Anteprima svizzera del nuovo Opel Mokka

Solo pochi giorni dopo l’anteprima mondiale a Rüsselsheim, Opel Mokka viene presentato in Svizzera per la prima volta davanti ai rappresentanti dei media, ai...

Leggi tutto

RENAULT LANCIA LA RIVOLUZIONARIA TECNOLOGIA IBRIDA E-TECH SUI SUOI MODELLI DI VOLUME

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
/ 06

Il mondo delle auto, e in particolare quello delle motorizzazioni, è in continuo cambiamento. Necessaria riduzione di consumi ed emissioni di CO2, norme antinquinamento sempre più severe e nuove aspettative da parte dei consumatori costituiscono un mix che rendono l’elettrificazione indispensabile. Renault, pioniere dei veicoli elettrici, arricchisce la sua gamma con un’offerta di ibridazione E-TECH a sua immagine e somiglianza: efficace, accessibile e collocata nel cuore del mercato con veicoli best-seller. L’obiettivo è quello di rendere l’esperienza elettrica e il piacere di guida che ne deriva, accessibile al maggior numero di persone possibili, in un contesto in cui le scelte dei clienti devono essere più che mai pragmatiche, oculate, intelligenti e sensate.

Sono tre i modelli che compongono la nuova gamma E-TECH ibrida e ibrida ricaricabile[1] di Renault: Clio E-TECH Hybrid (ibrida 140 CV), Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid (ibrido ricaricabile 160 CV) e Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid (ibrida ricaricabile 160 CV). La nuova gamma E-TECH si adatta a tutti gli utilizzi dei clienti (su strada, in città, ecc.) secondo la tecnologia scelta, riducendo le emissioni di CO2 e contenendo i consumi di carburante, anche sulle lunghe distanze.

I modelli E-TECH Hybrid si affiancano ai veicoli al 100% elettrici, come Nuova ZOE, Nuova Twingo Z.E. e Kangoo Z.E., per completare la vastissima offerta elettrificata di Renault.

E”, COME ELETTRICO, “TECH” COME TECNOLOGIA F1.

E-TECH rappresenta la sintesi delle esperienze e competenze maturate da Renault nei veicoli elettrici che si fondono con le tecnologie sviluppate in Formula 1. Oggi, tutte le migliori tecnologie sviluppate per le competizioni sportive di Renault DP World F1 Team e il know how acquisito sull’efficienza energetica nei veicoli elettrici, si mettono al servizio dell’ibrido Renault.

Competenza nei veicoli elettrici

Il Gruppo Renault è pioniere e leader della mobilità elettrica, che è al centro degli impegni del Gruppo nell’ambito della sua visione di una mobilità sostenibile per tutti, adesso e in futuro. La competenza acquisita nei veicoli elettrici da oltre un decennio gli consente, oggi, di proporre motorizzazioni ibride dinamiche ed efficienti.

Non solo competenza, ma anche conoscenza dei clienti, perché ZOE è il veicolo 100% elettrico più venduto in Italia e in Europa e Renault, oggi, vanta la più grande flotta di veicoli elettrici in car sharing d’Europa (7.800 unità tra ZOE, Kangoo Z.E. e Twizy).

Grazie allo sviluppo di una vera e propria motorizzazione ibrida multimodale e non di un semplice motore termico elettrificato, i veicoli E-TECH offrono:

  • Avviamento sempre al 100% elettrico.

  • Piacere di guida in ogni circostanza, grazie alla maggiore capacità di guida elettrica, anche in caso di accelerazione.

  • Ottimo rendimento energetico, soprattutto grazie all’innovativa trasmissione multi-mode, all’efficace impianto di frenata rigenerativa e all’alta capacità di ricarica delle batterie: risultato congiunto dell’esperienza acquisita in Formula 1 e nei veicoli elettrici.

Grazie a questi vantaggi, Clio E-TECH Hybrid può circolare in città fino all’80% del tempo in modalità full electric, con una riduzione dei consumi in ciclo urbano fino al 40% rispetto al motore benzina.  Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid e Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid dispongono di un’autonomia che consente di percorrere 50 chilometri in modalità full electric a una velocità fino a 135 km/h in ciclo misto (WLTP) e fino a 65 chilometri in ciclo urbano (WLTP City).

Tecnologia innovativa che arriva dal mondo della competizione

Il gruppo motopropulsore tipico delle motorizzazioni ibride di Renault si declina in due varianti: E-TECH Hybrid per il “full hybrid” (HEV o “ibrido”) ed E-TECH Plug-in Hybrid per l’hybrid plug-in (PHEV o “ibrido ricaricabile”). Può essere facilmente integrato in questi modelli grazie alle piattaforme modulari CMF-B e CMF-C/D, che sono state progettate fin dagli inizi per consentire l’elettrificazione, e grazie all’inedita compattezza della tecnologia E-TECH,  può essere alloggiata anche nel vano motore di una citycar come Clio.

Gli ingegneri di Renault hanno sviluppato una soluzione rivoluzionaria per proporre un’offerta ibrida coerente, originale ed esclusiva, che vanta più di 150 brevetti e che si basa su un’architettura ibrida cosiddetta “serie-parallelo” per offrire il massimo delle combinazioni di funzionamento tra i vari motori e ridurre al minimo la CO2 in fase di utilizzo.

Questa tecnologia ibrida può contare anche sulle competenze della scuderia Renault DP World F1 Team. Permette di condividere le tecnologie sviluppate per la F1 e adattate ai veicoli ibridi di serie.

Mobilità sostenibile per tutti

La visione del Gruppo Renault consiste nel fornire una mobilità sostenibile per tutti, adesso e in futuro. L’avvento di queste nuove motorizzazioni è solo un capitolo del suo programma. Entro il 2022, il Gruppo Renault si prefigge lo scopo ambizioso di effettuare un’elettrificazione massiccia della sua gamma con 8 modelli al 100% elettrici e 12 modelli elettrificati (ibridi ed ibridi plug-in).

Il motorsport e il coinvolgimento di Renault nel mondo della Formula 1 sono stati fondamentali per lo sviluppo delle motorizzazioni ibride E-TECH di Renault. I punti di contatto tra il motorsport e i veicoli di serie sono numerosi: recupero dell’energia e suo utilizzo nonché adozione di una trasmissione automatica multi-mode innovativa con innesto a denti, una novità assoluta per i veicoli di serie.

Reciproci scambi per l’ottimizzazione energetica

I reciproci scambi tra Renault DP World F1 Team e l’ingegneria Renault sulla gestione energetica sono diventati realtà fin dal 2013. Preparando l’introduzione dell’ibrido in Formula 1 nel 2014, diversi ingegneri, esperti di ibridazione e oggi responsabili dei modelli E-TECH Hybrid di Renault, hanno lavorato sullo sviluppo del motore ibrido della Formula 1 nello stabilimento di Viry-Châtillon. Hanno così acquisito una conoscenza approfondita delle strategie di gestione energetica, che hanno successivamente sfruttato per sviluppare questi modelli.

È soprattutto grazie a questa trasmissione di conoscenze che le motorizzazioni E-TECH uniscono il piacere di guida a una grande efficienza a livello di recupero e utilizzo dell’energia.

Nei motori di Formula 1, proprio come in quelli E-TECH di serie, le leggi di gestione energetica sono concepite in modo da avvalersi del regime di rendimento ottimale del motore (potenza termica erogata rispetto al carburante consumato). Grazie a questo procedimento, ogni volta che l’energia creata supera il fabbisogno di potenza, la batteria si ricarica.

Allo stesso modo, come in F1, decelerando e frenando si può recuperare l’energia cinetica, trasformata in energia elettrica per rigenerare la batteria. Nei veicoli di serie, soprattutto quando circolano in autostrada, le leggi di gestione energetica avviano la ricarica della batteria imponendo al motore di funzionare al regime di rendimento ottimale. Le eccedenze di energia possono essere successivamente utilizzate per dare respiro al motore termico, in caso di forte sollecitazione del pedale dell’acceleratore o per garantire una guida in modalità full electric, quando si attraversa un centro urbano.

Nei modelli di serie dotati di motorizzazione E-TECH Plug-in Hybrid, la modalità SPORT disponibile nei settaggi MULTI-SENSE consente di disporre contemporaneamente di tutta la potenza termica ed elettrica per un maggiore piacere di guida e più efficacia nelle accelerazioni. Quando il pedale dell’acceleratore è particolarmente sollecitato, i due motori elettrici conferiscono potenza aggiuntiva al motore termico. Questo utilizzo proviene direttamente dalla Formula 1, dove i piloti, con una specifica modalità, possono ottenere la massima potenza disponibile, soprattutto nei giri di qualifica.

Una trasmissione innovativa che favorisce la reattività

L’architettura del gruppo motopropulsore della motorizzazione Renault E-TECH Hybrid ha basi in comune con quella delle monoposto di Renault DP World F1 Team: un motore termico associato a due motori elettrici e una batteria centrale. Questa architettura è accoppiata a una trasmissione multi-mode con innesto a denti.

Con questa trasmissione, priva di frizione e associata ai motori elettrici, l’avviamento è al 100% elettrico e gli strappi di accelerazione sono significativamente ridotti nel cambio marce, a tutto vantaggio del comfort di guida e delle performance in accelerazione. In F1, la fluidità del cambio marcia à importante per limitare i sobbalzi e pertanto le perdite di aderenza.

I nuovi modelli con motorizzazione ibrida Clio E-TECH Hybrid, Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid e Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid, complementari rispetto ai veicoli dotati di motorizzazione full electric della gamma Renault, soddisfano una grande varietà di utilizzi. Permettono di democratizzare l’esperienza elettrica essendo disponibili su veicoli versatili e “cuore di gamma”, prima di essere diffusi su più grande scala.

La migliore Clio di sempre ora è ibrida

Clio incarna perfettamente la visione del Gruppo Renault di una mobilità futura, al tempo stesso, autonoma, ibrida e connessa. È dotata, ad esempio, di una serie di dispositivi di assistenza alla guida tra i più moderni e i più avanzati del segmento, tra cui l’Highway and Traffic Jam Companion, che offre una prestazione di autonomia di livello 2. Con il suo grande display da 9,3” e il lancio dell’offerta connessa Renault EASY CONNECT propone anche straordinarie possibilità multimediali. 

Per la prima volta, la gamma Clio presenta una motorizzazione full hybrid denominata E-TECH Hybrid. Complemento alle motorizzazioni termiche, offre un’esperienza unica, con un piacere di guida inedito sul mercato delle citycar ibride, grazie alla capacità prolungata di circolare in modalità elettrica e alla reattività immediata all’avviamento e in fase di accelerazione.

Combinare efficacia e piacere di guida

Su Clio E-TECH Hybrid 140 cv, la motorizzazione ibrida offre la massima efficacia in fase di utilizzo con una reattività dinamica tra le migliori del mercato, che si concretizza in una capacità di accelerazione da 80 a 120km/h in soli 6,9 secondi.

La frenata rigenerativa, associata alla grande capacità di auto-ricarica delle batterie da 1,2 kWh (230V) e al rendimento del sistema E-TECH, ottimizza i consumi. Quanto basta per poter circolare in ambiente urbano fino all’80% del tempo in modalità full electric, con una riduzione dei consumi che può andare fino al 40% rispetto ai motori termici in ciclo urbano, senza cambiare le proprie abitudini. Nella modalità full electric, Clio E-TECH Hybrid può circolare fino a 70-75 km/h.

La somma dei dispositivi ibridi aggiunge al veicolo un peso di soli 10 chili circa rispetto alla motorizzazione dCi 115. In ciclo misto, Clio E-TECH Hybrid consuma 4,3 litri/100 km ed emette 96 grammi di CO2/km (valori WLTP). L’abitabilità è preservata grazie al volume di carico è 300 litri, i sedili posteriori sono sempre ripiegabili e l’alloggiamento per la ruota di scorta viene mantenuto. Abbinando comfort e performance, offre prestazioni dinamiche, degne del segmento superiore. Inoltre, si mantiene fedele alla versatilità che caratterizza il suo DNA da 30 anni.

Al volante di Clio E-TECH Hybrid

Clio E-TECH Hybrid propone un’esperienza di guida inedita, basata su un sistema intelligente e su leggi di gestione energetica ottimizzate. Le scelte di abbinamento effettuate a livello di gruppo motopropulsore tengono in considerazione la volontà espressa dal conducente (domanda di potenza) e il costante calcolo del rendimento ottimale. Tutto questo a vantaggio sia delle performance che dei consumi.

Il conducente non si occupa di nessun parametro in quanto è la tecnologia E-TECH che lo fa automaticamente e in modo impercettibile. Si otterranno, così, un livello di confort notevole e una guida più riposante, senza sacrificare la performance al piacere, grazie all’abbinamento con una motorizzazione ibrida performante (140 cv) - con un contributo elettrico significativo - e con un telaio agile e comunicativo.

I settaggi MULTI-SENSE consentono al conducente di scegliere la modalità di guida a seconda del suo umore o del profilo stradale che gli si prospetta.

My Sense è la modalità ideale per la vita quotidiana, quella che offre il miglior compromesso per una guida che associa una tenuta di strada convincente con una vera sensazione di dinamicità in fase di accelerazione. Tutto questo grazie a un “effetto elettrico” molto evidente (avviamento sempre in modalità elettrica, coppia immediatamente disponibile, ecc.) e facile da mantenere o ripetere, soprattutto nell’utilizzo urbano, ma anche a velocità più sostenute.

La modalità Eco è associata a una mappatura del pedale dell’acceleratore meno dinamica e più dosabile nonché a leggi di cambio marce adattate.

La modalità Sport, invece, sfrutta tutto il potenziale del sistema in termini di tempo di risposta e performance. Le sensazioni ludiche che offre non hanno equivalenti sul mercato delle piccole ibride.

Il comportamento adottato viene visualizzato in tempo reale sul cruscotto e nel sistema multimediale grazie all’animazione del diagramma dei flussi che indica il senso di circolazione e la natura dell’energia che alimenta il motopropulsore (elettrica, meccanica, combinata). Dal “power meter”, presente sul cruscotto, si evincono la quantità di potenza richiesta per l’accelerazione, ma anche le fasi rigenerative (decelerazione, frenata). Infine, l’indicatore di ricarica della batteria, situato sulla sinistra del cruscotto, specifica la quantità di energia elettrica disponibile in tempo reale nonché la dinamica dei consumi a seconda della domanda di potenza e/o del profilo stradale. L’associazione di questi tre indicatori consente una buona comprensione della guida.

Nuovo Captur, elettrico on demand

Best seller del suo segmento, sia in Francia che in Europa, Captur è tra le punte di diamante della gamma Renault. Presente in tutti i continenti, Nuovo Captur consolida il DNA che ha decretato il suo successo con un design completamente nuovo e una nuova dimensione tecnologica.

Con la motorizzazione E-TECH Plug-in Hybrid, che, a lungo termine, sarà proposta fin dal livello di allestimento intermedio della gamma, e avvalendosi delle sue competenze nella mobilità elettrica, Renault democratizza la tecnologia ibrida plug-in con un modello popolare e iconico, per un’esperienza di guida davvero unica e accessibile a tutti.

Massima versatilità

La motorizzazione E-TECH Plug-in Hybrid 160 cv e la batteria a grande capacità (9,8 kWh e 400V per un peso limitato di 105 Kg) di cui è dotata, offrono a Nuovo Captur un’autonomia che gli consente di circolare in modalità full electric per 50 chilometri fino a 135 km/h in ciclo misto (WLTP) e fino a 65 chilometri in ciclo urbano (WLTP City). Nuovo Captur vanta una versatilità inedita: può funzionare in modalità elettrica senza consumare carburante nei percorsi quotidiani e portarvi in vacanza o nei weekend intraprendendo lunghi viaggi senza preoccuparsi della distanza. Offre, pertanto, un’ampia gamma di possibili utilizzi senza compromessi. Per massimizzare l’autonomia in modalità elettrica, è possibile ricaricare la batteria collegandola alla rete (da 3 a 5 ore, a seconda del tipo di presa, ivi comprese quelle per uso domestico). Quando la batteria è scarica, Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid funziona come un modello E-TECH full hybrid, con tutti i vantaggi di questa motorizzazione come l’avviamento sempre elettrico e i consumi ridotti.

Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid è dotato di una nuova modalità MULTI-SENSE: PURE. Regolabile tramite display o con l’apposito pulsante sul cruscotto, permette di passare alla modalità full electric (a condizione che vi sia una riserva sufficiente).

Nella modalità SPORT di MULTI-SENSE, se la batteria dispone di sufficiente energia, è possibile, premendo a fondo sul pedale dell’acceleratore, sommare le tre motorizzazioni, come permette di fare l’architettura “serie-parallelo”. Il veicolo può così contare su tutta la potenza disponibile del gruppo motopropulsore, ad esempio, per effettuare i sorpassi.

Un’altra funzione denominata E-Save, a sua volta accessibile da MULTI-SENSE, limita l’utilizzo del motore elettrico e privilegia il motore termico per poter mantenere la riserva di ricarica (minimo il 40% della batteria) per passare alla guida elettrica, quando si desidera (ad esempio, per circolare in centro città).

In ciclo misto, Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid consuma 1,4 L/100 km ed emette 32 grammi di CO2/km (valori WLTP).

Al volante di Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid

L’esperienza di guida inedita proposta da Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid si basa, innanzitutto, sulla priorità data all’utilizzo della motorizzazione elettrica. Dato che l’avviamento è sempre al 100% elettrico, si ha la stessa sensazione al volante e lo stesso piacere di guida che si provano a bordo dei veicoli elettrici come ZOE: coppia disponibile immediatamente e risposta all’accelerazione istantanea. Questo comportamento dinamico si nota, chiaramente, in città e nei percorsi periurbani (dove capita frequentemente di doversi fermare e accelerare), ma anche sulle strade a scorrimento veloce grazie al contributo di energia elettrica che si ottiene spingendo sull’acceleratore.

Se questo adattamento delle fonti di energia on demand avviene in modo automatico e assolutamente trasparente grazie alle animazioni visibili sul cruscotto e sul display del sistema multimediale Renault EASY LINK, il conducente può, comunque, scegliere di “mettere lo zampino” sulla gestione tra termico ed elettrico, utilizzando i settaggi MULTI-SENSE, che propongono, in particolare, la modalità Pure per forzare la circolazione elettrica (ad esempio, quando si arriva in centro città) e la modalità Sport per essere sicuri di sfruttare tutta la potenza combinata dei vari motori, in caso di sorpasso, per esempio.

A bordo, il comfort è migliorato grazie alla silenziosità dei motori elettrici: nessun rumore dal cofano, quando si circola senza motore termico, e considerevole riduzione del livello sonoro, quando i motori elettrici sono assistiti dal motore termico e non lo obbligano a funzionare ad alto regime

Infine, è stato effettuato un grande lavoro per cercare il giusto compromesso su strada tra comportamento dinamico e salvaguardia del comfort. Per compensare il peso aggiuntivo delle batterie – anche se la ripartizione delle masse non cambia in modo significativo grazie al posizionamento sotto i sedili posteriori -, il retrotreno ha scambiato l’assale semirigido con un sistema a più bracci mentre i settaggi delle sospensioni sono stati finemente adattati dagli ingegneri. Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid vanta un ottimo livello di comfort per tutti gli occupanti, spingendo nel contempo in alto le qualità dinamiche di guida. Versatile negli utilizzi, lo è anche su strada, perfettamente a suo agio in città, dove prevale la guida tranquilla, ma anche su tutte le strade in cui il piacere al volante passa da una certa dinamicità. Con la sua agilità, controlla i movimenti della carrozzeria anche sulle strade più impervie.

Alla fine, Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid mantiene su strada le qualità riconosciute alle versioni termiche, mentre la sua modularità (panchetta scorrevole su 16 cm) non cambia e il volume di carico si attesta a 379 litri.

Nuova Mégane nell’era dell’ibrido ricaricabile con la motorizzazione E-TECH Plug-in Hybrid

Dalla presentazione della primissima Mégane nel 1995, sono 7 i milioni di veicoli venduti in tutto il mondo, in 4 generazioni diverse. Con il passare del tempo, Mégane, più di un modello, è diventata una gamma completa. Oggi, è un veicolo dalle molteplici sfaccettature come dimostra Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid. Offre la massima versatilità e consente di scoprire una nuova esperienza elettrica, riducendo nel contempo le emissioni di CO2 e contenendo i consumi di carburante, anche nei lunghi viaggi.

L’ibrido plug-in al centro del mercato

Renault, specialista della mobilità elettrica, ha dotato Nuova Mégane della motorizzazione ibrida ricaricabile E-TECH Plug-in Hybrid da 160 cv che si avvale di una tecnologia inedita, focalizzata sul recupero energetico per proporre un’inconfondibile esperienza di guida.

Questa offerta, che si pone al centro del mercato, è focalizzata sulle attese della clientela. Sarà proposta in diversi allestimenti, dal livello intermedio fino alla versione R.S. Line. Disponibile al lancio su Nuova Mégane Sporter, la motorizzazione E-TECH Plug-in Hybrid sarà in seguito proposta anche nella versione berlina.

Versatilità e risparmio

Dotata di una batteria che vanta una capacità di 9,8 kWh (400V) per un peso di soli 105 kg, Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid ha un’autonomia che le consente di circolare in modalità full electric fino a 135 km/h per 50 chilometri in ciclo misto (WLTP) e fino a 65 chilometri in ciclo urbano (WLTP City).

In ciclo misto, Nuova Mégane E-TECH Plug-In Hybrid consuma 1,3 L/100 km ed emette 28 grammi di CO2/km (valori WLTP).

Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid dimostra così tutta la sua versatilità. Può funzionare senza consumare carburante nei percorsi quotidiani e portarvi in vacanza o nei weekend intraprendendo lunghi viaggi. Indipendentemente dallo stato di ricarica della batteria, Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid sfrutta i grandi vantaggi del sistema ibrido E-TECH: avviamento sistematico in modalità elettrica e consumi ridotti.  

Settaggi personalizzati

A bordo, Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid dispone di un nuovo display multimediale da 9,3” con sistema Renault EASY LINK e di un cruscotto digitale da 10,2”. Può contare su settaggi MULTI-SENSE dedicati con 3 modalità di guida:

- Pure: accessibile a partire dal display o dall’apposito pulsante sul cruscotto, permette di passare in modalità full electric, a condizione che la riserva sia sufficiente. 

- MySense: ottimizza la modalità ibrida con costi di utilizzo ridotti. La funzione E-Save permette di mantenere una riserva della ricarica (come minimo il 40% della batteria) per passare alla modalità full electric, quando si desidera (ad esempio, per circolare in centro città).

- Sport: permette di ottenere la massima performance, assommando la potenza dei tre motori.

Infine, nonostante una parte del bagagliaio sia dedicata all’alloggiamento del cavo, Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid non rinuncia alle sue funzioni di modularità, come i sedili ripiegabili EASY BREAK con pianale piatto e la possibilità di ripiegare a tavolino il sedile passeggero anteriore. Nella versione Estate, vanta un volume di carico pari a 447 litri.

Al volante di Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid

L’esperienza di guida inedita proposta da Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid si basa, innanzitutto, sulla priorità data all’utilizzo della motorizzazione elettrica. Dato che l’avviamento è sempre al 100% elettrico, si ha la stessa sensazione al volante e lo stesso piacere di guida che si provano a bordo dei veicoli elettrici come ZOE: coppia disponibile immediatamente e risposta all’accelerazione istantanea. Questo comportamento dinamico si nota, chiaramente, in città e nei percorsi periurbani (dove capita frequentemente di doversi fermare e accelerare), ma anche sulle strade a scorrimento veloce grazie al contributo di energia elettrica che si ottiene spingendo sull’acceleratore.  

Se questo adattamento delle fonti di energia on demand avviene in modo automatico e assolutamente trasparente grazie alle animazioni visibili sul cruscotto e sul display del sistema multimediale Renault EASY LINK, il conducente può, comunque, scegliere di “personalizzare” la gestione tra termico ed elettrico, utilizzando i settaggi MULTI-SENSE, che propongono, in particolare, la modalità Pure per forzare la circolazione elettrica (ad esempio, quando si arriva in centro città) e la modalità Sport per essere sicuri di sfruttare tutta la potenza combinata dei vari motori, in caso di sorpasso, per esempio.

A bordo, il comfort è migliorato grazie alla silenziosità dei motori elettrici: nessun rumore dal cofano, quando si circola senza motore termico, e considerevole riduzione del livello sonoro, quando i motori elettrici sono assistiti dal motore termico e non lo obbligano a funzionare ad alto regime.

Infine, è stato effettuato un grande lavoro per cercare il giusto compromesso su strada tra comportamento dinamico e salvaguardia del comfort. Per compensare il peso aggiuntivo delle batterie – anche se la ripartizione delle masse non cambia in modo significativo grazie al posizionamento sotto i sedili posteriori -, il retrotreno ha scambiato l’assale semirigido con un sistema a più bracci mentre i settaggi delle sospensioni sono stati finemente adattati dagli ingegneri. Alla fine, Nuova Mégane nella versione E-TECH Plug-in Hybrid mantiene su strada le qualità riconosciute alle versioni termiche, mentre il suo volume di carico non subisce un impatto significativo (447 litri).

 

[1] I veicoli hybrid plug-in (o ricaricabili) sono dotati di una batteria che ottimizza la circolazione in modalità elettrica grazie alla possibilità che offre di ricaricarsi tramite presa elettrica. Vanta un’autonomia elettrica più elevata rispetto ai veicoli ibridi la cui batteria si ricarica solo durante la guida.

Listino prezzi ed equipaggiamenti vedi PDF allegato

Download Listino-prezzi-ed-equipaggiamenti.pdf

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb