altro con l’allestimento interno di Bott, un pianale di fabbrica, un 9 posti destinato al trasporto di persone, completo di rampa Warpel per l’accesso delle sedie a rotelle, e un cassone con rampa di Baldinger. L’e-Crafter completamente elettrico con cassone ribaltabile Ariva mostra un ulteriore allestimento interessante. Il Caddy Cargo con passo lungo è esposto con l’allestimento interno di Sortimo. 

Nel 2022 Bosch investirà oltre 400 milioni di euro nelle proprie fabbriche di semiconduttori

Di fronte alla carenza di chip a livello mondiale, Bosch sta incrementando i propri investimenti in questa area. Ad appena qualche mese dall’apertura della nuova fabbrica di wafer a Dresda, il fornitore di tecnologia e servizi ha annunciato un altro investimento a nove cifre per la produzione di chip. Solo nel 2022 Bosch prevede di destinare oltre 400 milioni di euro per ampliare le fabbriche di wafer a Dresda e a Reutlingen, in Germania, e le attività dei semiconduttori a Penang, in Malesia. “La domanda di chip sta continuando a crescere a una velocità vertiginosa. Alla luce degli attuali sviluppi, stiamo ampliando sistematicamente la nostra produzione di semiconduttori in modo da poter fornire ai clienti il miglior supporto possibile”, ha dichiarato Volkmar Denner, CEO del Gruppo Bosch. Gran parte degli investimenti riguarderà la nuova fabbrica di wafer da 300 millimetri di Bosch a Dresda, dove la capacità di produzione sarà incrementata con una velocità ancora superiore nel 2022. Circa 50 milioni di euro della somma prevista verranno impegnati il prossimo anno nella fabbrica di wafer di Reutlingen, vicino a Stoccarda. Sempre qui, dal 2021 al 2023 Bosch investirà un totale di 150 milioni di euro in ulteriori clean-room. A Penang, in Malesia, Bosch sta costruendo da zero un test center per i semiconduttori. A partire dal 2023, il centro testerà i sensori e i chip semiconduttori finiti. “Questi investimenti pianificati dimostrano ancora una volta l’importanza strategica di disporre di una nostra capacità di produzione per la tecnologia chiave dei semiconduttori”, ha dichiarato Denner.

Accelerazione della produzione a Dresda, nuove clean-room a Reutlingen

“Il nostro obiettivo è incrementare la produzione di chip a Dresda, in anticipo rispetto alle previsioni, allargando contemporaneamente la capacità delle clean-room a Reutlingen. Ogni chip in più prodotto sarà d’aiuto nella situazione corrente”, ha precisato Harald Kroeger, membro del Board of Management di Bosch. A Reutlingen l’attuale superficie dedicata alle clean-room di 35.000 metri quadrati sarà incrementata di oltre 4.000 metri quadrati procedendo in due fasi. La prima fase, ovvero l’aggiunta di 1.000 metri quadrati di area di produzione per wafer da 200 millimetri per raggiungere un totale di 11.500 metri quadrati, è già stata completata. Per questa operazione, negli ultimi mesi parte degli uffici è stata convertita in clean-room e l’area è stata collegata alla fabbrica di wafer con un ponte. Qui la produzione di wafer è iniziata a settembre. “Abbiamo già ampliato la nostra capacità di produzione dei wafer da 200 millimetri di circa il 10%”, ha affermato Kroeger. Per questa operazione sono stati investiti 50 milioni di euro (nel 2021). Con questa mossa, l’azienda sta rispondendo, in particolare, all’aumento della domanda di sensori MEMS e semiconduttori di potenza al carburo di silicio. La seconda fase di espansione porterà alla creazione di ulteriori 3.000 metri quadrati di clean-room entro la fine del 2023. A questo scopo, l’azienda investirà circa 50 milioni di euro nel 2022 e nel 2023. Bosch sta inoltre creando 150 nuovi posti di lavoro nello sviluppo dei semiconduttori nello stabilimento di Reutlingen.

Nuovo test center a Penang

Un’altra parte degli investimenti previsti per il 2022 sarà destinata a un nuovo test center per semiconduttori a Penang. Questa fabbrica altamente automatizzata e connessa testerà chip semiconduttori e sensori a partire dal 2023. In totale, Bosch dispone di oltre 100.000 metri quadrati di terreno che saranno utilizzati in diverse fasi. Inizialmente, il centro prove coprirà un’area di circa 14.000 metri quadrati, che comprenderà clean-room, uffici e locali dedicati alla ricerca e sviluppo e formazione, accogliendo fino a 400 collaboratori. I lavori di preparazione del terreno per il nuovo stabilimento sono iniziati alla fine del 2020, mentre a maggio 2021 è stata avviata la costruzione degli edifici. L’entrata in funzione del test center è prevista nel 2023. La capacità di test aggiuntiva di Penang è volta ad aprire la possibilità di integrare nuove tecnologie nelle fabbriche di wafer Bosch, come i semiconduttori al carburo di silicio a Reutlingen. Inoltre, il nuovo stabilimento in Asia ridurrà i tempi e le distanze per la consegna dei chip.

I semiconduttori sempre più importanti

La microelettronica è un fattore chiave per il successo di tutte le aree di business di Bosch. Avendo riconosciuto precocemente il potenziale di questa tecnologia, l’azienda produce componenti per semiconduttori da oltre 60 anni, profilandosi come una delle poche aziende a vantare una profonda conoscenza della microelettronica e un ampio know-how in materia di elettronica e software. Bosch combina questo vantaggio sulla concorrenza con la propria forza nella produzione di semiconduttori. Sin dal 1970 l’azienda di tecnologia e servizi produce a Reutlingen componenti per semiconduttori, utilizzati sia nell’elettronica di consumo sia in applicazioni automotive. La moderna elettronica delle auto è la base per ridurre le emissioni del traffico stradale, prevenire gli incidenti e aumentare l’efficienza dei sistemi di propulsione. “Bosch può attingere al proprio know-how specifico sui semiconduttori e sulle auto per sviluppare sistemi elettronici sempre più evoluti. Tutto a vantaggio dei clienti e delle persone che vogliono assicurarsi una mobilità sicura ed efficiente anche in futuro”, ha dichiarato Kroeger. La produzione nella fabbrica di wafer da 300 millimetri di Dresda è iniziata a luglio di quest’anno, sei mesi prima delle previsioni. I chip prodotti nel nuovo stabilimento sono utilizzati inizialmente negli elettroutensili Bosch. Per i clienti automotive, la produzione di chip è iniziata a settembre, ovvero con tre mesi di anticipo sul programma. Da quando nel 2010 è stata introdotta la tecnologia a 200 millimetri, Bosch ha investito oltre 2,5 miliardi di euro solo nelle fabbriche di wafer di Reutlingen e Dresda.

Apollo Tyres entra nel mercato degli pneumatici per autobus con il nuovo EnduComfort CA ad alte prestazioni

Apollo Tyres lancia sul mercato il suo primo pneumatico per autobus: il nuovissimo EnduComfort CA, che garantisce livelli elevati di chilometraggio, durata e aderenza in tutte le condizioni atmosferiche, nonché standard di comfort superiori per passeggeri e conducenti.

 

EnduComfort CA è stato progettato e sviluppato in Europa nel centro di ricerca e sviluppo di Apollo Tyres e viene prodotto nello stabilimento in Ungheria. Per realizzare lo pneumatico, Apollo Tyres ha sfruttato le proprie capacità produttive e la diffusione sul mercato globale del trasporto. L’azienda è presente in tutti i paesi europei e dispone di oltre 500 rivenditori per la distribuzione e l’assistenza: una struttura organizzativa che consentirà all’azienda di supportare il lancio del nuovo pneumatico.

 

Sviluppato per l’uso su medie e lunghe distanze, il nuovo pneumatico EnduComfort CA è dotato di una mescola del battistrada avanzata e di una carcassa rinforzata che insieme contribuiscono a ridurre al minimo l’abrasione, a limitare il surriscaldamento e garantire un’usura uniforme. Il risultato è un elevato livello di durata (1,9 volte superiore rispetto ai requisiti minimi dell’UE) e prestazioni in termini di chilometraggio in linea con quelle di pneumatici per autobus sviluppati da produttori premium. EnduComfort CA è stato inoltre certificato per l’aderenza in tutte le condizioni atmosferiche con il simbolo “alpino” 3PMSF, Three Peak Mountain Snowflake: un fiocco di neve racchiuso nel profilo di una montagna con tre cime.

 

Durante il processo di sviluppo, l’aspetto economico è stato un fattore di cui si è tenuto conto per l’intero ciclo di vita del prodotto. Oltre a garantire la disponibilità di EnduComfort CA a un prezzo accessibile, Apollo Tyres ha dotato lo pneumatico di una carcassa con rivestimento ottimizzato a tele, progettata per facilitare la ricostruzione e massimizzarne ulteriormente la durata. EnduComfort CA vanta pertanto il miglior rapporto qualità/prezzo nel segmento degli autobus per il mercato europeo.

 

L’innovativo design del battistrada di EnduComfort CA è caratterizzato da esclusive scanalature a zig-zag per garantire standard di presa superiori su fondo bagnato e innevato, mentre i protettori della base delle scanalature offrono una maggiore protezione contro la foratura da sassi. Il design e la mescola del battistrada sono stati sviluppati per ridurre al minimo il rumore, garantendo un maggiore comfort ai passeggeri.

 

Il nuovo pneumatico per pullman Apollo è prodotto in Europa ed è disponibile nelle dimensioni 295/80 R22.5.

 

“Il mercato degli pneumatici per autobus è estremamente competitivo. Stiamo lanciando il nostro primo prodotto con la certezza di poter offrire la durata, le prestazioni e il comfort che i più esigenti proprietari di pullman e operatori di flotte in Europa ormai si aspettano”, ha commentato John Nikhil Joy, Cluster Director Europe – Truck & Bus Tyres presso Apollo Tyres. “Il team di ricerca e sviluppo responsabile di EnduComfort CA si è basato sul successo ottenuto dai prodotti Apollo Tyres nel settore autocarri, autovetture e agricolo, attingendo alle competenze nella progettazione e nella conoscenza dei materiali per offrire uno pneumatico che garantisca un equilibrio ottimale tra prestazioni e costi di proprietà ridotti”.

Volvo Trucks e DFDS collaborano per una catena di approvvigionamento basata sui trasporti elettrici

DFDS, la principale azienda di logistica e spedizioni dell’Europa settentrionale, e Volvo Trucks, uniscono le forze per l’elettrificazione dei trasporti pesanti. In una prima fase, DFDS utilizzerà un camion completamente elettrico per la consegna delle componenti allo stabilimento Volvo Trucks nei pressi di Göteborg. L’iniziativa rappresenta per il gruppo Volvo un passaggio fondamentale in direzione di una catena di approvvigionamento priva di combustibili fossili.

“Sono davvero felice e orgoglioso di collaborare con DFDS in questo percorso verso un settore dei trasporti più sostenibile. Il gruppo Volvo si è posto l’obiettivo di creare una catena di approvvigionamento priva di combustibili fossili, e quella di oggi è una tappa fondamentale del nostro cammino”, riferisce Roger Alm, Presidente di Volvo Trucks.

Volvo Trucks ha recentemente annunciato l’inizio delle vendite di tre nuovi veicoli pesanti completamente elettrici. Uno di questi è il modello Volvo FM Electric, che DFDS sarà una delle prime aziende a utilizzare nel traffico commerciale. A partire dall’autunno, il camion si occuperà delle consegne allo stabilimento Volvo Trucks di Göteborg. Inizialmente, la distanza prevista è di 120 km al giorno.

“Questo progetto elettrico su larga scala dimostra in modo tangibile le serie intenzioni di DFDS, interessata a rivestire un ruolo attivo in direzione della mobilità elettrica e di un settore dei trasporti più sostenibile”, dichiara Niklas Andersson, Vicepresidente esecutivo e Responsabile dei servizi logistici di DFDS.

Il gruppo Volvo è uno dei principali produttori al mondo di camion e altri veicoli, e di conseguenza anche uno dei principali acquirenti di servizi di trasporto. L’obiettivo è la creazione di una catena di approvvigionamento priva di combustibili fossili.

“Il nostro intento comune è di imparare gli uni dagli altri, per acquisire informazioni più approfondite su temi di vitale importanza, quali la capacità delle batterie, la pianificazione degli itinerari, il processo di ricarica, le esperienze dei conducenti e molto altro ancora. La mobilità elettrica è molto più di un semplice camion: è una soluzione completa”, spiega Roger Alm.

Una potente stazione di ricarica
Per far fronte alle esigenze future, DFDS ha deciso di realizzare presso il suo deposito di Göteborg la più potente stazione di ricarica oggi sul mercato, con una capacità di 350 kW.

“Siamo solo all’inizio del nostro percorso verso la mobilità elettrica e ci è chiara la fondamentale importanza della capacità di ricarica. L’esperienza e le conoscenze acquisite insieme a Volvo saranno preziose durante la fase di incremento della domanda e ci consentiranno di valutare la capacità delle batterie in base agli itinerari e alle singole operazioni di consegna”, continua Niklas Andersson.

La gamma più completa del settore
Con l’inizio delle vendite dei tre nuovi modelli di veicoli pesanti elettrici – Volvo FH, FM e FMX – Volvo Trucks dispone ora di un’eccezionale gamma di ben sei camion elettrici, per carichi medi e pesanti. Al momento è la gamma commerciale di camion elettrici più completa del settore.

“Con l’introduzione di questi nuovi veicoli completamente elettrici, con capacità di carico più elevate e sistemi di trasmissione più potenti, riteniamo sia arrivato il momento per una rapida ripresa dell’elettrificazione del settore dei trasporti pesanti su strada”, conclude Roger Alm.

Classe e design da vendere: nuovo Opel Movano e Movano-e

Il nuovo Opel Movano è il furgone più grande della gamma di veicoli commerciali leggeri di Rüsselsheim. Con la nuova generazione, ora il Movano inizia a essere anche un partner elettrico a batteria per i commercianti e gli artigiani. Il rivoluzionario Opel Movano-e è il primo modello elettrico tra i grandi furgoni del marchio tedesco. Al contempo, come le versioni con motori diesel, il Movano-e detta degli standard di categoria in ambiti essenziali come carico utile, volume di carico e peso complessivo consentito. Insieme a un gran numero di varianti di carrozzeria, nonché lunghezze e altezze del veicolo, il nuovo Movano rappresenta l’offerta più forte che Opel abbia mai avuto in questa classe. Fin dall’avvio delle vendite, la prossima generazione di Movano potrà essere ordinata sia con moderni motori diesel, potenti ed efficienti, sia nella versione Movano-e elettrico a batteria. Il primo Movano sarà distribuito già quest’anno ai concessionari Opel.

 

Con il nuovo Movano-e, completiamo la nostra gamma di veicoli commerciali elettrici. In questo modo, i nostri clienti che operano nel commercio e nell’artigianato possono viaggiare senza emissioni. Siamo convinti che acquisiremo ulteriori quote di mercato per Opel con la nuova generazione di Movano”, spiega Michael Lohscheller, CEO di Opel.

 

Che venga usato per il trasporto di persone o le consegne in città, come camper o veicolo refrigerato, le possibilità di impiego del nuovo Opel Movano sono pressoché inesauribili. Anche con il suo design Movano chiarisce fin dal primo sguardo che combina dinamismo con la massima efficienza. Anche con il Movano-e completamente elettrico, i commercianti e i gestori di flotte non devono scendere a compromessi: esso presenta le stesse qualità esemplari dei furgoni con propulsori diesel e, grazie alla sua guida a emissioni zero, è una vera alternativa ai veicoli commerciali alimentati in maniera convenzionale.

 

Furgone elettrico dal design intelligente con due dimensioni di batteria, diesel ad alta efficienza

 

Con una potenza di 90 kW/122 CV e una coppia massima da fermo di 260 newtonmetri, il nuovo Movano-e soddisfa con sicurezza tutte le esigenze del lavoro quotidiano in città e negli ambienti extra urbani. Il furgone elettrico raggiunge una velocità massima controllata elettronicamente di 110 km/h ed è dotato, a seconda della variante di modello e della scelta del cliente, di una batteria agli ioni di litio con una capacità di 37 o 70 kWh. A seconda dello stile di guida e delle condizioni esterne, il nuovo Movano-e può percorrere rispettivamente fino a 117 o 224 chilometri secondo WLTP[3] senza soste per la ricarica.

 

Le batterie sono installate nel pianale del veicolo tra gli assi in modo da non limitare la funzionalità e il volume di carico del Movano-e. Inoltre, la loro posizione nella parte inferiore nel veicolo contribuisce ad abbassare il baricentro, cosa che risulta particolarmente evidente in curva e in caso di venti trasversali. A rendere Movano-e ancora più efficiente è il sistema di frenata rigenerativa ultra-moderno con cui il furgone elettrico recupera energia in fase di accelerazione o di frenata.

 

Oltre al Movano-e elettrico a batteria, anche le versioni diesel definiscono gli standard in termini di efficienza dei consumi e basse emissioni di CO2. I motori diesel da 2,2 litri con una gamma di potenza da 88 kW/120 CV a 121 kW/165 CV soddisfano su tutta la linea i severi standard sulle emissioni Euro 6d. L’elevata coppia già a basso regime di giri varia da 300 newtonmetri a 1‘500 giri/min a 370 newtonmetri a 1‘750 giri/min. I mezzi a trazione anteriore sono sempre dotati di un moderno cambio manuale a sei marce.

 

Ampia gamma con quattro lunghezze del veicolo, tre altezze e un volume di carico fino a 17 m3

 

Opel Movano è caratterizzato da bassi costi di esercizio, un’ampia gamma di varianti di carrozzeria e ottime capacità di carico. I clienti Movano possono scegliere tra quattro lunghezze (L1-4) e tre altezze (H1-3) per il furgone. Il volume massimo di carico varia da 8 a 17 metri cubi. Le porte della versione H3 sono alte 2,03 metri, anch’esse le migliori della categoria. Insieme a un angolo di apertura fino a 180 gradi (opzionalmente fino a 270 gradi), le porte a battente rendono particolarmente agevole il carico dalla parte posteriore. Il peso complessivo consentito dell’Opel grande varia da 2,8 a 4,0 tonnellate, in modo che possa sostenere un carico utile fino a 2,1 tonnellate. La soglia di carico è di soli 494 millimetri (a seconda della variante), la larghezza di carico tra i passaruota è di 1‘422 e di 1‘870 millimetri tra le pareti laterali. Il vano di carico del nuovo Movano traccia così la rotta per i concorrenti.

 

La cabina standard può ospitare tre persone su una fila; la cabina doppia, disponibile opzionalmente, dispone di una seconda fila di sedili per quattro passeggeri aggiuntivi. Il Movano estende la gamma di applicazioni nella versione piattaforma-cabina, con diverse configurazioni di cabina. Inoltre, il Movano è la base perfetta per conversioni speciali e sovrastrutture da ribaltabili ad autocarro a cassone fino a camper (per il tempo libero).

 

Sistemi di assistenza hightech per la massima sicurezza per tutti gli utenti della strada

 

I sistemi di assistenza all’avanguardia del nuovo Opel Movano non solo rendono la guida più rilassata per conducente e passeggeri, ma aumentano anche la sicurezza di tutti gli utenti della strada. L’ampio portafoglio di tecnologie, molte delle quali sono disponibili già di serie sul veicolo, spazia dall’assistente alla frenata di emergenza automatica al sistema di avviso angolo cieco, all’assistente per il mantenimento della corsia fino al controllo della partenza in salita. Questo supporta il conducente durante le manovre di sorpasso nel mantenere la giusta distanza dal veicolo che segue quando intende rientrare nella corsia di destra con il Movano e il rimorchio.

 

Con OpelConnect e l’app myOpel sono presenti numerosi servizi e possibilità di comando su smartphone per i veicoli commerciali leggeri e i modelli elettrificati.

Il nuovo Movano si affianca a Opel Combo e Opel Vivaro come membro più giovane della fortunata famiglia di veicoli commerciali Opel. Con Movano-e, anche il portafoglio di veicoli commerciali del marchio sarà completamente elettrificato entro la fine dell’anno.

 

[3] L’autonomia – provvisoria – indicata è stata determinata secondo la procedura di prova WLTP (Regolamento (CE) n. 715/2007 e (UE) n. 2017/1151). L’autonomia effettiva può variare nelle condizioni quotidiane e dipende da diversi fattori, tra cui – in particolare – lo stile di guida individuale, le caratteristiche del fondo stradale, la temperatura esterna, l’utilizzo del riscaldamento e del climatizzatore, nonché del precondizionamento termico.

MICHELIN: NEUTRALITA’ DI CARBONIO ENTRO IL 2050 – Processi industriali più efficienti e due nuovi pneumatici “CO2 Neutral”

Per raggiungere la neutralità di carbonio entro il 2050, il Gruppo Michelin si è prefissato un primo traguardo a orizzonte 2030, con obiettivi legati sia ai processi industriali, sia al prodotto finito:

  • Ridurre del 50% le emissioni di CO2 dei propri stabilimenti rispetto al 2010,

  • Aumentare il contenuto di materie prime sostenibili in tutti i suoi prodotti al 40%, per raggiungere il 100% entro il 2050.

 

Altro importante tassello della “All Sustainable Strategy” annunciata da Michelin, è la volontà di progredire in tutti gli indicatori (finanziari, ambientali, sociali, culturali) promuovendo innovazione, equità, sicurezza e buone pratiche industriali in ogni stabilimento, attraverso quella che è definita la strategia delle tre P (People, Planet, Profit), in cui le necessità di generare profitto, deve necessariamente coesistere con le esigenze delle persone e del pianeta.

Per perseguire questi obiettivi, la strategia di Michelin poggia su progetti diversificati che, oltre a lavorare su processi industriali sempre più efficienti, comprende l’espansione della propria presenza anche nei campi dei servizi & soluzioni inerenti alla mobilità, nel mercato dei compositi flessibili, stampa 3D, apparecchiature mediche e logistica e, infine, nella produzione di energia rinnovabile a idrogeno, grazie ai sistemi fuel-cell di Symbio, filiale del Gruppo Michelin da inizio 2019.

 

UNA NUOVA GENERAZIONE DI PNEUMATICI

 

In linea con questi obiettivi, nella primavera di quest’anno sono stati lanciati due nuovi pneumatici che includono nella loro progettazione l’analisi dell’intero ciclo di vita: MICHELIN e.PRIMACY, dedicato ad autovetture e SUV, e Pilot Sport EV, il primo pneumatico sportivo dedicato alle vetture elettriche ad alte prestazioni, ad essere disponibile sia in primo equipaggiamento, sia al ricambio.

Entrambi concepiti per essere CO2 neutrali al momento dell’acquisto (1), racchiudono una serie di innovazioni che consentono loro di migliorare le prestazioni energetiche e, conseguentemente, di ridurre i consumi dei veicoli su cui sono montati.

MICHELIN e.PRIMACY

 

MICHELIN e.PRIMACY è il primo pneumatico sul mercato per il quale è stata pubblicata la Dichiarazione Ambientale di Prodotto(2).

Interamente prodotto in Europa occidentale, gran parte della produzione avverrà nello stabilimento Michelin di Cuneo, il più grande sito industriale dell’Europa occidentale che impiega circa 2000 persone e che si conferma un riferimento nell’innovazione di Michelin.


Dotato della più bassa resistenza al rotolamento della sua categoria (3)(4), MICHELIN e.PRIMACY è tra i pochissimi sul mercato a poter vantare la classificazione in classe “A” in efficienza energetica e “B” in resistenza al rotolamento (5).

La bassa resistenza al rotolamento di MICHELIN e.PRIMACY si traduce per l’automobilista in un risparmio fino a 0,21 litri di carburante ogni 100 chilometri, pari a circa 80€ lungo l’intera vita del pneumatico. (6)(7)

L’utilizzo di meno carburante comporta inoltre una riduzione delle emissioni di CO2. Per l’ambiente, questo guadagno può essere stimato in 174kg durante la vita di un pneumatico, (7) corrispondente alle emissioni di CO2 generate da un veicolo che viaggia per più di 1.600 km. (8)

Allo stesso modo, questa maggiore scorrevolezza migliora l’efficienza energetica di un veicolo elettrico, aumentandone così la sua autonomia di circa il 7%, quasi 30 km di maggior percorrenza per un veicolo con un’autonomia di 400 km (6) rispetto ad altri pneumatici della sua categoria. (1)

Inoltre, MICHELIN e.PRIMACY ha un elevato livello di performance dal primo all’ultimo chilometro, tratto distintivo dei pneumatici Michelin.

L’affermazione trova riscontro nel test di frenata su bagnato, attualmente utilizzato come riferimento per l’omologazione europea R117 dei pneumatici nuovi, (9) che MICHELIN e.PRIMACY è in grado di superare anche da usurato, dopo aver percorso 30.000 km.

Disponibile dallo scorso marzo in 56 dimensioni, dai 15 ai 20 pollici, il pneumatico MICHELIN e.PRIMACY potrà equipaggiare i veicoli più diffusi sul mercato.

 

 

MICHELIN PILOT SPORT EV

 

Primo pneumatico Michelin ad essere sviluppato specificamente per offrire un miglior comportamento e una maggiore autonomia delle auto sportive elettriche – fino a 60km di autonomia in più (11) – è anche il primo ad essere disponibile sia per il primo equipaggiamento, sia per il mercato del ricambio.

Frutto dell’esperienza maturata in sei stagioni di Formula E, MICHELIN Pilot Sport EV incorpora la tecnologia ElectricGrip CompoundTM, che utilizza una mescola più dura al centro del battistrada – così da offrire un’elevata aderenza per gestire gli elevati livelli di coppia che caratterizzano le auto sportive elettriche – e una mescola ad alta efficienza sulle spalle, che riduce il consumo di energia per le distanze più lunghe e consente un elevato chilometraggio. Ulteriore caratteristica del nuovo MICHELIN Pilot Sport EV è l’utilizzo della tecnologia Michelin AcousticTM, che consiste in un inserto in schiuma di poliuretano appositamente sviluppato per ridurre il rumore percepito nell’abitacolo ed aumentare il piacere di guida di un’auto elettrica (12).


Nel contempo, il fianco del pneumatico MICHELIN Pilot Sport EV riprende lo stesso design della versione adottata nella Formula E, con “effetto velluto”.

Michelin è attualmente l’unico produttore presente sia nel primo equipaggiamento, sia sul mercato del ricambio con pneumatici dedicati alle auto sportive elettriche. Il MICHELIN Pilot Sport EV entrerà progressivamente in commercio nel corso del 2021 in 16 dimensioni (primo equipaggiamento: 11 misure / ricambio: 5 misure) per cerchi dai 18 ai 22 pollici.

Il MICHELIN Pilot Sport EV è già commercializzato in Cina e sarà disponibile per i veicoli lanciati in Europa e Nord America dal terzo trimestre del 2021. In questo segmento di mercato ad alto tasso di crescita, Michelin prevede d’incrementare le vendite di otto volte entro il 2024.

 

 

Pneumatici eco-responsabili, CO2 neutrali al momento dell’acquisto (1)

 

Per ottenere la neutralità di carbonio sull’intero ciclo vita del pneumatico e rispondere così alle esigenze dei possessori di auto sportive elettriche, Michelin si è impegnata a neutralizzare le emissioni di CO2 associate alla produzione e al trasporto dei pneumatici fino al momento del loro acquisto. Questo processo è ottenuto attraverso il finanziamento di progetti volti a compensare e assorbire le emissioni residue di CO2 associate alla produzione di pneumatici, attraverso il Livelihoods Carbon Fund, sino al giorno in cui risulterà possibile eliminarle completamente.

 

  1. Neutralità CO2 al momento dell’acquisto – Michelin ha ridotto le emissioni di C02 dei suoi siti industriali del 25 % dal 2010 e punta alla neutralità

dell’impronta di carbonio entro il 2050. Michelin è impegnata nel finanziamento di progetti volti ad assorbire o evitare le emissioni di CO2 e attinge ai crediti di carbonio derivanti da tali progetti fino al livello delle emissioni residue legate alla produzione dei pneumatici MICHELIN e.PRIMACY (dall’estrazione delle materie prime al trasporto al cliente). Programma realizzato in collaborazione con Livelihoods carbon fund che finanzia progetti di rimboschimento di alberi o l’installazione di forni a basso consumo energetico in diversi paesi del mondo.

  1. www.environdec.com/Detail/epd2119

  2. MICHELIN e.PRIMACY è considerato nella categoria dei pneumatici estivi Premium come le marche CONTINENTAL, GOODYEAR, BRIDGESTONE, PIRELLI, DUNLOP, e che non sono destinati all’utilizzo in Primo Equipaggiamento (cioè non progettati per raggiungere gli obiettivi di specifici produttori di auto) ma pneumatici che possono essere acquistati presso i rivenditori.

 

  1. Test sulla Resistenza al Rotolamento condotto su macchina da Applus Idiada, su richiesta di Michelin, Giugno (a pneumatico nuovo) & Agosto (a 2mm di residuo battistrada) 2020, sulla dimensione 205/55 R16 91V, comparando MICHELIN e.PRIMACY (nuovo : 5.58kg/t & usurato : 5.13kg/t) con MICHELIN PRIMACY 4 (nuovo : 7.74kg/t & Usurato: 6.25kg/t) ; BRIDGESTONE TURANZA T005 (nuovo : 7.17kg/t & usurato : 5.81kg/t) ; CONTINENTAL ECOCONTACT 6 (nuovo : 6.39kg/t & usurato : 5.49kg/t) ; CONTINENTAL PREMIUM CONTACT 6 (nuovo : 8,93kg/t & usurato : 6,94kg/t) ; DUNLOP BLURESPONSE (nuovo: 7.97kg/t & usurato: 5.54kg/t) ; GOODYEAR EFFICIENT GRIP 2 (nuovo: 7.01kg/t & usurato: 5.38kg/t) ; PIRELLI CINTURATO P7 BLUE (nuovo : 6.96kg/t & usurato : 6.30kg/t) ; PIRELLI CINTURATO P7 (nuovo : 8.79kg/t & usurato : 6.97kg/t). La guida eco-responsabile dipende in particolare dalle abitudini di guida, dal veicolo o dalla pressione dei pneumatici.

  2. Analisi della classificazione estiva dei pneumatici delle autovetture, basata sul database Lizeo a giugno 2020.

  3. Da nuovo, MICHELIN e.PRIMACY ha una Resistenza al Rotolamento media di 2kg/t inferiore ai concorrenti, equivalente ad una riduzione del consumo di carburante fino a 0,21l/100km, equivalente di un guadagno in emissioni di C02 fino a 5g per una VW Golf 7 1.5 STI o fino al 7% in più di autonomia per una VW e.Golf.

  4. Durante l’utilizzo, MICHELIN e Primacy ha una Resistenza al Rotolamento media di 1,5kg/t inferiore ai concorrenti, equivalente a un risparmio di carburante fino a 80€. Questo guadagno è equivalente a 174kg di CO2 salvati. I guadagni in utilizzo sono stimati sulla media dei dati dei pneumatici nuovi e usurati a 2mm per tenere conto delle prestazioni sull’intero ciclo di vita del pneumatico -Tutti i guadagni sono stimati su una base di 35 000 km e un prezzo del carburante di 1,46€/ L (https://ec.europa.eu/energy/data-analysis/weekly-oil-bulletin_en 6/1/2020 ponderato sui primi 10 paesi per i movimenti di autoveicoli sul territorio nazionale ed estero – https://ec.europa.eu/eurostat/web/transport/data/database). Il risparmio effettivo di carburante e costi può variare a seconda delle abitudini di guida, del veicolo o della pressione dei pneumatici.

  5. 174 kg di CO2 corrispondono a 1,611 km percorsi da una VW Golf VII (2) MY2020 1.5 TSI EVO 130 BLUEMOTION TECHNOLOGY 7CV CARAT BV6 5P

(https://www.lacentrale.fr/fiche-technique-voiture-volkswagen-golf-vii+(2)+1.5+tsi+evo+130+bluemotion+technology+7cv+confortline+bv6+5p-

2020.html) (Fonte: https://www.iea.org/areas-of-work/programmes-and-partnerships/the-iea-mobility-model).

  1. Nuovo & Usurato (usurato significa usurato su una macchina (raspato) alla profondita dell’indicatore di usura, in accordo con la regolamentazione europea per l’indicatore di usura ECE R30r03f), su MICHELIN e.Primacy 205/55 R16 91V, è al di sopra della soglia di aderenza sul bagnato prevista dalla normativa europea R117.

  2. Calcolo interno effettuato presso il centro tecnologico Michelin di Ladoux, vicino a Clermont-Ferrand, Francia. Bollettino tecnico del 27 settembre 2016 dal titolo “Les matières premières, la consommation de carburant et les émissions de CO2 liés au remplacement précoce des Pneus Tourisme” (materie prime, consumo di carburante ed emissioni di CO2 derivanti dalla sostituzione anticipata dei pneumatici per autovetture).

  3. Studio interno sulla resistenza al rotolamento, eseguito nell’Ottobre 2020 sulla dimensione 255/45 R19, confrontando MICHELIN Pilot Sport EV (6.7kg/t) a MICHELIN Pilot Sport 4 SUV (8.8kg/t). Nel caso di un veicolo elettrico dal peso di 2.151kg e autonomia di 540km, la differenza (2.1kg/t) si traduce in più di 60km di autonomia aggiuntiva, ovvero il 10% in più rispetto all’autonomia originale.

  4. Studio sulla misurazione del rumore interno effettuata da Michelin nel 2016, utilizzando la KIA Cadenza con pneumatici 245/45 R19. Livello di rumore misurato nella frequenza “170-230Hz”. I risultati possono variare a seconda del veicolo, del modello e della dimensione dei pneumatici, oltre che della velocità e condizioni dell’asfalto.

 

IVECO presenta il nuovo IVECO T-WAY: il veicolo più tenace progettato per le missioni off-road più estreme

IVECO presenta il nuovo IVECO T-WAY, il veicolo per applicazioni off-road, alla rete di concessionari e alla stampa internazionale. L’IVECO T-WAY dà continuità alla robustezza e all’affidabilità di una gloriosa stirpe di veicoli off-road del brand IVECO e presenta soluzioni tecnologiche all’avanguardia con l’obiettivo di superare ogni aspettativa in termini di produttività, capacità di carico utile, sicurezza e comfort di guida. L’insieme di queste caratteristiche, quali estrema robustezza, prestazioni elevate e affidabilità, sono esplicitamente espresse dal tema della campagna di lancio: “IVECO T-WAY. TRATTALO MALE”.

 

Il lancio virtuale, ospitato sul canale digitale IVECO Live Channel, ha lo scopo di far rivivere un’esperienza unica agli spettatori, raccontando una storia immersiva fatta di video e interazioni dal vivo, un modo per far intraprendere agli ospiti un viaggio alla scoperta del mondo off-road di IVECO e del nuovo arrivato nella leggendaria gamma.

 

Luca Sra, Chief Operating Officer della Truck Business Unit IVECO, ha dichiarato: “Con il lancio dell’IVECO T-WAY, erede al trono del TRAKKER come ‘il più forte tra i pesanti’, oggi apriamo un nuovo capitolo nella straordinaria storia off-road di IVECO. Questo mezzo extra-pesante, un vero e proprio campione in termini di prestazioni, robustezza e durabilità, andrà a consolidare ulteriormente la posizione di IVECO nel settore off-road pesante. L’IVECO T-WAY è l’ultimo tassello del rinnovo della gamma pesante IVECO WAY, una delle più originali, performanti e innovative sul mercato.”

 

Thomas Hilse, IVECO Brand President, ha affermato: “Con l’IVECO S-WAY abbiamo sconvolto il settore. Oggi stiamo facendo lo stesso nell’off-road. Porteremo il trasporto pesante nel futuro anche in questo segmento, anzi il futuro è già qui, con l’IVECO T-WAY. Abbiamo progettato l’IVECO T-WAY con l’ambizione di definire un nuovo standard di robustezza, affidabilità, efficienza, maneggevolezza, flessibilità di allestimento e servizi connessi – e design, un ‘must’ per ogni brand italiano. Il nome dice tutto: T come Tenace!”

 

“T” COME TENACE: progettato per la massima robustezza e affidabilità

L’IVECO T-WAY è stato progettato per offrire la migliore performance in ogni applicazione off- road. Si distingue per le straordinarie prestazioni, la robustezza e la rigidità torsionale. Mantiene la leggendaria robustezza dei suoi predecessori grazie al telaio in acciaio ad elevata resistenza con longheroni spessi 10 mm e con un momento torcente da 177 kNm, il migliore del segmento. L’assale anteriore vanta una capacità massima di 9 tonnellate. Il veicolo è dotato posteriormente di Hub Reduction di serie per massimizzare robustezza e prestazioni.

 

La nuova sospensione pneumatica posteriore heavy-duty per assali tandem ottimizza il peso del veicolo e migliora le prestazioni off-road con una maggiore altezza libera da terra e un migliore angolo di uscita.

 

L’IVECO T-WAY garantisce tutta la potenza necessaria per la trazione e l’utilizzo della presa di forza (PTO), grazie all’affidabilità e all’efficienza della motorizzazione IVECO Cursor da 13 litri, capace di sviluppare fino a 510 cv– superando il Trakker di 10 cv. Per alcune configurazioni più leggere a trazione integrale, è disponibile anche la motorizzazione Cursor 9.

 

I motori possono essere abbinati alla nuova trasmissione automatizzata HI-TRONIX a 12 o 16 velocità, che offre nuove funzioni appositamente studiate per la mobilità off-road. Tra queste si trovano la funzione Hill Holder, per agevolare la partenza in presenza di forti pendenze; la modalità Rocking, per disinnestare la frizione quando il veicolo è bloccato, rilasciando l’acceleratore; la modalità Creep, che permette di eseguire manovre precise a velocità ridotta, rilasciando il pedale del freno; il sistema HI-CRUISE ottimizza ulteriormente l’efficienza della trasmissione grazie al cambio marce predittivo, al Cruise Control predittivo e alla funzione Eco-Roll, che sfrutta l’inerzia del veicolo in discesa.

 

Con questi nuovi algoritmi, il cambio HI-TRONIX fornisce la strategia di cambio marcia ideale per qualsiasi applicazione.

 

PRODUTTIVITÀ ED EFFICIENZA: il camion totalmente connesso con un carico utile ancora maggiore

L’IVECO T-WAY è stato progettato per massimizzare efficienza e produttività ed è dotato di un insieme di caratteristiche, tra cui una minore tara del veicolo, nuove funzioni telematiche e servizi digitali. Include anche un’alternativa per il risparmio di carburante nelle missioni che richiedono un’occasionale capacità di trazione integrale All Wheel Drive (AWD): il sistema di trazione idrostatica HI-TRACTION per i cabinati e i trattori 6×4. Il sistema funziona fino a 25 km/h e si attiva automaticamente per fornire, laddove necessario, una maggiore trazione idrostatica alle ruote anteriori, fornendo importanti vantaggi in termini di consumi e carico utile rispetto alla soluzione con trazione integrale.

 

La tara del veicolo è stata ridotta di 325 kg rispetto al Trakker grazie al nuovo design del supporto tandem sugli assali posteriori, ora composto da un singolo componente di fusione.

 

L’IVECO T-WAY presenta la connettività migliore della categoria, il segno distintivo della gamma WAY, attraverso la Connectivity Box di serie. Il sistema di connettività fornisce capacità di telediagnosi e manutenzione predittiva, consentendo ai gestori di flotte di monitorare da remoto e in qualsiasi momento le prestazioni di ciascun veicolo, in modo da assicurare la massima efficienza. Il portfolio in costante espansione dei servizi di connettività IVECO ON è incentrato sulla massimizzazione della produttività e della durata del veicolo, minimizzando i fermi imprevisti.

 

FLESSIBILITÀ ESTREMA: il mezzo off-road più predisposto ad ospitare varie tipologie di allestimento

Grazie alla sua straordinaria flessibilità, l’IVECO T-WAY è destinato a diventare un valido supporto per ogni allestitore. Con versioni rigide e articolate, presenta la più ampia offerta di catene cinematiche sul mercato: trazione parziale per i modelli cabinati e trattori 6×4 e cabinati 8×4 e trazione integrale per i modelli cabinati e trattori 4×4 e 6×6 e cabinati 8×8. La gamma a trazione integrale è stata estesa con nuovi passi (4 m, 4,2 m e 4,5 m) che permettono di trasportare carichi speciali senza alcuna necessità di modifica del telaio.

 

La nuova architettura del sistema elettrico ed elettronico HI-MUX è totalmente compatibile con i sistemi di comando di ultima generazione. La nuova line-up di prese di forza include una PTO ad alte prestazioni di tipo “sandwich” che fornisce una coppia massima di 2.300 Nm.

 

L’incredibile versatilità, l’ampiezza e la profondità della gamma e la vasta selezione di varianti rendono l’IVECO T-WAY il veicolo perfetto per qualsiasi tipo di allestimenti e missioni specifiche.

 

IVECO T-WAY: il comfort e la sicurezza dei conducenti

La cabina dell’IVECO T-WAY condivide il design confortevole della gamma IVECO WAY, caratterizzato da linee dinamiche e aerodinamiche. Disponibile in due versioni – cabina corta AD e cabina lunga AT con tetto basso o alto – è incentrata sulla funzionalità, al fine di facilitare il lavoro quotidiano dei conducenti mediante caratteristiche orientate a migliorare la visibilità, massimizzare la pulizia e semplificare le operazioni di manutenzione e riparazione. L’intera area di guida è stata studiata per creare un ambiente pratico e facilmente vivibile. Il sedile di guida, comodo ed ergonomico, è abbinato a un nuovo concept di volante multifunzionale per offrire agli autisti il massimo comfort.

 

La sicurezza dei driver riveste un ruolo fondamentale nelle difficili condizioni che l’IVECO T-WAY si trova ad affrontare. Il veicolo è progettato per garantire la massima protezione, con funzioni di sicurezza che superano di gran lunga i requisiti di omologazione. Il nuovo impianto frenante con freni a disco su tutti gli assi, sui modelli a trazione parziale (PWD), e l’EBS con assistenza alla frenata aumentano di molto la sicurezza del driver. Inoltre, tutti i modelli sono dotati di nuovi ADAS (sistemi avanzati di assistenza alla guida).

 

La gamma completa dell’off-road di IVECO: il nuovo IVECO T-WAY insieme all’IVECO X-WAY

L’IVECO T-WAY e l’IVECO X-WAY completano la line-up dell’off-road, una delle più ricche e innovative sul mercato.

 

L’IVECO X-WAY è il “crossover” pesante ideale per l’utilizzo on-road per il 90% del tempo, in grado di affrontare il cosiddetto “ultimo miglio” off-road per l’arrivo in cantiere. Costruito per un’ampia gamma di applicazioni e progettato per offrire la massima flessibilità, grazie alle numerose varianti di telai, cabine e assali, il modello IVECO X-WAY garantisce, oltre a robustezza e affidabilità, tutta la sicurezza, il comfort e l’efficienza indispensabili in un veicolo on-road. L’IVECO X-WAY è il veicolo perfetto per tutti quei mercati che presentano limiti rigorosi sul peso totale consentito, in cui il carico utile finale rappresenta un importante fattore di produttività.

 

GAMMA IVECO WAY: una line-up completa, con una soluzione per qualsiasi missione heavy- duty

Il lancio di oggi va a completare la gamma IVECO WAY, che finalmente offre un’ampia line-up composta da mezzi pesanti di prima qualità adatti a qualsiasi missione:

  • IVECO S-WAY: il mezzo pesante on-road più performante ed efficiente della sua categoria.

  • IVECO S-WAY Natural Power: il primo mezzo pesante a gas naturale progettato per le lunghe distanze.

  • IVECO X-WAY: la “combinazione perfetta” tra eccellenza sulle lunghe distanze e la robustezza off-road di IVECO.

  • IVECO T-WAY: il veicolo più tenace sul mercato pesante, che porta prestazioni, affidabilità e versatilità all’estremo.

YOKOHAMA BLUEARTH-VAN ALLSEASON RY61 – Il nuovo pneumatico 4 stagioni per il trasporto leggero

Yokohama lancia un’importantissima novità per il settore del trasporto leggero: BluEarth-VAN Allseason RY61, il primo modello 4 stagioni Yokohama per il questo segmento di mercato. 

Yokohama BluEarth-VAN Allseason RY61 presenta caratteristiche di guidabilità eccellente e un comfort elevato. La peculiarità che contraddistingue però questo modello è la sua efficacia in termini di performance in ogni condizione atmosferica di utilizzo. Nella migliore tradizione degli AllSeason e rispettando appieno la promessa di prodotto, l’RY61 garantisce infatti perfetta guidabilità su asciutto e bagnato in ogni stagione. 

La tenuta sul  bagnato in particolare caratterizza il modello REY61, capace anche di ottenere un’ottima resa chilometrica, qualità particolarmente ricercata in un prodotto destinato al trasporto di medio raggio. L’usura regolare del battistrada e la bassa resistenza al rotolamento di questo disegno contribuiscono a migliorarne l’efficienza energetica, importante sia sotto l’aspetto dei costi di esercizio sia per l’impatto ambientale.

La natura 4 stagioni è comprovata dall’apposizione dello snowflake sul fianco dello pneumatico, in perfetta corrispondenza con le disposizioni di legge. 

Il battistrada del BluEarth-VAN Allseason RY61 è composto da una fitta rete di scanalature di diversa angolazione, profondità e larghezza, capaci nel loro insieme di contrastare il fenomeno dell’aquaplaning. Le scanalature più piccole ai fianchi del disegno sono contraddistinte da lamelle uguali a quelle dei battistrada invernali, proprio per sostenere le prestazioni nel periodo più freddo dell’anno.

La scanalature sopra citate si intersecano all’intero di grandi blocchi che, soprattutto nella parte centrale del battistrada, concorrono a rendere stabile e resistente lo pneumatico. 

L’equilibrio prestazionale del BluEarth-VAN Allseason RY61 risponde a un’esigenza di mercato e di sicurezza attuale: Yokohama Rubber ha così messo sul campo le proprie migliori risorse tecnologiche per assicurare uno pneumatico di alto livello e grande versatilità.

Yokohama BluEarth-VAN Allseason RY61 è disponibile in una gamma di oltre 20 misure dai 15” ai 17”.

 

Sistema Loop Master™ – un nodo problematico sciolto egregiamente

Le presse imballatrici, tra le attrezzature più importanti in qualsiasi azienda agricola, esistono in varie forme dalla fine del 1800. Con la rapida meccanizzazione del settore agricolo nei primi anni del Novecento, le presse trainate da cavalli sono state gradualmente rimpiazzate da trattori a vapore, a loro volta sostituiti dai trattori con motore a scoppio. Negli anni Trenta, le presse vengono attaccate ai trattori consentendo di raccogliere automaticamente il fieno da terra, mentre nel 1940 New Holland realizza la prima pressa con pick-up e legatori automatici, automatizzando completamente il processo. 

Facendo un rapido salto in avanti di ottant’anni, si può dire che l’evoluzione della pressa non si è mai fermata. New Holland Agriculture, un marchio agricolo globale di CNH industrial N.V. (NYSE:CNHI / MI:CNHI), si è spinto costantemente in avanti con la tecnologia e l’innovazione. Riconoscendo che la qualità delle balle è fondamentale per garantire la massima produttività e il minimo spreco, il team di New Holland ha concentrato le proprie risorse su come migliorare ulteriormente questi due aspetti e, al contempo, su come rendere la pressatura ancora più sostenibile. Un componente chiave nel processo di pressatura è il legatore. Il legatore fissa lo spago attorno alla balla: se il nodo è debole o si rompe, la balla risulta compromessa con conseguente spreco di tempo, spago e prodotto raccolto.

Sulla gamma BigBaler High Density di New Holland è stato lanciato il sistema di legatura

Loop Master™. Questo innovativo sistema di legatura utilizza un nuovo tipo di doppio nodo di sicurezza, che risulta più robusto oltre ad avere numerosi altri vantaggi. Il processo di legatura ad anello infatti evita che gli scarti di spago vengano dispersi sul campo, tutelando così sia l’ambiente che la qualità del foraggio, e consentendo di produrre balle più robuste e di ottenere un risparmio economico.

 

La gamma MICHELIN X® Multi ™ Energy ™ amplia l’offerta autocarro

A partire dal 1 ° febbraio 2021 la gamma MICHELIN X® Multi ™ Energy ™ si arricchisce di due nuovi pneumatici 315 / 80R22.5 particolarmente adatti per il trasporto regionale: la versione per tutte le posizioni, MICHELIN X® Multi ™ Energy ™ Z e quella per l’asse motore MICHELIN X® Multi ™ Energy ™ D.

Lanciata nel 2018, la gamma MICHELIN X® Multi ™ Energy ™, nella misura 315 / 70R22.5, è la prima dedicata al trasporto regionale che pone l’accento sull’efficienza, migliorando i valori legati al consumo di carburante e alle emissioni di CO2, offrendo al contempo elevati livelli di durata chilometrica e di sicurezza.
Efficienza nei consumi combinata con un lungo chilometraggio si traduce in minori costi operativi riducendo il costo di proprietà del pneumatico. 

Le ultime due caratteristiche derivano dalla bassa resistenza al rotolamento del pneumatico, che consente di:

– Risparmiare fino a 1,1 litri di carburante ogni 100 chilometri rispetto alla gamma MICHELIN X® Multi ™ (basato sui calcoli VECTO1).
Con il carburante che rappresenta la seconda voce di spesa per un’azienda di autotrasporti, i pneumatici MICHELIN X® Multi ™ Energy ™ possono contribuire a ridurre i costi operativi della flotta.

– Ridurre l’impronta ambientale fino a 2,84 kg di CO2 per 100 chilometri2.
I pneumatici soddisfano le esigenze dei produttori di autocarri, che sono soggetti al Regolamento VECTO.

Le caratteristiche prestazioni della gamma MICHELIN X® Multi ™ Energy ™ riflettono i benefici derivanti da quattro tecnologie innovative e brevettate:

– La tecnologia MICHELIN Infinicoil utilizza un filo di acciaio continuo, lungo fino a 400 metri, che avvolge la struttura del pneumatico, conferendo stabilità, robustezza e resistenza per tutta la sua vita, aumentandone così il chilometraggio.

– La tecnologia MICHELIN Regenion si compone di una serie di elementi della scultura che si auto-rigenerano chilometro dopo chilometro, grazie a tecniche di stampa 3D su metallo, per offrire alti livelli di aderenza per tutta la vita del pneumatico, in qualsiasi condizione.

– La tecnologia MICHELIN Powercoil identifica una nuova generazione di cavi d’acciaio più robusti e resi più leggeri. Rispetto alla gamma precedente, il pneumatico è quindi più leggero, più resistente e offre una resistenza al rotolamento ancora più bassa.

– La tecnologia MICHELIN Duracoil riguarda una nuova concezione della zona bassa del pneumatico che include del nylon di alta qualità. Conferisce una maggior robustezza della zona bassa e ne migliora, la ricostruibilità.

La gamma MICHELIN X® MULTI ™ Energy™ può essere riscolpita e ricostruita, come tutti i pneumatici Michelin dedicati ai mezzi pesanti e beneficia della marcatura 3PMSF e M+S, offrendo un livello di aderenza molto elevato in qualsiasi condizione meteorologica.

  1. Fino a 1.1 l/100 km di miglioramento per il MICHELIN X® Multi™ Energy™ Z e D nella misura 315/70R22.5 rispetto al MICHELIN X® Multi™ Z and D nella stessa misura; e fino a 0.7 l/100 km di miglioramento per il MICHELIN X® Multi™ Energy™ Z e D nella misura 315/80R22.5 rispetto al MICHELIN X® Multi™ Z e D di pari misura.

  2. Fino a 2.84 kg di CO2/100 km risparmiati per il MICHELIN X® Multi™ Energy™ Z e D nella misura 315/70R22.5 rispetto al MICHELIN X® Multi™ Z e D nella stessa misura e fino a 1.8 kg of CO2/100 km risparmiati per il MICHELIN X® Multi™ Energy™ Z e D nella misura 315/80R22.5 rispetto al MICHELIN X® Multi™ Z e D di pari misura.

Valori certificati con lo strumento di calcolo VECTO che confronta il consumo di carburante e le emissioni di CO2 di un trattore standard 4×2 + semirimorchio 3 assi (con neutralizzazione dell’effetto semirimorchio) per uso regionale (50%) e lunga percorrenza (50%), con carico di riferimento standard.

Lo strumento di calcolo Vehicle Energy Consumption Calculation Tool (VECTO) è stato sviluppato dalla Commissione Europea con JRC, IVT e TUV GRAZ per fornire ai clienti informazioni sulle emissioni di CO2 degli autocarri che acquistano o guidano

 

Al via gli ordini dell’innovativo E-Ducato di Fiat Professional

Al via l’apertura dell’ordinabilità in Svizzera del nuovo E-Ducato, la versione 100% elettrica del best seller di Fiat Professional capace di garantire la continuità nella transizione tecnologica con prestazioni analoghe e a un costo equivalente. La sua gamma di configurazioni è capace di rispondere a qualunque necessità: Furgoni da 10 a 17m3, Cabinati in 4 differenti lunghezze e a seguire trasporto persone per coprire ogni esigenza di business. Volumetria di carico best in class da 10 a 17m3, portata fino a 1.910 kg e scelta modulare della batteria, con autonomie di percorrenza che vanno da oltre 230 a 370 chilometri in ciclo urbano; al lancio 2 differenti caricabatterie in AC abbinabili al Fast Charge in DC. È disponibile l’esclusiva App Pro Fit by E-Ducato per definire la miglior configurazione di E-Ducato sulla base dei dati reali di utilizzo, in modo da rispondere al meglio a ogni specifica esigenza. Al lancio inclusi 5 anni di Manutenzione Ordinaria e 5 anni di garanzia sul veicolo oltre a tanti vantaggi inclusi nel prezzo: Furgoni a partire da CHF 61’100 per la versione 3.5 t Passo Medio (10 m3 di carico) e Cabinati da CHF 61’300 con la versione 3.5 t Passo Medio. La gamma arriva sino al van 4,25 t.

Si aprono gli ordini del nuovo E-Ducato – il primo modello “full electric” di Fiat Professional pensato per il trasporto su strada per il primo e l’ultimo miglio – che assicura servizi di distribuzione in ambito cittadino e “near urban” veloci, affidabili e soprattutto sostenibili, grazie all’abbattimento delle emissioni in atmosfera.

L’arrivo in concessionaria del veicolo e le prime consegne sul mercato svizzero sono previste a partire dal mese di aprile.

Le carte vincenti del modello: caratteristiche, gamma, garanzia
L’E-Ducato propone una completa gamma di versioni nonché una scelta modulare di dimensioni della batteria, con autonomie di percorrenza che vanno da 235 a 370 chilometri in ciclo urbano (WLTP CITY Cycle), nel tipico ciclo di una “mission” di consegna in ambito urbano e in normali condizioni ambientali, a seconda della dimensione della batteria. Il tutto a fronte di prestazioni di assoluto interesse, con particolare attenzione al punto forte del Ducato: volumetria di carico best in class da 10 a 17m3, portata fino a 1.910 kg, la migliore della categoria. Il nuovo E-Ducato è un veicolo senza compromessi: 100% Ducato, 100% Elettrico. A queste caratteristiche vincenti, il nuovo E-Ducato ne aggiunge altre che ne fanno il punto di riferimento nel segmento sia in termini di features tecniche sia in termini di completezza della gamma. Ad esempio, offre due batterie, fino a 370 km di autonomia in urbano, e una portata ai vertici della categoria sia nelle versioni 3,5 ton rispetto ai competitors sia in termini assoluti considerando versioni 4,25 ton che arrivano a 1,9 ton di portata utile. Inoltre, sono disponibili 3 differenti caricabatterie in AC (da 6,7, 11kW e 22kw, quest’ultimo disponibile in un secondo momento) con la possibilità di avere Fast Charge in DC, combinabile con tutti e 3 i caricabatterie AC. La gamma comprende versioni Van da 10 a 17m3, Cabinati in 4 differenti lunghezze, Trasporto Persone (disponibile successivamente) per una copertura pressoché totale delle mission (85%).

Infine, il nuovo E-Ducato offre 8 anni o 160.000 km di garanzia per la batteria da 47 Kwh e 10 anni o 220.000 km per la batteria 79 Kwh.

Un modello al 100% elettrico che conquisterà il mercato con una strategia vincente
E-Ducato è anche “Easy to sell, Easy to buy” poiché si configura esattamente come qualsiasi Ducato nella costruzione del prezzo e nell’offerta dei pack, includendo naturalmente in più rispetto a un veicolo tradizionale specifiche caratteristiche legate all’elettrificazione. La versione elettrica garantirà la continuità nella fase di transizione tra termico ed elettrico con prestazioni analoghe e a un costo equivalente, su un periodo di utilizzo di cinque anni. Inoltre, le sue prestazioni sono le migliori della categoria sia in termini di volumetria e portata sia come garanzia sulle batterie (fino a 10 anni o 220mila km). Senza contare che il nuovo veicolo di Fiat Professional offre di serie il sistema Mopar® Connect con inclusi 6 mesi di servizi. Infine, l’elevata tenuta di valore nel tempo e i ridotti costi di mantenimento e riparazioni ne fanno davvero la scelta ideale per tutti i professionisti che ricercano soluzioni innovative e sostenibile nel settore del trasporto delle merci.

 

Tanti vantaggi inclusi nel prezzo
Il listino prezzi per i Furgoni va da CHF 61’100 per la versione 3.5t Passo Medio (10 m3 di carico) ai CHF 69’700 per la versione 3.5t Passo Extra Lungo Tetto Super Alto. Invece, per i Cabinati si parte da CHF 61’300 con la versione 3.5t Passo Medio. Inoltre, i veicoli dotati di batteria da 79 kwh includono il caricabatterie da 11 kw che assicura di completare tutte consegne, anche extra cittadine, in unico giorno. E in fase di lancio saranno compresi nel prezzo 5 anni di Manutenzione Ordinaria e 5 anni di garanzia sul veicolo. E-Ducato è anche “Easy to sell, Easy to buy” poichè si comporta come un tradizionale Ducato nella costruzione del prezzo, nell’offerta dei pack, includendo anche features elettriche specifiche.

 

App Pro Fit by E-Ducato
Gli esperti di Fiat Professional ed e-Mobility di Stellantis hanno lavorato a stretto contatto e hanno dato vita a un web tool operativo il cui obiettivo è far conoscere a chiunque sia interessato – in modo particolare a fleet manager e liberi professionisti – i vantaggi della nuova versione elettrica di Ducato. In questo modo sarà possibile essere guidati più facilmente nel percorso di scelta della versione di E-Ducato più adatta a ogni necessità di business. Si tratta di “Pro Fit by E-Ducato”, web tool gratuito, raggiungibile all’indirizzo https://profitbyeducato.com/#/login il cui sviluppo segue il lancio nell’estate 2020 delle app di pre-sales di Fiat e Jeep, GOe e GO 4xe. Una volta creata la flotta, per simularne la mission l’utilizzatore del web tool può inserire in modo facile e guidato le informazioni necessarie: il chilometraggio, la tipologia di percorso, i giorni e le settimane lavorative, il carico medio trasportato, il mix d’uso, la temperatura di utilizzo, gli slot di ricarica disponibili. La novità permetterà anche a chi gestisce una flotta di Light Commercial Vehicle di simulare l’utilizzo di una flotta 100% elettrica, nell’ottica di una mobilità urbana ed extra urbana sempre più sostenibile ed ecologica ma, allo stesso tempo, con prestazioni elevate e capace di soddisfare le esigenze di aziende e lavoratori.

 

Nel 2021 arrivano i nuovi pneumatici MICHELIN AM2 Competition Line

Michelin lancia due nuovi pneumatici dedicati alle MTB All Mountain: il modello MICHELIN FORCE AM² e il modello MICHELIN WILD AM², sono progettati per soddisfare le aspettative dei mountain biker alla ricerca di pneumatici ad alte prestazioni per la loro MTB All Mountain.

Questi due pneumatici forniscono robustezza, rigidità e grip per essere in linea con le prestazioni dalle moderne bici AM: più velocità, più assorbimento degli urti, più grip. Entrambi i modelli saranno disponibili per cerchi da 27,5 e 29 pollici e nelle larghezze da 2,40 e 2,60 pollici, che sono le misure di pneumatici più diffuse per le moderne bici AM.

Il MICHELIN FORCE AM2 è un pneumatico concepito per utilizzo su terreni compatti e misti che si affrontano anche a velocità elevate. Il battistrada ha una scultura direzionale progettata per un’eccellente efficienza di rotolamento, capace di fornire anche alti livelli di aderenza sia in frenata sia in fase di curva.
La scultura è caratterizzata da tasselli centrali allungati per ridurre la resistenza al rotolamento e per diminuire la penetrazione nel terreno. I numerosi spigoli del tassello sono studiati per ottimizzare la frenata e la trazione. I tasselli sulle spalle derivano dal pneumatico MICHELIN DH22 ed offrono aderenza e stabilità in curva oltre ad un comportamento progressivo e prevedibile. Il disegno del battistrada è stato ottimizzato nel rapporto pieni e vuoti tra i tasselli, per avere un elevata scorrevolezza sui tracciati sterrati.

Il pneumatico MICHELIN Wild AM2 è stato progettato per terreni misti e morbidi, dove il disegno del battistrada più aggressivo offre un elevato livello di aderenza. I tasselli centrali si ispirano a quelli del DH34, offrendo la massima penetrazione al suolo in fase di frenata per favorire la stabilità e il trasferimento delle forze frenanti specialmente sui terreni morbidi. I tasselli sulle spalle derivano anche loro da quelli utilizzati sul DH22 ma si differenziano da quelli del FORCE AM2 perché forniscono un maggior livello di grip in fase di curva, inclinati, su terreni misti e morbidi. Il disegno specifico dei tasselli sulle spalle conferisce stabilità ed un comportamento progressivo su questo tipo di terreni.

 

Al via gli ordini del nuovo Talento DCT

Talento aggiunge alla compattezza e all’agilità, e ai motori EcoJet brillanti ed efficienti, il nuovo cambio automatico Dual Clutch Transmission. Il nuovo Talento DCT risponde a ogni esigenza, unendo alla manovrabilità e ai consumi ridotti un piacere di guida ancora maggiore. 2 lunghezze, 2 altezze e 2 diversi passi, carico sino a 1,3 tonnellate, e all’interno grande ergonomia e tecnologia evoluta: il versatile modello di Fiat Professional grazie alla nuova trasmissione automatica continua a evolvere nel segno del comfort e della semplicità di guida. Talento DCT è ordinabile dal 25 novembre in tutte le concessionarie Fiat Professional in Svizzera, aperte al pubblico in totale sicurezza.

A un anno dalla presentazione del Model Year 2020, continua a evolvere il Talento di Fiat Professional, il veicolo commerciale che rappresenta il connubio perfetto tra agilità e prestazioni. Dopo il debutto del nuovo motore EcoJet da 2 litri, esordisce infatti oggi un’altra importante novità capace di garantire un comfort mai provato prima e un impareggiabile piacere di guida: il cambio automatico DCT – Dual Clutch Transmission – a doppia frizione. La nuova trasmissione a 6 marce esprime al meglio le sue caratteristiche di fluidità e comodità in particolare nella guida cittadina, mantenendo i consumi contenuti del modello. La modalità completamente automatica o sequenziale garantisce la massima flessibilità di guida. Questa trasmissione, abbinata alla manovrabilità del Talento, rende il van di Fiat Professional il mezzo ideale per l’ultimo miglio nelle consegne a domicilio delle merci acquistate online. Proprio in questa condizione particolarmente stressante, quando vengono effettuate centinaia di consegne al giorno in ambito urbano, e dove il guidatore deve districarsi nel traffico con frequenti stop&go, il Talento DCT dà il meglio di sé, riducendo lo stress di chi sta alla guida, migliorando il comfort e ottimizzando i consumi nell’utilizzo reale.

Potenza, coppia e consumi ridotti
Il nuovo cambio DCT di Talento gestisce ottimamente la coppia e la potenza delle motorizzazioni 2.0 EcoJet da 145 CV e 350 Nm di coppia e 170 CV e 380 Nm, di recente introduzione e omologate E6d-Temp. Il propulsore su tutte le sue declinazioni, è dotato di turbocompressore a geometria variabile che garantisce una guida più fluida e un motore più elastico sino dalle basse velocità, con conseguente riduzione dei consumi nel reale ciclo di utilizzo.

Talento: la risposta ideale per ogni esigenza
Il Talento rimane un punto di riferimento nel suo segmento per capacità di carico, compattezza e agilità, ma grazie al nuovo cambio DCT le sue doti vengono ulteriormente esaltate. Talento è disponibile in tutti i tipi di carrozzeria – furgone a tetto basso e tetto alto, trasporto persone N1 fino a 6 posti, doppia cabina e pianalato – e offre 2 lunghezze, 2 altezze e 2 diversi passi. Combinando questi elementi, il modello è la risposta a molteplici esigenze per il trasporto – da 5,2 a 8,6 metri cubi e con un peso lordo del veicolo, compreso tra 2,8 a oltre 3 tonnellate, e un carico utile che può raggiungere le 1,3 tonnellate. L’introduzione del cambio DCT aggiunge in Svizzera 6 nuove versioni oltre all’attuale line-up, tra trasporto merci e trasporto persone N1: un mezzo capace davvero di rispondere a ogni esigenza.

Comfort automobilistico e “Infotainment” evoluto
All’interno, Talento garantisce il massimo comfort e un’ottima ergonomia, grazie a sedili ben profilati con tessuti robusti, che assicurano una seduta confortevole a tutti i passeggeri e la posizione ottimale del volante e dei comandi che rendono più rilassante e sicura la guida di tutti i giorni. L’abitacolo è pratico e funzionale grazie ai numerosi vani portaoggetti: 90 litri sempre a portata di mano e soluzioni intelligenti come il “mobile office”, composto da portaoggetti sotto al sedile, innovativo sedile centrale ripiegabile e supporto per tablet e smartphone. Non manca poi il sistema di infotainment Touch-Radio Nav da 7” che include integrazione di Apple CarPlay e compatibilità con Android Auto, sistema di navigazione con display 2D e 2.5D Birdview; riproduzione di file musicali tramite prese USB e AUX e sistema vivavoce con Bluetooth con comandi al volante. Contenuti che confermano la vocazione di Talento a un comfort funzionale, pensato per migliorare la qualità del lavoro dei professionisti.

 

Michelin e.PRIMACY – Il pneumatico eco-responsabile, fatto per durare

Da quasi 30 anni, la riduzione dell’impatto ambientale è al centro della strategia di innovazione di Michelin. Nel 1992 ha sviluppato il primo pneumatico «verde»: un pneumatico che riduce la resistenza al rotolamento per consentire un minor consumo di carburante (il pneumatico rappresenta tra il 20 e il 30% del consumo di carburante di un veicolo (3) ma anche delle emissioni di CO2).

 

Nel 2021, Michelin compie una nuova tappa commercializzando MICHELIN e.PRIMACY,
il pneumatico con la resistenza al rotolamento più bassa della sua categoria (1)(4).


CHAMPION IN ROLLING RESISTANCE

 

Grazie alle sue ottime prestazioni in resistenza al rotolamento, MICHELIN e.PRIMACY è classificato “A” in efficienza energetica e “B” in aderenza sul bagnato. Un risultato eccezionale, considerato che meno dell’1% dei modelli in commercio combinano simultaneamente la resistenza al rotolamento in classe “A” e “A“ o “B” in aderenza sul bagnato (5).

 

Tabella delle classificazioni in efficienza energetica e aderenza sul bagnato dei pneumatici estivi per autovetture venduti in Europa (5)

 

La bassa resistenza al rotolamento di MICHELIN e.PRIMACY si traduce per l’automobilista in un risparmio di circa 0,21 litri di carburante ogni 100 chilometri, pari a circa 80€ lungo l’intera vita del pneumatico. (6)(7)

 

L’utilizzo di meno carburante comporta inoltre una riduzione delle emissioni di CO2. Per l’ambiente, questo guadagno può essere stimato in 174kg durante la vita di un pneumatico, (7) corrispondente alle emissioni di CO2 generate da un veicolo che viaggia per più di 1.600 km. (8)

MICHELIN e.PRIMACY sta inoltre incoraggiando la transizione verso la mobilità elettrica o i propulsori ibridi. Le sue prestazioni in resistenza al rotolamento migliorano l’efficienza energetica di un veicolo elettrico, aumentando così la sua autonomia di circa il 7%, quasi 30 km di maggior percorrenza per un veicolo con un’autonomia di 400 km(6) rispetto ad altri pneumatici della sua categoria.(1)

 

PERFORMANCE FATTE PER DURARE

 

Michelin e.PRIMACY ha un elevato livello di performance dal primo all’ultimo chilometro, tratto distintivo dei pneumatici Michelin.

L’affermazione trova riscontro nel test di frenata su bagnato attualmente utilizzato come riferimento per l’omologazione europea R117 dei pneumatici nuovi, (9) che Michelin e.PRIMACY è in grado di superare anche da usurato, dopo aver percorso 30.000 km.

 

Disponibile a partire dalla primavera 2021 in 56 dimensioni, dai 15 ai 20 pollici, il pneumatico MICHELIN e.PRIMACY potrà equipaggiare i veicoli più diffusi sul mercato.

 

Interamente prodotto in Europa occidentale, gran parte della produzione avverrà nello stabilimento Michelin di Cuneo, il più grande sito industriale dell’Europa occidentale, che impiega circa 2000 persone e che si conferma un riferimento nell’innovazione di Michelin.

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. Calcolo interno effettuato presso il centro tecnologico Michelin di Ladoux, vicino a Clermont-Ferrand, Francia. Bollettino tecnico del 27 settembre 2016 dal titolo “Les matières premières, la consommation de carburant et les émissions de CO2 liés au remplacement précoce des Pneus Tourisme” (materie prime, consumo di carburante ed emissioni di CO2 derivanti dalla sostituzione anticipata dei pneumatici per autovetture).

  2. Test sulla Resistenza al Rotolamento condotto su macchina da Applus Idiada, su richiesta di Michelin, Giugno (a pneumatico nuovo) & Agosto (a 2mm di residuo battistrada) 2020, sulla dimensione 205/55 R16 91V, comparando MICHELIN e.PRIMACY (nuovo : 5.58kg/t & usurato : 5.13kg/t) con MICHELIN PRIMACY 4 (nuovo : 7.74kg/t & Usurato: 6.25kg/t) ; BRIDGESTONE TURANZA T005 (nuovo : 7.17kg/t & usurato : 5.81kg/t) ; CONTINENTAL ECOCONTACT 6 (nuovo : 6.39kg/t & usurato : 5.49kg/t) ; CONTINENTAL PREMIUM CONTACT 6 (nuovo : 8,93kg/t & usurato : 6,94kg/t) ; DUNLOP BLURESPONSE (nuovo: 7.97kg/t & usurato: 5.54kg/t) ; GOODYEAR EFFICIENT GRIP 2 (nuovo: 7.01kg/t & usurato: 5.38kg/t) ; PIRELLI CINTURATO P7 BLUE (nuovo : 6.96kg/t & usurato : 6.30kg/t) ; PIRELLI CINTURATO P7 (nuovo : 8.79kg/t & usurato : 6.97kg/t). La guida eco-responsabile dipende in particolare dalle abitudini di guida, dal veicolo o dalla pressione dei pneumatici.

  3. Analisi della classificazione estiva dei pneumatici delle autovetture, basata sul database Lizeo a giugno 2020.

  4. Da nuovo, MICHELIN e.PRIMACY ha una Resistenza al Rotolamento media di 2kg/t inferiore ai concorrenti, equivalente ad una riduzione del consumo di carburante fino a 0,21l/100km, equivalente di un guadagno in emissioni di C02 fino a 5g per una VW Golf 7 1.5 STI o fino al 7% in più di autonomia per una VW e.Golf.

  5. Durante l’utilizzo, MICHELIN e Primacy ha una Resistenza al Rotolamento media di 1,5kg/t inferiore ai concorrenti, equivalente a un risparmio di carburante fino a 80€. Questo guadagno è equivalente a 174kg di CO2 salvati. I guadagni in utilizzo sono stimati sulla media dei dati dei pneumatici nuovi e usurati a 2mm per tenere conto delle prestazioni sull’intero ciclo di vita del pneumatico -Tutti i guadagni sono stimati su una base di 35 000 km e un prezzo del carburante di 1,46€/ L (https://ec.europa.eu/energy/data-analysis/weekly-oil-bulletin_en 6/1/2020 ponderato sui primi 10 paesi per i movimenti di autoveicoli sul territorio nazionale ed estero – https://ec.europa.eu/eurostat/web/transport/data/database). Il risparmio effettivo di carburante e costi può variare a seconda delle abitudini di guida, del veicolo o della pressione dei pneumatici.

  6. 174 kg di CO2 corrispondono a 1,611 km percorsi da una VW Golf VII (2) MY2020 1.5 TSI EVO 130 BLUEMOTION TECHNOLOGY 7CV CARAT BV6 5P (https://www.lacentrale.fr/fiche-technique-voiture-volkswagen-golf-vii+(2)+1.5+tsi+evo+130+bluemotion+technology+7cv+confortline+bv6+5p-2020.html) (Fonte: https://www.iea.org/areas-of-work/programmes-and-partnerships/the-iea-mobility-model).

  7. Nuovo & Usurato (usurato significa usurato su una macchina (raspato) alla profondita dell’indicatore di usura, in accordo con la regolamentazione europea per l’indicatore di usura ECE R30r03f), su MICHELIN e.Primacy 205/55 R16 91V, è al di sopra della soglia di aderenza sul bagnato prevista dalla normativa europea R117.

Hankook lancia un nuovo pneumatico quattro stagioni

Il produttore di pneumatici premium Hankook annuncia l’aggiunta di un nuovo pneumatico quattro stagioni per le autovetture e i SUV medio-piccoli alla propria gamma di pneumatici a marchio Laufenn. Laufenn G FIT 4S presenta scanalature di larghezza crescente e una mescola in silicio ad alta aderenza per garantire una guida stabile ai vari intervalli di temperatura che si presentano solitamente in Europa. Con il suo secondo marchio, Laufenn, Hankook Tire offre ai consumatori una gamma di pneumatici per auto e SUV moderna realizzata su misura per i diversi stili di vita e con un interessante rapporto prezzo-prestazioni. Il nuovo Laufenn G FIT 4S è stato sviluppato per i conducenti attenti al prezzo che desiderano guidare in sicurezza in tutte le stagioni in aree urbane e in campagna, senza dover cambiare gli pneumatici due volte l’anno a causa di una serie di ragioni.

 

“Il nostro marchio Laufenn sarà ulteriormente sviluppato e stiamo ampliando la sua gamma di prodotti con attenzione, ovunque necessario e richiesto dalla domanda di mercato”, spiega Sanghoon Lee, Presidente di Hankook Tire Europe. “L’aggiunta di un nuovo battistrada quattro stagioni Laufenn per le autovetture e i SUV è il risultato della sempre maggiore popolarità di questo segmento, in particolare in Europa centrale e occidentale.

 

L’uso di silicio ad alta aderenza e di additivi migliorativi nella mescola del battistrada del nuovissimo Laufenn G Fit 4S, oltre alla tecnologia di miscelazione avanzata di Hankook, garantisce un’aderenza affidabile tutto l’anno, specialmente sulle strade bagnate e coperte di fango. La struttura a V del battistrada presenta ampie scanalature per l’acqua che si allargano verso la spalla esterna. Ne consegue una più rapida dispersione di acqua e fango, che riduce al minimo il rischio di planare su acqua e fango.

 

Il largo pacchetto cintura in acciaio e l’equilibrato profilo della carcassa di Laufenn G Fit 4S consentono di avere una guida stabile e una buona manovrabilità, specialmente sull’asciutto. Queste caratteristiche, unite all’elevata durezza del cerchietto, che consente una risposta precisa alla sterzata, garantiscono buone prestazioni sull’asciutto. Una copertura completa senza giunzioni migliora la manovrabilità e riduce l’usura del battistrada, aiutando a massimizzare l’area di contatto dello pneumatico con la strada anche ad alte velocità. Nel nuovo pneumatico quattro stagioni Laufenn, il cavo singolo nel tallone è rinforzato, per garantire elasticità e regolarità per una guida tranquilla. Il blocchi centrali a incastro garantiscono una maggiore rigidità dei blocchi, per una buona stabilità sia sulle strade bagnate che su quelle asciutte.

 

Sul battistrada sono state inserite semi-scanalature a varie angolazioni, al fine di massimizzare gli effetti sui bordi a tutte le condizioni, anche a diversi angoli di sterzata. Le lamelle lineari 3D attraverso il centro del battistrada migliorano le prestazioni, in particolare in presenza di neve, senza sacrificare la stabilità dei blocchi, per avere buone prestazioni sull’asciutto. Le lamelle ondulate in 2D nell’area della spalla supportano la trazione e la frenata sulla neve, pur essendo in grado di incastrarsi durante le curve sull’asciutto.

 

Il nuovo Laufenn G FIT 4S è certificato con il marchio 3PMSF (3 Peak Mountain Snowflake) previsto per gli pneumatici quattro stagioni sulle strade europee. Inizialmente, sarà lanciato in Europa nelle misure da 13 a 18 pollici, con larghezze del battistrada da 155 a 235 mm e formati da 80 a 40, principalmente come versioni per carico extra nelle categorie di velocità da T a Y.

Pneumatici Hankook di serie su altri modelli Audi RS

Il produttore di pneumatici premium Hankook a partire dal loro lancio equipaggerà le nuove Audi RS 6 Avant e Audi RS 7 Sportback con i suoi pneumatici UHP. Con i loro potenti motori da 441 kW (600 cv), ai due nuovi modelli Audi ad alte prestazioni bastano 3,6 secondi per compiere il prestigioso sprint da 0 a 100 km/h. Per poter diventare primo equipaggiamento dei modelli Audi RS, oltre ai test di rilascio standard del settore per gli pneumatici RS, questi devono compiere anche dieci giri della leggendaria Nordschleife di Nürburgring alla velocità massima possibile.

 

Per ottenere l’equilibrio tra le incredibili prestazioni di guida e le esigenze dell’uso quotidiano, Hankook mette a disposizione questi potenti pneumatici altamente versatili, particolarmente adatti per questo esigente segmento di veicoli. Entrambi i nuovi modelli di Audi RS saranno equipaggiati con gli pneumatici Ventus S1 evo 3 di Hankook nella misura 275/35 ZR21 (103Y) XL AO o, come opzione, 285/30 ZR22 (101Y) XL AO. Per garantire la sicurezza alla guida nella stagione fredda, Audi RS 6 Avant e RS 7 Sportback possono essere equipaggiate con Winter i*cept evo 2, nella misura 245/40 R21 100V XL AO o 285/30 R22 101W XL AO.

 

“Audi RS 6 Avant e RS 7 Sportback uniscono incredibili prestazioni di guida alle esigenze dell’uso quotidiano,” afferma Sanghoon Lee, Presidente di Hankook Tire Europe. “Lo stesso vale per gli pneumatici premium. In qualità di partner di lunga data, equipaggiamo già numerosi modelli Audi ad alte prestazioni e siamo molto orgogliosi che i nostri prodotti siano riusciti nuovamente a colpire Audi Sport GmbH”.

 

Ventus S1 evo 3 è dotato di un nucleo del tallone che, insieme alle pareti laterali rinforzate, non solo garantisce una manovrabilità sportiva e dinamica ma anche buone caratteristiche di controllo di guida, stabilità sul rettilineo e precisione di sterzata, specialmente alle alte velocità. Inoltre, la carcassa a due strati e l’uso di uno speciale materiale composito di fibra aramidica riducono la crescita indesiderata della circonferenza di rotolamento a velocità superiori ai 300 km/h fino al 60 per cento rispetto ai tessuti usati in precedenza. La nuova mescola del battistrada, che utilizza resine naturali ad alte prestazioni, garantisce la necessaria aderenza con eccellenti prestazioni di trazione e frenata sia sull’asciutto che sul bagnato.

 

La riduzione dell’elevato volume del rumore interno, tipico degli pneumatici sportivi dal profilo basso a determinate velocità, è stato un altro aspetto centrale durante i lavori di sviluppo, che puntavano a fornire un’esperienza di guida potente ma confortevole. Il premiato Winter i*cept evo 2 di Hankook, con battistrada asimmetrico, è disponibile come pneumatico invernale opzionale per entrambi i modelli di Audi RS. L’esterno del battistrada con struttura a tasselli larghi garantisce migliori caratteristiche di manovrabilità e una stabilità laterale precisa specialmente sull’asciutto, mentre il lato interno del battistrada, con un maggior numero di bordi dei tasselli e di lamelle, garantisce prestazioni eccellenti in termini di frenata e trazione su neve, fango e strade bagnate.

MICHELIN X® MULTI™ 315/80 R 22.5 – La gamma per il trasporto polivalente rinnova la sua offerta

Michelin presenta il nuovo X® MULTITM 315/80 R 22.5, la dimensione che completa la gamma di pneumatici destinati al trasporto polivalente/regionale. Il nuovo Michelin X® MULTITM 315/80 R 22.5 rappresenta la dimensione più importante del mercato che in Italia pesa il 24% delle vendite totali. Le sue doti di polivalenza lo rendono adatto a più di flotte caratterizzate da molteplici impieghi in termini di percorsi stradali e da diverse tipologie di trasporti, esempio :

 

      • Refrigerato

      • Cisterne

      • Trasporto stradale inerti

      • Legname

      • Trasporto merci varie

 

 

La famiglia X® MULTI™, ora disponibile nella serie 80

 

Il nuovo MICHELIN X® MULTI ™ a 315/80 R 22.5, beneficia delle qualità di durata chilometrica proprie della famiglia X Multi. Il pneumatico MICHELIN X® MULTI ™ Z, destinato all’asse sterzante e tutte posizioni, rispetto al suo predecessore (2) offre un aumento della percorrenza chilometrica che arriva fino al 15%. Il pneumatico MICHELIN X® MULTI ™ D, destinato all’asse motore, rispetto al suo predecessore offre un aumento della percorrenza chilometrica che arriva fino al 10%.

 

Le prestazioni sono dovute all’adozione di 5 tecnologie:

INFINICOILTM è un filo d’acciaio continuo che avvolge la struttura del pneumatico, cui dà stabilità, robustezza e resistenza per tutta la sua vita. Può arrivare a una lunghezza di 400 m.

REGENIONTM si compone di una serie di elementi della scultura che si auto-rigenerano chilometro dopo chilometro, grazie a tecniche di stampa 3D su metallo, per offrire alti livelli di aderenza per tutta la vita del pneumatico, in qualsiasi condizione.

POWERCOILTM identifica una nuova generazione di cavi d’acciaio più robusti e resi più leggeri. Rispetto alla gamma precedente, il pneumatico è quindi più leggero, più resistente e offre una resistenza al rotolamento ancora più bassa.

FORCION TM sfruttando delle cariche innovative di rinforzo dà vita ad un nuovo materiale più coeso che aumenta le prestazioni chilometriche del pneumatico. Poiché il composto è più coeso, FORCION conferisce una maggiore resistenza contro abrasioni, tagli, strappi e squamature.

DURACOIL TM è una nuova concezione della zona bassa del pneumatico che include del nylon di alta qualità. Conferisce una maggior robustezza della zona bassa e ne migliora, la ricostruibilità.

 

I pneumatici MICHELIN X® MULTITM 315/80 R 22.5 saranno commercializzati a partire dal prossimo Ottobre e sostituiranno l’attuale offerta in MICHELIN X® MultiWayTM 3D.

 

Prestazioni e polivalenza, per tutta la vita del pneumatico

Tutte le gamme X® MULTI™ beneficiano della marcatura 3PMSF, offrendo un livello di aderenza molto elevato in qualsiasi condizione meteorologica e anche da usurati. I risultati di un test interno rivelano che con solo 2 mm di profondità residua del battistrada, i pneumatici MICHELIN X® MULTI ™ superano la prova di certificazione 3PMSF.

Anche la gamma MICHELIN X® MULTI ™ può essere riscolpita e ricostruita, come tutti i pneumatici Michelin dedicati ai mezzi pesanti. Aumentando la durata del pneumatico, questo approccio di economia circolare consente agli operatori di ridurre i costi e il loro impatto ambientale, beneficiando al contempo del pieno potenziale del pneumatico.

 

Michelin presenta la sua nuova offerta di pneumatici da pista per le 2 e le 4 ruote

In un momento in cui i comportamenti di mobilità si stanno evolvendo e quando le esigenze dei clienti stanno diventando sempre più significative, l’attività a due ruote occupa un posto privilegiato. In questo contesto, è necessario saper anticipare, identificare e rispondere alle esigenze dei clienti. L’uso di materiali durevoli e ad alte prestazioni è indispensabile, l’innovazione diventa quindi fondamentale.

I nuovi prodotti presentati all’EICMA lo scorso novembre ne sono un perfetto esempio. Nel 2019, il gruppo Michelin ha investito 687 milioni di euro in Ricerca e Sviluppo e questo impegno ha portato al rinnovamento della gamma di pneumatici moto MICHELIN Power, dedicata alle sensazioni, alle prestazioni e al piacere di guida.

Commercializzando contemporaneamente non una, ma quattro nuove gamme di pneumatici, quest’anno Michelin rinnova completamente la sua offerta sportiva con i nuovi pneumatici MICHELIN Power. Nuovi prodotti che vanno da un uso stradale al 100% ad un so esclusivo in pista: MICHELIN Power 5, MICHELIN Power GP, MICHELIN Power Cup², MICHELIN Power Slick².

 

UNA SFIDA AMBIZIOSA

 

Al fine di rispondere con ancor più precisione alle esigenze dei clienti, il rinnovamento di queste gamme ci consente di portare coerenza e complementarità nel loro sviluppo. Infatti, se ognuno di essi ha le sue peculiarità, tutte e quattro hanno un’architettura unica.

 

È quindi attraverso i materiali e la scultura che ogni gamma ottiene le proprie specificità.

Un’architettura unica, un equilibrio intelligente tra flessibilità e rigidità, che offre alte prestazioni indipendentemente dall’angolo di piega assunto dal pilota e dalla sua moto.

 

MICHELIN Power 5: il pneumatico sportivo per un utilizzo 100% strada

 

 

Il pneumatico MICHELIN Power 5 è destinato principalmente ai possessori di moto sportive e naked che ne fanno un uso intenso ed esclusivo su strada. Il chilometraggio e l’aderenza in tutte le condizioni, in particolare sul bagnato, una buona trazione e un comportamento rassicurante in frenata fanno parte delle loro esigenze. Il pneumatico MICHELIN Power 5, oltre ad essere ottimo sull’asciutto, è eccellente sul bagnato.

 

Caratteristiche tecniche del MICHELIN Power 5:

 

  • Una mescola innovativa che integra la silice ed il nero di carbone

  • Mescole, abbinate alla tecnologia MICHELIN 2CT all’anteriore e MICHELIN 2CT+ al posteriore, concepite per fornire un grip elevato sul bagnato

  • Un tasso d’intaglio dell’11% all’anteriore come al posteriore

  • Un nuovo design del fianco che sfrutta la tecnologia MICHELIN «Premium Touch Technology»

 

Le misure del MICHELIN Power 5

 

Anteriore:

 

120/70 ZR 17

 

Posteriore:

 

160/60 ZR 17

180/55 ZR 17

190/50 ZR 17

190/55 ZR 17

200/55 ZR 17

 

 

MICHELIN Power GP: strada o pista, non c’è più bisogno di scegliere

 

 

 

Il pneumatico MICHELIN Power GP è destinato ai motociclisti che utilizzano la moto su strada in maniera sportiva e che frequentano occasionalmente il circuito, ad esempio durante i track day o i corsi di guida. MICHELIN Power GP offre un ottimo equilibrio fra aderenza e durata quali che siano le condizioni d’utilizzazione.

 

Caratteristiche tecniche del MICHELIN Power GP:

 

  • Una mescola innovativa che integra la silice ed il nero di carbone

  • Mescole abbinate alla tecnologia MICHELIN 2CT all’anteriore e MICHELIN 2CT+ al posteriore, per ottimizzare la prestazione sull’asciutto

  • Delle zone «slick» sulle spalle, concepite per un utilizzo su pista

  • Un tasso d’intaglio dell’6,5%

  • Il design sul fianco sfrutta la tecnologia MICHELIN «Premium Touch Technology»

 

Le misure del MICHELIN Power GP

 

Anteriore:

 

120/70 ZR 17

 

Posteriore:

 

180/55 ZR 17

190/50 ZR 17

190/55 ZR 17

200/55 ZR 17 (disponibile dal 01/2021)

 

 

MICHELIN Power Cup²: concepito per la pista e omologato per la strada

 

 

 

Il pneumatico MICHELIN Power Cup² è concepito per un utilizzo prevalente in pista, ma è omologato per l’uso stradale. Molto veloce sul giro singolo, è anche molto costante nei tempi, come nel caso di un utilizzo in due sessioni, ognuna da 10 giri consecutivi. Una caratteristica che soddisferà i frequentatori assidui delle piste.

 

Caratteristiche tecniche del MICHELIN Power Cup²:

 

  • Tecnologia MICHELIN 2CT all’anteriore e MICHELIN 2CT+ al posteriore, con mescole ideate principalmente per la performance in pista

  • Un tasso d’intaglio del 4 % all’anteriore e del 5 % al posteriore in grado di massimizzare la gomma al suolo ed essere omologato per l’utilizzo stradale

  • Il design sul fianco sfrutta la tecnologia MICHELIN «Premium Touch Technology»

 

Le misure del MICHELIN Power Cup2

 

Anteriore:

 

120/70 ZR 17

 

Posteriore:

 

180/55 ZR 17

190/55 ZR 17

200/55 ZR 17

 

MICHELIN Power Slick²: concepito per la pista, ottimizzato per il grip

 

 

 

Il pneumatico MICHELIN Power Slick² è concepito esclusivamente per l’utilizzo in pista e non è quindi omologato per la circolazione su strada. Si rivolge agli appassionati e assidui frequentatori dei circuiti. Molto veloce sul giro singolo, è anche molto costante nei tempi, come nel caso di un utilizzo in due sessioni, ognuna da 10 giri consecutivi. Facile e immediato da utilizzare, non richiede settaggi specifici della moto. Inoltre, dato che il tempo di warm-up è estremamente rapido, non richiedono l’utilizzo sistematico di termocoperte.

 

Caratteristiche tecniche del MICHELIN Power Slick²:

  • Tecnologia MICHELIN 2CT all’anteriore e MICHELIN 2CT+ al posteriore, con mescole concepite per le massime prestazioni in circuito

  • Il design sul fianco sfrutta la tecnologia MICHELIN «Premium Touch Technology»

 

Le misure del Michelin Power Slick2

 

Anteriore:

 

120/70 ZR 17

 

Posteriore:

 

190/55 ZR 17

200/55 ZR 17

Arriva Michelin Agilis 3: il nuovo pneumatico estivo dedicato ai veicoli commerciali

Dopo il lancio di Michelin Agilis CrossClimate nel 2018, Michelin continua a sviluppare la sua gamma dedicata ai veicoli commerciali con il nuovo Michelin Agilis 3. Questo pneumatico estivo fornisce un elevato livello di sicurezza su asfalto bagnato ed eccellente efficienza energetica (risparmio di carburante e riduzione di emissioni di CO2(1)), oltre alla robustezza e durata tipiche dei prodotti Michelin.

Michelin è impegnata in una strategia di performance durevole che si applica a tutti i suoi prodotti, da quelli per automobili a quelli per il trasporto pesante. Le scelte progettuali di Michelin consentono un utilizzo efficiente dei materiali e delle risorse, offrendo un elevato livello di prestazioni per tutta la vita dei pneumatici.
Così facendo, l’impatto ambientale viene ridotto e i pneumatici possono essere utilizzati più a lungo. Due aspetti fondamentali per gli operatori del trasporto urbano e della consegna, in particolare in ambiente urbano, ma anche per gli artigiani e le grandi imprese, che mirano a ottimizzare i loro costi senza compromettere la sicurezza, riducendo al contempo il loro impatto ambientale. Per rispondere a questa domanda, Michelin lavora con l’intero settore offrendo pneumatici capaci di combinare sicurezza e performance fino al limite legale di usura di 1,6mm.

 

Nissan amplia la gamma elettrica e-NV200 in Europa con un campione di versatilità: e-NV200 XL Voltia

Nissan guarda al futuro delle consegne dell’ultimo miglio con e-NV200 XL Voltia, un nuovo van 100% elettrico ancora più capiente.

Destinato alle consegne in città, il veicolo commerciale elettrico e-NV200 XL Voltia è una versione estremamente versatile dell’affidabile Nissan e-NV200. Il nuovo modello è già il veicolo a zero emissioni scelto dai principali operatori di consegne dell’ultimo miglio in Europa.

Anno dopo anno, e-NV200 si sta confermando il veicolo ideale per le consegne in città, dove l’estrema silenziosità e l’assenza di emissioni sono particolarmente apprezzate sia dagli operatori che dai residenti.

Manuel Burdiel, General Manager della divisione LCV Sales and Business Development europea, ha dichiarato: “Nonostante i rigidissimi standard sulle emissioni inquinanti e le zone a traffico limitato delle città, la richiesta di consegne dell’ultimo miglio nelle zone urbane non accenna a diminuire. Le aziende, grandi e piccole indistintamente, devono dimostrarsi competitive e trovare una soluzione per ottimizzare le spedizioni”.

Il modello e-NV200 XL Voltia va a diversificare ulteriormente la gamma e-NV200 offrendo una carrozzeria compatta e una notevole capacità di carico. Con i suoi 8 m3, la nuova versione aumenta il carico utile standard di e-NV200 (già fortemente competitivo) del 90%. Questo permette di ridurre il numero dei viaggi per effettuare le consegne e quindi di poter contare sulla massima efficienza operativa e un risparmio di tempo considerevole.

L’ultimo nato della famiglia e-NV200 è progettato in un’ottica di versatilità e praticità. Combinando un pianale allungato, un ampio spazio al tetto e 8 m3 di capacità, il furgone permette di caricare le merci in tutta facilità anche stando comodamente in piedi. Senza contare l’incredibile manovrabilità su strada, data dal diametro di sterzata espressamente messo a punto per la strade urbane.

Nissan e-NV200 XL Voltia si avvale anche di una tecnologia ispirata al sistema di propulsione di LEAF. Il nuovo modello, infatti, è dotato di una batteria Nissan da 40 kWh ad alta capacità e di un caricatore CHAdeMO a bordo per effettuare ricariche rapide in corrente continua, la soluzione perfetta per consegne flessibili sul territorio urbano.

Oltre a un sistema efficiente di propulsione, e-NV200 XL Voltia vanta un sistema intelligente di gestione della carica, che ne migliora ulteriormente le credenziali di sostenibilità.
La modalità B ottimizza la frenata rigenerativa per ricaricare la batteria in marcia, mentre la modalità ECO regola la potenza in uscita per non pregiudicare la capacità della batteria. Insieme, questi due sistemi hanno il vantaggio di estendere l’autonomia, per percorrere ancora più km a ogni consegna.

“Nissan e-NV200 XL Voltia è stato studiato fin nei minimi dettagli per affrontare questi problemi. Il motore efficiente e a zero emissioni, l’ingombro minimo e lo spazio di carico versatile sono fondamentali per effettuare consegne dell’ultimo miglio in meno tempo e nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale”, aggiunge Burdiel.

Fin dal momento del lancio nel 2014, Nissan e-NV200 ha riscosso grande successo fra gli operatori: le 42.000 unità prodotte (di cui 10.000 vendute solo nel 2019 in Europa) hanno contribuito a sostenere l’impegno di Nissan ad abbattere le emissioni urbane generate dalle attività commerciali.

Il nuovo e-NV200 XL Voltia sarà disponibile in tutti i mercati europei. Il prezzo locale sarà specificato al momento del lancio.

 

BFGoodrich® presenta due nuove gamme di pneumatici estivi

Il 2020 è un anno importante per BFGoodrich, marchio americano, acquisito dal Gruppo Michelin nel 1990che quest’anno celebra 150 anni di storia. Un brand con una storia importante, fatta di passione, spirito di conquista, di avventura, di competizione e di imprese leggendarie, ma che guarda al futuro con ambizioni importanti attraverso l’innovazione.

In occasione del suo 150° compleanno BFGoodrich® rinnova la gamma di pneumatici estivi, con due nuovi prodotti: BFGoodrich Advantage per berline e auto compatte e BFGoodrich Advantage SUV, destinato al mercato dei SUV, che ha raddoppiato i volumi negli ultimi dieci anni.

Questi nuovi pneumatici sono stati concepiti per soddisfare le esigenze dei consumatori che cercano un buon rapporto qualità-prezzo, fornendo prestazioni di ottimo livello in termini di sicurezza sul bagnato, comportamento e comfort di guida. BFGoodrich Advantage e BFGoodrich Advantage SUV rispondono alle aspettative degli automobilisti e migliorano le prestazioni rispetto alla precedente generazione.

Migliore controllo del veicolo con spazi di frenata ridotti ed un miglior comportamento

La nuova gamma Advantage consente di ottenere prestazioni migliorate sia su strada bagnata, con spazi di frenata ridotti (-2,4 m)1,sia su strada asciutta (-1,5 m) 1, grazie alla nuova mescola del battistrada e alla fascia interbloccante dei tasselli che riduce la mobilità della scultura.

Advantage SUV migliora le prestazioni con spazi di frenata ridotti su strada bagnata (-2,9

m) 3 e su strada asciutta (-1,1 m) 3.

Queste prestazioni classificano la nuova gamma al più alto livello di etichettatura europea

in frenata sul bagnato (A). Le migliori prestazioni in aderenza e comportamento della nuova gamma Advantage derivano da una nuova mescola del battistrada e dai blocchi ampi sulla spalla. Il disegno asimmetrico del battistrada, con le due scanalature poste verso l’esterno, consente al pneumatico di seguire la traiettoria in fase di curva e di drenare l’acqua. Questo miglioramento è confermato dai tempi sul giro su un circuito bagnato che parlano di una riduzione del tempo sul giro 2 del 2%.

Un buon rapporto qualità-prezzo

L’offerta Advantage si posiziona nel segmento “Quality” offrendo un ottimo rapporto qualità-prezzo. Inoltre, la nuova gamma utilizza una tecnologia con fascia interbloccante dei tasselli che riduce la mobilità della scultura, aumenta la rigidità del battistrada nella zona di contatto con il suolo che si traduce in una minore resistenza al rotolamento e, quindi, ad un minor consumo di carburante.

Kit adesivi per personalizzare la nuova gamma BFGoodrich

Su richiesta, i clienti potranno personalizzare i propri pneumatici ordinando i kit adesivi da applicare sul fianco con il logo del marchio. Saranno disponibili tramite rivenditori specializzati e concessionari auto.

BFGoodrich® presenta due nuove gamme di pneumatici estivi

Il 2020 è un anno importante per BFGoodrich, marchio americano, acquisito dal Gruppo Michelin nel 1990che quest’anno celebra 150 anni di storia. Un brand con una storia importante, fatta di passione, spirito di conquista, di avventura, di competizione e di imprese leggendarie, ma che guarda al futuro con ambizioni importanti attraverso l’innovazione.

 

In occasione del suo 150° compleanno BFGoodrich® rinnova la gamma di pneumatici estivi, con due nuovi prodotti: BFGoodrich Advantage per berline e auto compatte e BFGoodrich Advantage SUV, destinato al mercato dei SUV, che ha raddoppiato i volumi negli ultimi dieci anni.

 

Questi nuovi pneumatici sono stati concepiti per soddisfare le esigenze dei consumatori che cercano un buon rapporto qualità-prezzo, fornendo prestazioni di ottimo livello in termini di sicurezza sul bagnato, comportamento e comfort di guida. BFGoodrich Advantage e BFGoodrich Advantage SUV rispondono alle aspettative degli automobilisti e migliorano le prestazioni rispetto alla precedente generazione.

 

Migliore controllo del veicolo con spazi di frenata ridotti ed un miglior comportamento

 

La nuova gamma Advantage consente di ottenere prestazioni migliorate sia su strada bagnata, con spazi di frenata ridotti (-2,4 m)1,sia su strada asciutta (-1,5 m) 1, grazie alla nuova mescola del battistrada e alla fascia interbloccante dei tasselli che riduce la mobilità della scultura.

 

Advantage SUV migliora le prestazioni con spazi di frenata ridotti su strada bagnata (-2,9

m) 3 e su strada asciutta (-1,1 m) 3.

 

Queste prestazioni classificano la nuova gamma al più alto livello di etichettatura europea

in frenata sul bagnato (A). Le migliori prestazioni in aderenza e comportamento della nuova gamma Advantage derivano da una nuova mescola del battistrada e dai blocchi ampi sulla spalla. Il disegno asimmetrico del battistrada, con le due scanalature poste verso l’esterno, consente al pneumatico di seguire la traiettoria in fase di curva e di drenare l’acqua. Questo miglioramento è confermato dai tempi sul giro su un circuito bagnato che parlano di una riduzione del tempo sul giro 2 del 2%.

 

Un buon rapporto qualità-prezzo

L’offerta Advantage si posiziona nel segmento “Quality” offrendo un ottimo rapporto qualità-prezzo. Inoltre, la nuova gamma utilizza una tecnologia con fascia interbloccante dei tasselli che riduce la mobilità della scultura, aumenta la rigidità del battistrada nella zona di contatto con il suolo che si traduce in una minore resistenza al rotolamento e, quindi, ad un minor consumo di carburante.

 

Kit adesivi per personalizzare la nuova gamma BFGoodrich

 

Su richiesta, i clienti potranno personalizzare i propri pneumatici ordinando i kit adesivi da applicare sul fianco con il logo del marchio. Saranno disponibili tramite rivenditori specializzati e concessionari auto.

Pirelli DIABLO™ Supercorsa SP scelto per la nuova CBR1000RR-R Fireblade e CBR1000RR-R Fireblade SP

Pirelli DIABLO™ Supercorsa SP riceve l’ennesimo riconoscimento della sua leadership nel segmento degli pneumatici racing per utilizzo stradale: è stato infatti scelto da Honda, nelle misure 120/70 ZR17 per l’anteriore e 200/55 ZR17 per il posteriore, come primo equipaggiamento delle nuove CBR1000RR-R Fireblade e CBR1000RR-R Fireblade SP, le novità più attese della casa di Tokyo per l’anno 2020. Il fiore all’occhiello della famiglia stradale DIABLO™ di Pirelli, ora alla sua terza generazione, si conferma nuovamente come la prima scelta per le moto ultraperformanti recentemente introdotte sul mercato dalle più prestigiose case motociclistiche.
 
I Pirelli DIABLO™ Supercorsa SP, in azione in questi giorni presso il Circuito di Losail in Qatar, dove si sta svolgendo il lancio stampa ufficiale della nuova supersportiva giapponese, vengono così riconfermati da Honda come primo equipaggiamento della CBR1000RR-R Fireblade e CBR1000RR-R Firebalde SP dopo essere stati scelti già nel 2014 per equipaggiare il modello SP precedente dell’iconica motocicletta della casa giapponese.
 
DIABLO™ Supercorsa SP è un concentrato di tecnologia che sfrutta l’esperienza e l’eredità racing maturate da Pirelli nel ruolo di fornitore unico del Campionato Mondiale FIM Superbike sin dal 2004, secondo un’ideale procedura di trasferimento della tecnologia sportiva a prodotti stradali ad alte prestazioni. Questo pneumatico per uso stradale pensato per i motociclisti che hanno uno stile di guida sportivo su strada ma amano anche la pista, offre performance racing tipiche di prodotti per uso esclusivo in pista permettendo così all’utente di avere un unico prodotto che può essere utilizzato in strada o in pista senza necessità di scendere a compromessi. Rispetto alla versione in mescola SC, DIABLO™ Supercorsa SP, per meglio adattarsi all’utilizzo su strada, ha un posteriore bimescola per offrire sia un incremento in termini di chilometraggio sia maggiore grip in piega. La tecnologia EPT (Enhanced Patch Technology) ha reso inoltre possible l’utilizzo di un 23% in più di mescola soft nell’area delle spalle rispetto al predecessore con un 33% di estensione del battistrada su ogni lato, garantendo così maggiore grip già a partire da metà piega. Infine i polimeri usati per la mescola SP conferiscono un rapido warm up ed un grip costante in ogni condizione.
 
La mescola SP estende il chilometraggio rispetto alle mescole specifiche racing e resiste perfettamente per molto tempo ai gradienti termici tipici di un percorso misto su strada, garantendo anche elevate performance sul bagnato. La rigidità e il coefficiente di attrito della mescola sono stati studiati per un’elevata precisione nella tenuta di strada in curva sempre supportata da una eccezionale sensazione di contatto e con la ben nota elevata stabilità e capacità di assorbimento degli pneumatici supersportivi Pirelli.
Le prestazioni della mescola sono ulteriormente rafforzate dall’aggressivo disegno del battistrada, lo stesso degli pneumatici racing SC, ad elemento singolo, che si ripete sei volte sulla superfice dello pneumatico. Il risultato è che l’area “nuda” delle spalle è più larga del 24% rispetto al precedente DIABLO™ Supercorsa, incrementando così l’area di contatto e il grip. I lunghi incavi longitudinali, che dalla zona centrale del profilo raggiungono la spalla dello pneumatico, assicurano la regolarità di usura anche nell’impiego più severo e aiutano a drenare l’acqua depositata sull’asfalto.
 
Le soluzioni adottate per la mescola e per il battistrada garantiscono elevatissimi livellil di grip e trazione, permettendo alla motocicletta di mantenere alte velocità in piega. Questo ha reso necessario l’impiego di una adeguata struttura con maggiore resistenza alla deformazione. Ecco perchè la carcassa posteriore  del DIABLO™ Supercorsa SP é realizzata con una innovativa fibra ad alto modulo, brevettata da Pirelli e sviluppata nel WSBK, con un indice di deformazione considerevolmente più basso di quello della fibra normalmente usata negli pneumatici per uso stradale. Il risultato è una carcassa più rigida, sia al centro che nell’area delle spalle, che offre maggiore resistenza alle sollecitazioni create dalle entrate aggressive in curva o quando si ha un’accelerazione anticipata a piega non ancora conclusa.

Pirelli DIABLO™ Supercorsa SP scelto per la nuova CBR1000RR-R Fireblade e CBR1000RR-R Fireblade SP

Pirelli DIABLO™ Supercorsa SP riceve l’ennesimo riconoscimento della sua leadership nel segmento degli pneumatici racing per utilizzo stradale: è stato infatti scelto da Honda, nelle misure 120/70 ZR17 per l’anteriore e 200/55 ZR17 per il posteriore, come primo equipaggiamento delle nuove CBR1000RR-R Fireblade e CBR1000RR-R Fireblade SP, le novità più attese della casa di Tokyo per l’anno 2020. Il fiore all’occhiello della famiglia stradale DIABLO™ di Pirelli, ora alla sua terza generazione, si conferma nuovamente come la prima scelta per le moto ultraperformanti recentemente introdotte sul mercato dalle più prestigiose case motociclistiche.
 
I Pirelli DIABLO™ Supercorsa SP, in azione in questi giorni presso il Circuito di Losail in Qatar, dove si sta svolgendo il lancio stampa ufficiale della nuova supersportiva giapponese, vengono così riconfermati da Honda come primo equipaggiamento della CBR1000RR-R Fireblade e CBR1000RR-R Firebalde SP dopo essere stati scelti già nel 2014 per equipaggiare il modello SP precedente dell’iconica motocicletta della casa giapponese.
 
DIABLO™ Supercorsa SP è un concentrato di tecnologia che sfrutta l’esperienza e l’eredità racing maturate da Pirelli nel ruolo di fornitore unico del Campionato Mondiale FIM Superbike sin dal 2004, secondo un’ideale procedura di trasferimento della tecnologia sportiva a prodotti stradali ad alte prestazioni. Questo pneumatico per uso stradale pensato per i motociclisti che hanno uno stile di guida sportivo su strada ma amano anche la pista, offre performance racing tipiche di prodotti per uso esclusivo in pista permettendo così all’utente di avere un unico prodotto che può essere utilizzato in strada o in pista senza necessità di scendere a compromessi. Rispetto alla versione in mescola SC, DIABLO™ Supercorsa SP, per meglio adattarsi all’utilizzo su strada, ha un posteriore bimescola per offrire sia un incremento in termini di chilometraggio sia maggiore grip in piega. La tecnologia EPT (Enhanced Patch Technology) ha reso inoltre possible l’utilizzo di un 23% in più di mescola soft nell’area delle spalle rispetto al predecessore con un 33% di estensione del battistrada su ogni lato, garantendo così maggiore grip già a partire da metà piega. Infine i polimeri usati per la mescola SP conferiscono un rapido warm up ed un grip costante in ogni condizione.
 
La mescola SP estende il chilometraggio rispetto alle mescole specifiche racing e resiste perfettamente per molto tempo ai gradienti termici tipici di un percorso misto su strada, garantendo anche elevate performance sul bagnato. La rigidità e il coefficiente di attrito della mescola sono stati studiati per un’elevata precisione nella tenuta di strada in curva sempre supportata da una eccezionale sensazione di contatto e con la ben nota elevata stabilità e capacità di assorbimento degli pneumatici supersportivi Pirelli.
Le prestazioni della mescola sono ulteriormente rafforzate dall’aggressivo disegno del battistrada, lo stesso degli pneumatici racing SC, ad elemento singolo, che si ripete sei volte sulla superfice dello pneumatico. Il risultato è che l’area “nuda” delle spalle è più larga del 24% rispetto al precedente DIABLO™ Supercorsa, incrementando così l’area di contatto e il grip. I lunghi incavi longitudinali, che dalla zona centrale del profilo raggiungono la spalla dello pneumatico, assicurano la regolarità di usura anche nell’impiego più severo e aiutano a drenare l’acqua depositata sull’asfalto.
 
Le soluzioni adottate per la mescola e per il battistrada garantiscono elevatissimi livellil di grip e trazione, permettendo alla motocicletta di mantenere alte velocità in piega. Questo ha reso necessario l’impiego di una adeguata struttura con maggiore resistenza alla deformazione. Ecco perchè la carcassa posteriore  del DIABLO™ Supercorsa SP é realizzata con una innovativa fibra ad alto modulo, brevettata da Pirelli e sviluppata nel WSBK, con un indice di deformazione considerevolmente più basso di quello della fibra normalmente usata negli pneumatici per uso stradale. Il risultato è una carcassa più rigida, sia al centro che nell’area delle spalle, che offre maggiore resistenza alle sollecitazioni create dalle entrate aggressive in curva o quando si ha un’accelerazione anticipata a piega non ancora conclusa.

Pirelli rinnova ed amplia la gamma pneumatici moto e scooter destinati alle competizioni

Nel 2020 Pirelli introdurrà numerose novità nella gamma racing arricchendola con nuovi prodotti e ampliando l’offerta di misure e mescole di alcuni pneumatici. Pirelli è infatti da sempre all’avanguardia nell’ambito della ricerca e sviluppo tecnologico grazie anche al proprio impegno pluridecennale nel Campionato Mondiale FIM Superbike.

 

La principale novità per il prossimo anno nel comparto delle gomme per le derivate di serie è costituita dall’impiego, in tutte le classi del Campionato, di pneumatici slick DIABLOTM SUPERBIKE. Per la classe regina, nel 2020 il marchio Italiano propone questo prodotto in nuove misure maggiorate che consentono un ulteriore miglioramento in termini di maneggevolezza e prestazione di punta, contribuendo alla continua riduzione dei tempi sul giro. Nuove mescole con un più ampio spettro di utilizzo rispondono inoltre sempre meglio, in termini di versatilità alle condizioni di utilizzo, ai bisogni dei professionisti come degli appassionati di track-day.

 

Novità anche per la gamma intagliata street-legal DIABLOTM SUPERCORSA SC, ora disponibile in una nuova mescola SC3, che al pari della nuova versione in DIABLOTM SUPERBIKE SC3 consente l’impego su più sessioni in uno spettro straordinariamente ampio di caratteristiche di rugosità dell’asfalto e temperature operative.

 

Pirelli amplia la gamma racing 2020 anche con PHANTOM™ SPORTSCOMP RS, un nuovo prodotto dedicato alle competizioni di motociclette classic con calettamenti da diciotto pollici che unisce l’apprezzato disegno battistrada vintage di PHANTOM™ SPORTSCOMP con la più recente tecnologia sviluppata per i pneumatici da pista.

 

Le innovazioni in arrivo nel 2020 riguardano anche il mondo degli scooter da competizione, per i quali Pirelli ha sviluppato DIABLO ROSSOTM SCOOTER SC, oggi disponibile in due misure da dodici pollici.

 

Di seguito le principali novità per il 2020:

 

DIABLOTM SUPERBIKE

 

  • Nuove misure maggiorate 125/70 R 17 e 200/65 R 17 sviluppate per la classe SBK e nella misura maggiorata 190/60 R 17 sviluppata per la classe SSP600;

 

  • Nuove misure 110/70 R 17 e 140/70 R 17 sviluppate per la classe SSP300;

 

  • Nuova mescola SCX, disponibile nella misura posteriore 200/65 R 17;

 

  • Nuova mescola SC3, disponibile in un’ampia selezione di misure sia anteriori che posteriori;

 

DIABLOTM SUPERCORSA

 

  • Nuova mescola SC3, disponibile in un’ampia selezione di misure sia anteriori che posteriori;

 

PHANTOM™ SPORTSCOMP RS

 

  • Dedicato alle competizioni classic, con prestazioni di punta in un disegno vintage;

 

DIABLO ROSSO™ SCOOTER SC

 

  • Dedicato alle competizioni nelle classi scooter, ed alle pitbike, minimotard e miniGP con calettamenti da dodici pollici.

 

DIABLOTM SUPERBIKE

 

Le nuove misure racing maggiorate 125/70 R 17 e 200/65 R 17, dedicate alla classe Superbike, ed il nuovo posteriore 190/60 R 17 per le classi Supersport 600, si uniscono nel 2020 alla gamma esistente, e sono il frutto del costante impegno di Pirelli in ricerca e sviluppo nel mondo delle competizioni.

 

Caratterizzate da profili a doppio raggio estremamente acuti, le misure maggiorate garantiscono al pilota un nuovo paradigma di maneggevolezza ad alto impegno, ed una innovativa sensazione di controllo in curva grazie alla maggiore area di contatto tra pneumatico ed asfalto.

 

Le strutture all’avanguardia di DIABLOTM SUPERBIKE sono state sviluppate appositamente dagli ingegneri Pirelli per il Campionato Mondiale FIM Superbike per garantire un’ottima distribuzione delle pressioni di contatto, favorendo un’usura uniforme e consistenza di prestazioni.

 

Durante la stagione 2019 PIRELLI ha anche perfezionato – allo scopo di renderla disponibile a tutti i suoi clienti – la nuova DIABLOTM SUPERBIKE SCX, un posteriore Extra-soft a metà tra una mescola da qualifica e l’ultima evoluzione della rinomata Soft (SC0). Le sue modalità di impiego sono molteplici: è ideale per preparare il pilota alla prestazione di una speciale da qualifica nella sessione che precede la Superpole®, è dedicata alla Superpole® Race ma abbastanza versatile da essere impiegata su gare tradizionali ed in sessioni di prove libere con temperature operative alte e con fondi poco abrasivi e gommati.

 

Nel 2020 Pirelli introduce anche una innovativa versione della nuova mescola SC3, che si propone come la più versatile in termini di ampiezza di condizioni operative – in termini di spettro di temperature di utilizzo e caratteristiche degli asfalti – in cui è in grado di offrire ottime prestazioni. Questa mescola è la scelta ideale per i motociclisti che competono nelle discipline in cui sono necessarie consistenza e versatilità alle condizioni operative – circuiti con asfalti misti, circuiti lunghi che causano ampi cicli termici alle coperture, sessioni multiple – e per quelli che partecipano a giornate in pista. Grazie al costante lavoro svolto dagli ingegneri Pirelli sul campo delle competizioni e rimarcando l’importanza del corretto settaggio delle pressioni per ottenere la prestazione e la durata ottimale, il DIABLOTM SUPERBIKE SC3 è stato progettato per l’utilizzo in pista anche senza l’impiego di termocoperte.

 

Anche l’intagliato DIABLOTM SUPERCORSA include nella gamma 2020 la mescola SC3 sia nelle misure anteriori che posteriori.

 

PHANTOM™ SPORTSCOMP RS

 

PHANTOM™ SPORTSCOMP RS è un nuovo pneumatico da competizione omologato anche per utilizzo stradale, progettato per motociclette con calettamenti da diciotto pollici e destinato in particolare all’utilizzo in pista per gare sprint e classic endurance.

 

PHANTOM™ SPORTSCOMP RS unisce lo storico disegno battistrada dell’iconico pneumatico PHANTOMTM SPORTSCOMP con la più recente tecnologia di pneumatici da pista ad alte prestazioni, ed è progettato per le applicazioni classic racing contemporanee.

 

I principali vantaggi offerti al motociclista sono il rapido warm-up ed un’ampiezza dello spettro di temperature di impiego tale da consentire l’ingresso in pista anche senza avere impiegato le termocoperte. PHANTOM™ SPORTSCOMP RS caratterizza la guida con grande linearità di discesa in piega grazie ad un profilo a doppio raggio ottimizzato per l’impiego su ciclistiche datate; una volta in traiettoria, l’ampia area d’impronta comunica controllo all’anteriore fornendo elevati valori di spinte al posteriore.

 

PHANTOM™ SPORTSCOMP RS è progettato per affrontare diverse sessioni anche in condizioni di bagnato intermedio: il miglioramento continuo nei processi di miscelazione – a supporto di un elevato ed uniforme contenuto di Carbon Black extra-fine – garantisce costanza nelle prestazioni di punta anche per più sessioni; in combinazione con un disegno battistrada drenante ispirato al prestigio nelle competizioni del passato – l’alta improntabilità della mescola permette a PHANTOM™ SPORTSCOMP RS di garantire tenuta e drenaggio anche su asfalto bagnato.

 

Nel 2020 PHANTOM™ SPORTSCOMP RS sarà disponibile nelle misure 110/80 R 18 M/C 85V TL anteriore, e 130/70 R 18 M/C 63V TL e 150/70 R 18 M/C 70V TL posteriore.

 

DIABLO ROSSO™ SCOOTER SC

 

Il nuovo DIABLO ROSSO™ SCOOTER SC porta tutta l’esperienza di Pirelli competizioni nel mondo degli scooter. Con profili speciali, mescole innovative ed un disegno battistrada derivato dal DIABLO ROSSO™ SCOOTER, Pirelli ha creato un nuovo pneumatico omologato per utilizzo stradale ed allo stesso tempo ottimizzato per le applicazioni in pista.

 

Tra i principali vantaggi di DIABLO ROSSO™ SCOOTER SC c’è l’elevata aderenza di punta garantita dalla mescola ad alto grado di Carbon Black, progettata per garantire un rapido warm-up ed un’ottima resistenza allo strappo. Grazie al know-how derivato dagli sviluppi della gamma DIABLO SUPERCORSA™ SC, DIABLO ROSSO™ SCOOTER SC è adatto per l’uso in tutte le classi delle competizioni per scooter.

 

La maneggevolezza in pista è tra le principali caratteristiche di questo prodotto, che sarà apprezzato per la sua agilità nei cambi di direzione, la sua precisione nell’impostare e mantenere le traiettorie più sfidanti. Anche la consistenza delle prestazioni è un fattore estremamente importante per vincere una competizione: grazie alla combinazione dei materiali e del disegno battistrada, DIABLO ROSSO™ SCOOTER SC assicura le massime prestazioni per l’intera gara e non solo su superfici asciutte, dove Pirelli è già il riferimento per tutti i concorrenti, ma anche in condizioni di bagnato intermedio.

 

Il nuovo DIABLO ROSSO™ SCOOTER SC è disponibile nelle misure 100/90 – 12 M / C 64P TL anteriore e 120/80 – 12 M / C 55P TL posteriore.

 

 

RENAULT TRUCKS D & D WIDE 2020: UN NUOVO AMBIENTE DI LAVORO PER UNA MAGGIORE EFFICIENZA

Renault Trucks lancia la commercializzazione della versione 2020 dei veicoli della gamma per la distribuzione. I modelli D e D Wide hanno un nuovo design interno ergonomico e confortevole, sistemi di sicurezza e allestimenti aerodinamici. Nella nuova versione, gli autotelai della gamma distribuzione Renault Trucks sono interamente connessi.

 

Un nuovo allestimento interno per maggiore comfort

 

Renault Trucks ha rielaborato l’armonia interna dei modelli D e D Wide che nella versione 2020 sono dotati di una plancia di bordo ridisegnata, di un nuovo volante ed un nuovo cruscotto bianco e nero.

 

Per facilitare il lavoro del conducente sono stati aggiunti un supporto per tablet, un supporto opzionale per un secondo smartphone e due porte USB-C. I veicoli sono dotati anche di una nuova radio, compatibile con la radio digitale terrestre DAB+.

 

Per il massimo comfort Renault Trucks propone opzionalmente il Comfort Pack che comprende il volante in pelle, il sedile di guida con sostegno laterale, ulteriori vani portaoggetti, un secondo porta smartphone e l’aereatore tetto apribile (solo per il D Wide).

 

Nuovi equipaggiamenti per una maggiore sicurezza

 

I Renault Trucks D e D Wide sono equipaggiati di serie con il cruise control adattivo ACC che consente di mantenere la distanza dal veicolo che precede regolando automaticamente l’accelerazione e la frenata per offrire maggiore sicurezza, una guida più fluida e un minore affaticamento del conducente.

 

renault-trucks.it

 

 

Per una migliore visibilità i Renault Trucks D e D Wide sono disponibili con luci posteriori a LED.

 

Per la massima sicurezza, Renault Trucks propone opzionalmente il pacchetto Protect Pack, che comprende: luci posteriori a LED, assistenza alla partenza in salita, una porta ad alta visibilità e un segnalatore acustico di retromarcia, per una maggiore attenzione degli utenti della strada.

 

Autotelai connessi per una maggiore produttività

 

I veicoli diesel Renault Trucks sono dotati di motori Euro 6 step D, a basso consumo di carburante e rispettosi dell’ambiente.

 

Per aumentare ulteriormente l’efficienza e la produttività dei veicoli, i modelli della gamma D di Renault Trucks sono connessi di serie (TGW 4G) e sono quindi compatibili con Optifleet, la soluzione Renault Trucks per la gestione della flotta. Con Optifleet l’attività è gestita in tempo reale, consentendo di controllare perfettamente le principali voci di spesa. Il gestore della flotta può monitorare il consumo dei veicoli con Optifleet Check e geolocalizzarli in tempo reale con Optifleet Map.

 

Per la massima produttività, Renault Trucks propone opzionalmente l’Eco Fuel Pack che include il deflettore regolabile sul tetto, lo spegnimento automatico del motore dopo tre minuti, modalità power inibita, la funzione “ruota libera” Optiroll (su D Wide), il software per il cambio ottimizzato (su D Wide) e il compressore d’aria disinnestabile (solo su motori DTI 11).

 

I motori dei Renault Trucks D e D Wide sono compatibili con il carburante sintetico XTL e il biodiesel. I modelli 2020 sono disponibili anche nella versione a gas (D Wide CNG).

YOKOHAMA LANCIA IL NUOVO GEOLANDAR X-MT G005

Yokohama annuncia il lancio per il mercato italiano del nuovo modello di pneumatico off-road 4×4 chiamato Geolandar X-MT G005. Questo modello di pneumatico è destinato a una nicchia di mercato in cui l’utente cerca un prodotto altamente sportivo e capace di prestazioni assolute su fango, rocce e ghiaia. Geolandar X-MT G005 assicura una trazione off-road estrema, totale, e un disegno del battistrada altrettanto estremo ed aggressivo. Si tratta di un modello molto robusto e resistente che, grazie a questo, garantisce anche una longeva durata di utilizzo. Nonostante un disegno molto aperto a tassellato, Geolandar X-MT G005 salvaguarda anche la rumorosità.

 

Le dimensioni sono comprese fra i 17” e i 20”, destinate a un mercato di nicchia ma in cui esistono applicazioni particolari e molto diverse.

 

Il disegno di questo modello ricorda proprio un terreno roccioso: oltre ad avere valenza tecnica in termini di resistenza, robustezza e espulsione di fango e detriti, questo aspetto rende anche il look del pneumatico molto appetibile.

 

Il battistrada simmetrico, con un elevato rapporto vuoti/pieni, assicura in primis, come detto, l’espulsione di fango e detriti, ed è così robusto da contrastare al contempo strappi e danni dovuti agli urti. L’efficacia di questo disegno aggressivo si può apprezzare anche su terreni bagnati e le piccole lamelle disposte sui tasselli battistrada aumentano la tenuta anche su superfici scivolose.

 

La tassellatura del battistrada continua ed è ben visibile anche sulla spalla e sul fianco del Geolandar X-MT G005, conferendo alla vista laterale del prodotto un aspetto sempre molto sportivo ed attraente per il target cui è rivolto. La spalla così appare e si rivela essere molto robusta e solida, tecnicamente capace di incrementare le prestazioni del pneumatico. Questo modello è infine contrassegnato dalla sigla “POR” che identifica prodotti particolarmente adatti all’utilizzo in fuoristrada (POR è l’acronimo di Professional Off Road) ma che possono essere utilizzati legalmente su strada normale. La legge permette di montare pneumatici POR sulla propria vettura e di circolare legalmente su strada senza limitazioni. L’unica operazione da fare, nel caso in cui il codice di velocità riportato sugli pneumatici sia inferiore a quello scritto sul libretto, è quello di apporre un’etichetta sul cruscotto che riporti la velocità massima raggiungibile dagli pneumatici.

 

Con il nuovo Geolandar X-MT G005 Yokohama soddisfa le aspettative di un mercato di nicchia ma molto esigente in modo prestazionale ed esteticamente innovativo. Geolandar X-MT G005 sarà la vera novità dell’off-road 2019!

 

Goodyear amplia la sua offerta di pneumatici invernali con la nuova gamma UltraGrip

Goodyear rinnova completamente la sua pluripremiata gamma di pneumatici invernali UltraGrip. Veicoli ad alte prestazioni, auto compatte, piccole city car e veicoli commerciali che adottano gli UltraGrip Performance+, gli UltraGrip 9+ o gli UltraGrip Cargo potranno beneficiare di prestazioni invernali ai massimi livelli.

I pneumatici Goodyear UltraGrip Performance+ migliorano le prestazioni invernali delle vetture ad alte prestazioni, su asciutto e bagnato, grazie a due importanti tecnologie*. La Traction Protect Technology introduce una nuova mescola contenente resina che migliora le capacità di deformazione e ripristino della forma del pneumatico, permettendo di fornire maggiore aderenza in frenata. La Winter Grip Technology consiste in un nuovo mix di mescole che forniscono una maggiore elasticità della gomma a bassa temperatura, aumentando l’aderenza su neve e ghiaccio.

Con la gamma UltraGrip 9+, Goodyear offre agli automobilisti un pneumatico in grado di affrontare in modo eccellente le difficili condizioni invernali. La sua tecnologia Mileage Plus protegge il pneumatico dalle rotture e dal distacco di pezzi di gomma provocati dalle avverse condizioni stradali, garantendo così migliori prestazioni e una miglior resa chilometrica*.

Anche UltraGrip 9+ può vantare la Winter Grip Technology, che assicura un’aderenza eccezionale su neve e ghiaccio.

Grazie ai vari miglioramenti del disegno del battistrada e delle mescole della gomma, il nuovo Goodyear UltraGrip Cargo per i veicoli commerciali leggeri offre prestazioni di frenata straordinarie sulla neve e riduce il costo totale di possesso, migliorando il chilometraggio del pneumatico e fornendo maggiore fiducia ai proprietari dei veicoli commerciali i cui mezzi sono impegnati anche nelle più difficili condizioni invernali*.

L’introduzione di UltraGrip Performance+ sarà graduale, con più dell’60% delle misure disponibili già da settembre così come tutte le misure di UltraGrip 9+ e UltraGrip Cargo.

* Rispetto al predecessore

Yokohama al 4×4 fest 2019 con grandi novita’

Yokohama Italia presenterà importanti novità alla prossima edizione del 4×4 Fest, l’importante manifestazione dedicata alle vetture a trazione integrale. Il Salone, giunto quest’anno alla 19° edizione, si svolgerà come di consueto a Carrara dall’11 al 13 ottobre presso il polo CarraraFiere e nelle aree circostanti i padiglioni.

 

Yokohama potrà contare su una famiglia Geolandar in fase di costante rinnovamento e presenterà una grande novità, attesa da tutti gli appassionati dell’off-road più sportivo: Geolandar G005 XMT. Questo prodotto completa la nutrita famiglia Geolandar, che conta modelli altamente specializzati e performanti fra cui il Geolandar A/T G015 destinato a SUV e 4×4 di ultima generazione e dotato oltre che della scritta M+S del contrassegno invernale snowflake, il Geolandar G003 Mud Terrain, il Geolandar G012 All Terrain e il Geolandar X-CV G057 destinato alla guida cittadina e autostradale.

 

Il nuovo Geolandar X-M/T G005 è indirizzato a una nicchia di mercato in cui l’utente cerca un prodotto altamente sportivo e capace di prestazioni assolute su fango, rocce e ghiaia. Geolandar X-MT G005 assicura una trazione off-road estrema, totale, e un disegno del battistrada altrettanto aggressivo. La lettera X nel nome indica proprio questa dedizione “estrema”.

Il G005 è un modello molto robusto e resistente che, grazie a questo, garantisce anche una lunga durata di utilizzo. Nonostante un disegno molto aperto a tassellato, Geolandar X-MT G005 salvaguarda anche la rumorosità.

Le dimensioni sono comprese fra i 17” e i 20”, destinate a un mercato di nicchia ma in cui esistono applicazioni particolari e molto diverse.

 

Geolandar G005 X-M/T non è estremo solo nel nome e nella promessa di utilizzo, ma anche nel disegno: la tassellatura del battistrada è continua e ben visibile anche sulla spalla e sul fianco del pneumatico e regala alla vista laterale del prodotto un aspetto sempre molto sportivo ed attraente per il target cui è rivolto. Questo modello è infine contrassegnato dalla sigla “POR” che identifica prodotti particolarmente adatti all’utilizzo in fuoristrada (POR è l’acronimo di Professional Off Road) ma che possono essere utilizzati legalmente su strada normale. La legge permette di montare pneumatici POR sulla propria vettura e di circolare legalmente su strada senza limitazioni. L’unica operazione da fare, nel caso in cui il codice di velocità riportato sugli pneumatici sia inferiore a quello scritto sul libretto, è quello di apporre un’etichetta sul cruscotto che riporti la velocità massima raggiungibile dagli pneumatici.

 

 

4×4 Fest sarà aperta da venerdì 11 a domenica 13 ottobre: Yokohama ti aspetta presso il padiglione C per vivere tutta l’emozione dell’off-road e toccare con mano il nuovo Geolandar G005 X-M/T.

 

MICHELIN Road 5 GT: Il pneumatico stradale per gli amanti delle moto turistiche

Il pneumatico MICHELIN Road 5 GT è il successore del Michelin Pilot Road 4 GT e completa la gamma MICHELIN Road 5. La Commercializzazione del MICHELIN Road5 GT parte da Settembre 2019 e si rivolge agli appassionati dei grandi viaggi in moto .

Amanti delle grandi distanze, spesso in coppia sulla moto, possessori di BMW R 1200 RT o K 1600 GT, di YAMAHA FJR 1300, di HONDA PAN EUROPEAN 1300, di KAWASAKI 1400 GTR, di TRIUMPH TROPHY,… questi motociclisti hanno bisogno di un pneumatico specifico che offra sicurezza, comfort, durata, stabilità e piacere di guida, in tutte le condizioni* anche dopo aver percorso molti chilometri. 

Sviluppato rispettando la filosofia e gli stessi standard rigorosi del pneumatico MICHELIN Road 5, la versione GT beneficia dei progressi tecnologici della gamma da cui proviene.

Per rispondere alle aspettative di questi motociclisti esigenti, il MICHELIN Road 5 GT si concentra sulle prestazioni, in particolare su superfici bagnate, per una stabilità e una frenata efficace, specie quando si è sorpresi dal maltempo. Da test comparativi interni, il nuovo pneumatico è il primo nei test di frenata e di aderenza su strade bagnate** anche con un’usura del 50%***.

Il pneumatico MICHELIN Road 5 GT si avvale di una tecnologia di fabbricazione additiva di metallo per sviluppare stampi estremamente sofisticati. Il risultato sono lamelle progressive, chiamate MICHELIN XST Evo, che mostrano scanalature più ampie al crescere dell’usura, aumentando il tasso di intaglio del battistrada, al fine di preservare la sua capacità di drenare l’acqua.

*Eccetto su neve e ghiaccio.

**Test interni effettuati sul circuito Michelin a Fontange, nell’ottobre 2017, con la presenza di un ufficiale giudiziario, confrontando il pneumatico MICHELIN ROAD 5 con i pneumatici concorrenti METZELER ROADTEC 01, DUNLOP ROADSMART 3, CONTINENTAL ROAD ATTACK 3, PIRELLI ANGEL GT e BRIDGESTONE T30 EVO, nelle misure 120/70 ZR17 (anteriore) e 180/ZR 17 (posteriore) che equipaggiavano una SUZUKI BANDIT 1250.

*** Test interni effettuati sul circuito Michelin a Ladoux, nell’ottobre 2017, con la presenza di un ufficiale giudiziario, confrontando il pneumatico MICHELIN ROAD 5 che ha percorso 5636 km e con un 50% di profondità del battistrada residuo, con un pneumatico MICHELIN PILOT ROAD 4 nuovo.

 

Pirelli SCORPION™ Trail II si aggiudica il test comparativo di pneumatici enduro street promosso dal magazine inglese RiDE

I Pirelli SCORPION™ Trail II si confermano ancora una volta come i migliori pneumatici del segmento enduro street. A decretarlo, in questo caso, è stato il prestigioso magazine inglese RiDE che nel numero di novembre, attualmente in edicola, dedica un lungo e completo articolo dettagliando i risultati della comparativa che ha visto per protagonisti i pneumatici stradali destinati ad adventure bike.

 

Il mensile britannico ha messo a confronto SCORPION™ Trail II con Metzeler TOURANCE™ Next, Michelin Anakee Adventure, Dunlop Trailsmart Max, Bridgestone Adventure A41 e Continental TrailAttack 3 eleggendo il pneumatico italiano come il netto vincitore della comparativa.

SCORPION™ Trail II ha ottenuto 92 punti su un totale di 100 in palio, ottenendo due punti in più del Continental TrailAttack 3 e quattro in più del Bridgestone Adventure A41. Più distaccati, sotto gli 80 punti, i restanti pneumatici testati.

 

Matt Wildee e Bruce Dunn, tester della rivista che vantano entrambi oltre 20 anni di esperienza in ambito testing moto e pneumatici, hanno deciso di procedere effettuando un blind test, quindi senza sapere quali fossero i pneumatici montati sulla moto nei diversi momenti del test, così da ottenere la massima imparzialità e non essere eventualmente influenzati da preconcetti legati alla loro conoscenza dei brand coinvolti. Ciascuno dei due tester ha testato in modo approfondito ogni set, Wildee si è concentrato su valori quali velocità di warm-up e stabilità mentre Dunn sulla performance assoluta. Sia Wildee che Dunn hanno assegnato a ciascun set di pneumatici oggetto del test un punteggio su base 10 dando una valutazione a parametri quali capacità sterzante, sensazione di sicurezza trasmessa al pilota, stabilità, qualità e feeling di guida. Inoltre sono state misurate le temperature operative e la distanza di arresto in caso di frenata d’emergenza a 70 miglia orarie (circa 113 km/h). Il test è stato condotto su un percorso variegato di 22 miglia (circa 35 km) in condizioni di asciutto e con una temperatura di 22° gradi, utilizzando le pressioni suggerite dal costruttore della motocicletta, ovvero una Suzuki V-Strom 1000 scelta per il test perché priva di sofisticati controlli di trazione e raffinate sospensioni che avrebbero potuto influenzare il risultato.

 

SCORPION™ Trail II ottiene il punteggio più alto tra i set di pneumatici oggetto del test per quanto riguarda la capacità sterzante, la sensazione di sicurezza trasmessa al pilota e il feeling di guida, ottenendo punteggi alti anche per stabilità e qualità della guida.

Il verdetto finale del magazine su SCORPION™ Trail II è chiaro: “Un grande set di pneumatici che migliora la nostra V-Strom in ogni aspetto, senza compromessi. La fanno sentire più leggera, più facile da guidare e più divertente”.

 

Prosegue così la scia di successi ottenuti da Pirelli SCORPION™ Trail II che si conferma al top del segmento enduro street e che, a partire dalla sua introduzione sul mercato nel 2015, ha ottenuto ben undici successi nelle comparative pneumatici realizzate dalle più prestigiose riviste europee di settore entrando a diritto nel limbo dei pneumatici di maggiore successo nel panorama della gamma moto Pirelli.

Anteprima mondiale del Ducato Electric

Svelato ai media internazionali il primo modello elettrico di Fiat Professional che arriverà negli showroom Fiat Professional nel corso del 2020. Sviluppato e progettato in accordo con i più avanzati standard qualitativi del Gruppo FCA, sarà disponibile in tutte le varianti di carrozzeria con la stessa volumetria di carico del Ducato tradizionale, da 10m3 a 17m3, e la migliore portata sul mercato, fino a 1.950 kg. Ducato Electric offrirà diverse opzioni di batterie per un’autonomia totale da 220 a 360 km (ciclo NEDC). Potenza massima di 90 kW e coppia massima di 280 Nm. Lo sviluppo è frutto di un’approfondita analisi dei dati di utilizzo del veicolo commerciale, nella diverse declinazioni di missione, e della collaborazione con alcuni grandi clienti, per offrire soluzioni su misura che adattino carico e prestazioni alle diverse esigenze di utilizzo professionale, senza compromessi: 100% Ducato, 100% Elettrico.

In occasione dell’evento dedicato al nuovo Ducato MY2020, l’evoluzione del Best Seller che da 38 anni soddisfa le diverse esigenze di business, il marchio Fiat Professional presenta, in anteprima mondiale, Ducato Electric – versione completamente elettrica di tipo BEV (Battery Electric Vehicle) – che sarà disponibile nel corso del 2020 e affiancherà il Ducato Natural Power a metano nell’offerta di trazioni alternative.

Il nuovo Ducato dunque riesce nell’impresa di migliorare se stesso, lungo un cammino evolutivo che non conosce sosta da quasi quarant’anni. Migliori prestazioni ed ecologia, grande attenzione al TCO (Total Cost of Ownership), per rispondere al meglio alle diverse esigenze di ogni missione professionale. E ancora la più ampia gamma per un veicolo “all forward”: stile ricercato e riconoscibile, tecnologia all’avanguardia. In questo contesto si inserisce anche il Ducato Electric, il primo modello full electric di Fiat Professional, progettato e sviluppato con i più avanzati standard qualitativi del Gruppo FCA.

Il Ducato Electric è concepito e sviluppato partendo da una specifica e dettagliata analisi dell’utilizzo reale cliente, attraverso un anno di acquisizione dati, la quale conferma che oltre il 25% del mercato ha già una completa “BEV Attitude” dal punto di visto di utilizzo, percorso, dinamica e prestazioni e che risulta quindi già “pronta” al cambio di mobilità.

Sono infatti i professionisti che operano in specifiche aree di business ad essere tra i primi interessati e pronti a questa soluzione: dal crescente commercio online, ai servizi postali e di spedizioni, dalla ristorazione a domicilio, al trasporto locale hub-spoke, dalla necessità in genere di avere accesso ai grandi centri urbani, che sempre di più limitano la circolazione a veicoli con trazione tradizionale all’interno dei centri storici.

I clienti che hanno già oggi una predisposizione alla trazione elettrica, sono gli stessi che, per specifica missione di utilizzo e di conseguenza per necessità, sono coloro che pongono estrema attenzione al TCO, hanno percorsi generalmente a bassa variabilità, un numero elevato di giornate di utilizzo annuali con chilometraggi giornalieri limitati.

Il Ducato Electric, coeretemente al suo spirito innovativo, si avvale di una pro-attiva collaborazione con il cliente, attraverso Progetti Pilota che vedono coinvolti alcuni grandi operatori del settore in modo da sfruttare al meglio tutte le competenze, e cogliere ogni specifica esigenza di utilizzo e tenerne conto nella fase di messa a punto e customizzazione specifica per ogni applicazione. Attraverso questo approccio, Fiat Professional, si propone di offrire soluzioni complete di mobilità elettrica, che partendo dall’analisi dei fabbisogni energetici, possano coprire non solo ogni singola missione, ma che siano in grado di offrire soluzioni che spazino dal veicolo alle infrastrutture, senza trascurare tutto il mondo di servizi che i nuovi ed emergenti canoni di mobilità richiedono ogni giorno di più.

Ecco perché Ducato Electric proporrà, oltre ad una completa gamma di versioni, anche opzioni modulari di taglia batteria con autonomie di percorrenza da 220 a 360 km (ciclo NEDC) e differenti configurazioni di ricarica. Il tutto a fronte di prestazioni di assoluto interesse: velocità limitata a 100 km/h per meglio ottimizzare gli assorbimenti energetici, potenza massima di 90 kW e coppia massima di 280 Nm. 
La nuova propulsione elettrica inoltre non penalizza quello che è il punto forte del Ducato: volumetria di carico best in class da 10 a 17m3, portata fino a 1.950 kg, la migliore della categoria.

Fiat Professional dunque capitalizza il proprio patrimonio tecnologico e la propria esperienza per sviluppare la versione elettrica del suo best seller, rispettando le necessità di ogni utilizzatore professionale, all’insegna dell’innovazione, delle prestazioni, e della flessibilità, facendo fede al mantra di Ducato “più tecnologia, più efficienza, più valore”, proponendo al cliente la versione a “emissioni zero” del van più efficiente e versatile sul mercato.

Il nuovo Ducato Electric è un veicolo senza compromessi: 100% Ducato, 100% Elettrico. Sarà quindi la punta di diamante di Fiat Professional nel campo della mobilità elettrica e soprattutto nel passaggio sempre più evidente dalla tradizionale “scelta del veicolo” a una “scelta della mobilità” ispirata da fattori specifici di tipo lavorativo e commerciale, muovendo il concetto di acquisto da Total Cost of Ownership al Total Cost of Mobility.

 

Fiat Professional presenta il miglior Ducato di sempre

A partire da luglio è ordinabile in tutte le concessionarie Fiat Professional il Ducato MY2020, il best seller che evolve per rispondere al meglio a ogni esigenza professionale. Leader in Europa per il quinto anno consecutivo, primo per vendite in 12 Paesi, Ducato si rinnova in termini di contenuti e tecnologie offrendo ai clienti “il miglior Ducato di sempre”. Esordiscono i nuovi motori Euro 6D ancora più performanti ed ecologici; dotati di ECOpack che grazie a Start&Stop, alternatore intelligente, pompa di alimentazione a controllo elettronico e modalità “Eco”, garantisce risparmio energetico e di carburante a tutto vantaggio del Total Cost of Ownership. Novità assoluta l’avanzato cambio automatico “9Speed” a nove marce. Sono disponibili i più avanzati sistemi di assistenza alla guida e infotainment di ultima generazione. Il nuovo Ducato MY2020 è disponibile in Svizzera da CHF 19’990. Debutta il nuovo Ducato MY2020, l’evoluzione del best seller di Fiat Professional che da 38 anni soddisfa con soluzioni sempre all’avanguardia le diverse esigenze di business, dai veicoli trasporto merci, ai più complessi veicoli allestiti, inclusi le basi di trasformazione per i veicoli camping car.

Ducato è infatti leader incontrastato sul mercato europeo per il quinto anno consecutivo, primo per vendite in 12 Paesi e primo veicolo in assoluto come base camper in Europa: circa 3 camper su 4 venduti sono Fiat Ducato. Il successo espresso dai numeri si spiega con la capacità di rispondere in maniera completa alle diverse necessità professionali: ci si può affidare a Ducato e alla sua versatilità per qualunque esigenza di trasporto o di lavoro, dal trasporto di persone allo urban delivery, dai veicoli allestiti per trasporto freddo ai camping car, grazie a caratteristiche tecniche, come ad esempio, portata, volumetria e carichi sugli assi, da record tra i veicoli a trazione anteriore, uniti alla più ampia scelta di varianti di passo, lunghezza e altezza. Il nuovo Ducato MY2020 affronta oggi una nuova, impegnativa, sfida: diventare il miglior Ducato di sempre. Difficile affinare un modello di tale successo: per farlo, gli ingegneri di Fiat Professional si sono concentrati su un approccio ancora più su misura, uno sviluppo guidato dalle best practices e da esperienze concrete. I motori oggi sono tutti Euro 6D, ancora più efficienti, ecologici, performanti e con diverse alimentazioni, a tutto vantaggio dell’ambiente, ed esordisce il nuovo cambio automatico “9Speed” a nove marce. Si tratta di un torque converter di ultima generazione, capace di sfruttare al meglio tutti i punti di coppia del motore.

È il miglior cambio della categoria in termini di peso, garantisce affidabilità e durata e un’esperienza di guida sempre piacevole. Inoltre nel corso del 2020 sarà disponibile una versione completamente elettrica che adotta tecnologie di Fiat Professional e che affianca il Ducato Natural Power a metano nell’offerta di carburanti alternativi. 

Motori: prestazioni, ecologia ed efficienza La gamma di motori è da sempre uno dei punti di forza del Ducato di Fiat Professional. Un’offerta completa, ampia, adeguata a diversi utilizzi e soprattutto prestazionale e affidabile. Ducato infatti è l’unico modello nella sua categoria ad adottare un motore a gasolio di derivazione industriale, solido e longevo ma capace di garantire prestazioni e comfort automobilistici. Ducato MY2020 mantiene tutte le caratteristiche così apprezzate dai clienti migliorando ulteriormente nella facilità di guida e offrendo nuove declinazioni di potenza. La nuova offerta prevede motori tutti Euro 6D. L’intera gamma Multijet 2 è ora composto da motori 2,3 litri di derivazione industriale con compressore a geometria variabile, per una guida più fluida e un motore più elastico che mai fin dalle basse velocità, con conseguente riduzione dei consumi nel reale ciclo di utilizzo.

Il nuovo turbocompressore, grazie al controllo elettronico, è in grado di adattare la sua fluidodinamica alla velocità del motore e allo stile di guida, per garantire in ogni momento la giusta sovralimentazione. Ciò è possibile grazie all’adozione di una serie di pale mobili poste lungo il raggio della turbina, che controlla il flusso del gas di scarico e di conseguenza la velocità e la forza del compressore. La nuova gamma di motori Multijet 2 di Ducato fa fede al mantra di Fiat Professional “one mission-one engine”, che significa offrire una soluzione ottimale rivolta ai bisogni delle diverse mission dei clienti. Si accede al mondo Ducato con il 2.3 Multijet 2 da 120 CV a 2750 giri con 320 Nm di coppia massima a 1400 giri, abbinato al cambio manuale, che migliora del 10% potenza e coppia rispetto al precedente motore 2.0 litri. Il 140 CV da 3500 giri è invece il cuore della gamma, versatile ed elastico con i suoi 350 Nm di coppia (+9% rispetto al 130 Multijet) a soli 1400 giri, disponibile sia con cambio manuale sia con l’avanzato cambio automatico “9Speed” a 9 rapporti.

Rispetto per l’ambiente e alte prestazioni con il 160 CV a 3500 giri, che eroga fino a 400 Nm a 1500 giri nella versione con cambio automatico. Questa power unit adotta un albero motore specifico con cuscinetti di dimensioni maggiorate, pistoni speciali e un turbocompressore specifico, a tutto vantaggio delle prestazioni e della durata del motore. Al vertice della proposta si colloca il 2.3 Multijet da 180 CV a 3500 giri: 400 Nm di coppia con trasmissione manuale e 450 Nm – + 12% rispetto al modello precedente – con il nuovo cambio automatico a nove marce che colloca il motore a valori di best-in-class in termini di coppia nella categoria. È dedicato a chi ricerca le migliori prestazioni e un comfort di guida assoluto specie in abbinamento alla nuova trasmissione automatica. Non manca l’esclusiva variante Natural Power con motore monofuel metano da 3000 cm3 e 136 CV di potenza massima a 2730 giri e 350 Nm di coppia massima a 1500 giri, che conferma l’impegno e la leadership di Fiat Professional nello sviluppo di questo carburante alternativo.

Il Ducato 140 Natural Power è infatti parte di una gamma completa di veicoli commerciali a metano che vanno dalle Car Derived Vans, al Fiorino passando per il Doblò Passo Corto e Passo Lungo. Il nuovo cambio automatico “9Speed” La nuova trasmissione automatica a nove rapporti assicura un’esperienza di guida rilassata e piacevole, senza rinunciare alle prestazioni e ottimizzando in ogni situazione i consumi. È il cambio best-in-class in termini di peso nel settore e consente un utilizzo ottimizzato della coppia motrice che arriva sulla versione 180 cavalli alla quota record di 450 Nm. Garantisce infine grande affidabilità e durata grazie al convertitore di coppia che supplisce all’assenza della tradizionale frizione. I tecnici di Fiat Professional hanno sviluppato il Ducato MY2020 con Cambio Automatico 9Speed in modo che ogni cliente possa ottimizzare le prestazioni ed i consumi del veicolo in relazione alla specifica mission ed al percorso. È infatti possibile scegliere tra tre modalità di guida: Normal, Eco, che fornisce una risposta di accelerazione più fluida e una strategia di cambiata dedicata per consentire una maggiore riduzione dei consumi, e Power, che fornisce una risposta rapida di accelerazione e cambi di marcia ottimali per una guida piacevole e prestazioni ottimali anche in condizioni gravose. Le modalità operative sono due: in posizione D – Drive -, il modulo di controllo seleziona e innesta le marce in base alle diverse condizioni di guida: velocità, carico, pendenza. La modalità Autostick, in caso di cambi di marcia frequenti e in condizioni particolarmente difficili, come in tratti a elevata pendenza, consente di mantenere un rapporto inferiore con un conseguente miglioramento delle prestazioni ed evitando il surriscaldamento. Viene attivata spostando la leva del cambio verso sinistra, quindi in avanti e indietro per cambiare le marce. EcoPack Ducato MY2020 è dotato di serie di EcoPack, che sintetizza il meglio della tecnologia intelligente applicata alla salvaguardia ambientale.

EcoPack comprende il sistema Start & Stop, l’alternatore intelligente; la pompa di alimentazione a controllo elettronico, che garantisce risparmio energetico e maggiore efficienza di combustione; l’interruttore ECO che supporta il conducente nel risparmio di carburante. Tutto questo a vantaggio del Total Cost of Ownership, da sempre punto di forza del Ducato e dei veicoli Fiat Professional. Assistenza alla guida e infotainment Ducato MY2020 è il miglior Ducato di sempre sotto ogni aspetto: tecnologia, sicurezza, ADAS, connettività, motorizzazioni.

Sulla nuova gamma esordiscono infatti i più evoluti sistemi di assistenza alla guida che consentono al cliente un controllo del veicolo a 360°. Nel dettaglio, sono disponibili i seguenti dispositivi: • Blind spot assist (BSA), che utilizza sensori radar installati nel paraurti posteriore per individuare veicoli in avvicinamento invisibili al conducente se posizionati nell’angolo cieco dello specchietto retrovisore. • L’esclusivo Rear cross path detection (RCP), che utilizza sensori radar per individuare veicoli in avvicinamento laterale, quando si procede in retromarcia. Consente di evitare incidenti durante le operazioni di manovra. • Full brake control (FBC), che individua gli ostacoli e, verificata l’esistenza di un pericolo di collisione imminente, allerta il conducente e interviene azionando autonomamente una frenata di emergenza. • Lane departure warning system (LDWS), che determina se il veicolo sta uscendo dalla propria corsia di marcia, anche in condizioni di scarsa visibilità. In caso di pericolo un segnale acustico e visivo allerta immediatamente il conducente. • Traffic sign recognition, che utilizza la telecamera di bordo e assiste il guidatore riconoscendo i segnali stradali di limite di velocità consentita e sorpasso, riportandoli sul display di bordo. • High beam recognition, che gestisce l’accensione e spegnimento dei fari abbaglianti aumentando la visibilità e riducendo il rischio di abbagliamento durante la guida notturna riconoscendo automaticamente i veicoli nel senso di marcia opposto. • Sensore pioggia e crepuscolare, che attiva i tergicristalli e ne regola la velocità in base all’intensità della precipitazione. Il sensore crepuscolare attiva automaticamente gli anabbaglianti quando la luce all’esterno è insufficiente. • Tyre pressure monitoring system (TPMS), che controlla costantemente la pressione degli pneumatici, segnalandone eventuali cali direttamente sul display di bordo.

Un vero professionista, poi, non può rinunciare all’Engine Idle Preset, che consente di incrementare il regime minimo del motore per alimentare eventuali apparecchiature elettriche aggiuntive installate nel veicolo, e alle nuove Led Cargo Light. Sono le nuove e più potenti luci, di tre diverse dimensioni in base al passo del veicoli, che garantiscono un’illuminazione sempre efficace nell’area di carico, sino a 70 lux al centro e 40 lux nel perimetro. Infotainment con integrazione di Apple CarPlay e compatibilità con Android Auto La gamma Ducato MY2020 a partire dalla seconda metà dell’anno amplia inoltre l’offerta dei sistemi di intrattenimento a bordo. È ora disponibile il nuovo dispositivo di infotainment: 7” touchscreen by Mopar con ingresso USB e sintonizzatore Radio DAB e la possibilità di impostare gli ingombri delveicolo tenendo conto anche dell’eventuale allestimento in modo da ottenere indicazioni per evitare di entrare in strade non sufficientemente larghe o passaggi ad altezza limitata. Una caratteristica da vero professionista che si rivolge ad altri professionisti o ai clienti camping car. Il nuovo sistema include l’integrazione di Apple CarPlay e la compatibilità con Android Auto. Apple CarPlay fornisce indicazioni stradali ottimizzate a seconda delle condizioni del traffico e può essere usato per eseguire e ricevere chiamate, inviare e ricevere messaggi e ascoltare Apple Music, audiolibri e podcast restando sempre concentrati sulla strada. CarPlay è anche dotato di controllo vocale Siri ed è progettato appositamente per l’utilizzo alla guida.

Il sistema è compatibile inoltre con Android Auto, che consente di non uscire dall’ecosistema Android nemmeno mentre si è al volante, “proiettando” applicazioni e servizi sul display centrale, ed è progettato per rendere il recupero di informazioni alla guida un esercizio facile e sicuro. Il conducente può utilizzare Google Maps o Waze per ottenere indicazioni stradali e accedere con facilità a musica, contenuti multimediali e alle principali app di messaggistica. Uno stile appagante e automobilistico Lo stile di Ducato MY2020 nasce da un “car design” all’avanguardia che, unito al concept di un vero veicolo commerciale leggero, trasmette un forte senso di dinamismo, sicurezza, qualità e robustezza. Dunque, il nuovo veicolo di Fiat Professional affina ulteriormente il concetto di “design abbinato alla funzionalità” che dal 1981 caratterizza il modello.

Ducato MY2020 è un mezzo moderno e molto riconoscibile nello scenario dei commerciali leggeri – vanta un forte carisma che si è voluto preservare e rafforzare. La sua principale caratteristica estetica consiste in una carrozzeria che si compone di due volumi ben definiti – superiore e inferiore. Oggi questa cesura è resa meno geometrica e più dinamica grazie a un nuovo approccio dimensionale. Il frontale è caratterizzato dai montanti anteriori che arrivano a integrarsi attraverso il muscoloso cofano con l’importante calandra anteriore il cui disegno abbraccia tutto il frontale mediante la linea dei proiettori. Il frontale di Ducato MY2020 si caratterizza da una calandra color titanio e la linea dei proiettori in Piano Black, che modernizza il tratto iconico e immediatamente riconoscibile. Conferisce forza e determinazione, e allo stesso tempo, soprattutto, è progettato per proteggere ciò che sta all’interno – come un elmo spartano a cui lo stile si è ispirato. Modellando i muscoli dei paraurti e del cofano si è riusciti a proteggere le parti del frontale più vulnerabili, così da ridurre i costi di riparazione per i clienti.

Nissan rinnova la gamma LCV con il nuovo NV250

Nissan presenta il nuovo van compatto NV250, che rinnova la gamma di veicoli commerciali leggeri. Dotato delle innovative tecnologie Nissan Intelligent Mobility, NV250 è ancora più sicuro e affidabile grazie anche alla garanzia leader del settore pari a 5 anni / 160.000 km.

Nissan NV250 è il compagno di lavoro ideale per ogni cliente business con esigenze di affidabilità e versatilità. Diverse sono le motorizzazioni e le configurazioni degli interni. Disponibile in due lunghezze e con un’ampia gamma di allestimenti. Tre le versioni: Van destinata al trasporto di merci, Vettura, destinata al trasporto di persone e Combi, con un abitacolo estensibile e tanto spazio di carico.

Il nuovo NV250 sarà commercializzato in tutta Europa a partire da settembre 2019.

Altre caratteristiche chiave:

  • due diverse lunghezze e capacità di carico di 800 kg, con spazi ottimizzati che consentono una rapida e agevole movimentazione del carico;

  • motori conformi Euro6D-Temp, con emissioni di CO2 contenute e una elevata efficienza, a vantaggio di ridotti costi di esercizio;

  • numerose tecnologie Nissan Intelligent Mobility a bordo, fra cui Hill Start Assist e Extended Grip;

  • garanzia leader del settore di 5 anni / 160.000 km Nissan di serie.

“Il nuovo Nissan NV250 è il van compatto perfetto per le piccole imprese con grandi aspirazioni”, ha dichiarato Paolo D’Ettore, Light Commercial Vechicles Director di Nissan Europe. “Il modello NV250 rende più semplici le attività di trasporto e garantisce maggiore libertà anche nel tempo libero, perché i clienti possono scegliere la versione più adatta alle proprie esigenze”.

Laversione Van è disponibile in due lunghezze – L1 / L2 – e offre diverse configurazioni di posti. NV250 è il veicolo ideale per effettuare consegne in modo rapido, per muoversi agilmente nel traffico cittadino, anche quando si trasportano carichi particolarmente voluminosi.

La versione Vettura, destinata al trasporto di persone, è disponibile nella lunghezza L1 e offre cinque comodi posti. L’abitacolo è concepito per offire una confortevole esperienza di viaggio e, grazie all’ampio bagagliaio, NV250 è ideale per le escursioni e le gite fuoriporta in famiglia o tra amici, o per auitare gli sportivi nei loro spostamenti, grazie al grande vano di carico in grado di ospitare le loro attrezzature.

Sviluppato in sinergia con l’Alleanza, NV250 è mosso da un motore diesel da 1.5 litri dall’elevata affidabilità ed efficienza, disponibile in tre diverse potenze. 

Il modello NV250 affiancherà l’e-NV200, il pionieristico van compatto a zero emissioni di Nissan, leader di categoria con oltre 20.000 unità vendute in Europa dal lancio. e-NV200 è ora disponibile nella nuova versione con batteria da 40 kWh, con un’autonomia fino a 200 km (ciclo combinato WLTP).

 

Yokohama ADVAN Neova AD-08RS, dedicato a chi ama la guida sportiva

Yokohama ha annunciato il lancio di un nuovo prodotto sportivo appartenente alla gamma high performance ADVAN: ADVAN NEOVA AD08RS, un pneumatico sportivo stradale che sarà commercializzato in Europa dalle prossime settimane. All’inizio disponibile in poche misure, vedrà la gamma completa di 31 applicazioni entro l’estate 2019.

L’intera gamma comprenderà misure dai 15” ai 19”. ADVAN NEOVA AD08RS rappresenta una versione aggiornata e migliorata del già performante ADVAN NEOVA AD08R, pneumatico molto amato dai fruitori di track day e da chi in genere ama una guida precisa, sportiva e di grande tenuta.

 

Il nuovo ADVAN NEOVA AD08RS è stato messo a punto per soddisfare il regolamento europeo ECE R117-02 S2WR2, in particolare per quel che concerne l’impatto ambientale. Pur mantenendo il disegno del battistrada che ha fatto guadagnare ad ADVAN NEOVA AD08R una solida reputazione per un eccellente controllo in condizioni di asciutto e bagnato, ADVAN NEOVA AD08RS utilizza un nuovo composto che riduce la resistenza al rotolamento. Questo aspetto migliora notevolmente le prestazioni del prodotto per quel che concerne economicità e attenzione al green, comunque necessarie per le regolamentazione dettata dall’etichetta europea.

 

Il nuovo pneumatico raggiunge così un ottimo compromessa fra un handling eccellente, un’ottima tenuta di strada e un basso consumo di carburante che soddisferà pienamente gli appassionati di guida desiderosi di velocità e divertimento.

 

Come i suoi predecessori ADVAN AD08RS dimostra un comportamento impeccabile in curva grazie alla rigidità della carcassa, a un altissimo grip e a una tenuta eccellente sull’asciutto. Anche la tenuta sul bagnato, la stabilità e la resistenza ad un’usura irregolare sono ottimali. Insieme alla mescola ad alta densità di silice per una maggior morbidezza e una migliorata aderenza, il disegno battistrada concorre a mantenere le prestazioni top level in qualsiasi condizione di guida. In particolare, le scanalature arrotondate e sequenziali del battistrada servono per dissipare anche il calore generato durante la guida, specialmente quando rapidi cambi di traiettoria e brusche frenate generano attrito e quindi innalzano la temperatura interna del prodotto. Le scanalature servono inoltre per il fondamentale contrasto all’aquaplaning, uno dei pericoli più insidiosi durante la guida su fondo bagnato. Il disegno è caratterizzato infine da una spalla sulla quale rigidi e ampi blocchi battistrada permettono una tenuta e una precisione eccellenti in curva, manovra nella quale la vettura e il pneumatico sono posti sotto il massimo sforzo.

 

Yokohama Rubber ha definito la sua strategia circa i pneumatici sportivi e dedicati ai track day come uno degli elementi chiave della più ampia strategia inclusa nel piano di gestione a medio termine, il Grand Design 2020 (GD2020), partito nel 2018. La casa madre sta accelerando lo sviluppo di nuovi prodotti e ampliando la gamma di dimensioni di prodotti esistenti adatti all’uso con vari tipi di veicoli sportivi, dalle auto da corsa alle auto d’epoca, in pieno rispetto delle esigenze ambientali.

 

Yokohama lancia il nuovo Geolandar X-CV G057

Yokohama annuncia il lancio per il mercato italiano del nuovo modello di pneumatico Crossover SUV chiamato Geolandar X-CV G057.

 

Questo modello di pneumatico è destinato a Crossover SUV di alta gamma ai quali garantisce un ottimo equilibrio di prestazioni. Dotato della marcatura M+S, il nuovo Geolandar X-CV G057 offre in primo luogo una ragguardevole trazione sul bagnato ed è stato studiato per promettere e permettere performance elevate in termini di durata di utilizzo, comfort di guida e minimizzazione del rumore dovuto al rotolamento.

 

La gamma parte dai 18” e si estende fino a misure da 22”, per le quali le prestazioni di chilometraggio e silenziosità sono fondamentali.

 

La mescola del Geolandar X-CV G057 è composta da micro-silice e polimeri studiati apposta per garantire tenuta sul bagnato e sull’asciutto, oltre che dare stabilità di guida in tutte le condizioni stradali. Quest’ultima caratteristica è fondamentale per i SUV poiché hanno il baricentro alto e quindi necessitano di particolare stabilità nella guida dovendo dare la sensazione di avere un perfetto grip a terra e infondere sicurezza al guidatore.

 

Il disegno asimmetrico del battistrada fornisce un’ottima tenuta sul bagnato grazie anche alle 4 grandi e profonde scanalature longitudinali, molto efficaci anche contro l’aquaplaning. Infine, grazie alla variazione a 5 passi, Geolandar X-CV G057 è caratterizzato da una rumorosità ridotta e quindi un grande comfort di guida.

 

L’impronta a terra di questo pneumatico è ampia e molto regolare, tale da contrastare un’usura anomala e da migliorare il chilometraggio, e quindi il ciclo di utilizzo del prodotto.

 

Con Geolandar X-CV G057 Yokohama è in grado di immettere sul mercato un modello ad alte prestazioni per tutti i Crossover SUV più potenti e i cui proprietari ricercano prestazioni elevate e un ottimo compromesso fra comfort, tenuta e durata di utilizzo.