SsangYong presenta la quarta generazione del Korando e un Tivoli rivisto nel look

Elegante e polivalente, il nuovo SsangYong Korando, giunto alla sua quarta generazione, è un vero Crossover che offre un perfetto equilibrio tra funzionalità e...

Leggi tutto

DTM 2019: a Hockenheim un gran finale “stellare”

DTM 2019: a Hockenheim un gran finale “stellare”

DTM 2019, ultimo atto. Sarà il tracciato di Hockenheim ad ospitare questo fine settimana (4, 5 e 6 ottobre) il nono e conclusivo appuntamento di una stagione avvincente, che ha già laureato il suo campione in occasione del più recente round del Nürburgring a metà settembre. Con René Rast già matematicamente detentore del titolo Piloti con la Audi (ormai “regina” nella classifica per Marche), tanti saranno i temi conduttori di un weekend che si preannuncia come da tradizione incandescente.

 

Volata a due per il titolo Team

Un confronto, ancora una volta, tutto in casa Audi, quello per assegnare il primato assoluto nella classifica riservata alle squadre. Con un totale di 86 punti ancora in palio, il Team Rosberg ha 32 lunghezze di vantaggio nei confronti dell’Abt Sportsline. Ciò anche grazie alle tre vittorie di fila messe a segno dallo stesso Rast e da Jamie Green, al Lausitzring e poi sul circuito dell’Eifel. Sul fronte opposto, di certo Nico Müller è intenzionato a ritornare sul gradino più alto del podio e, nello stesso tempo, a consolidare al meglio il suo secondo posto in campionato; lo svizzero è stato l’unico ad andare quest’anno sempre a punti, centrando inoltre due successi.

 

Il quanto a numero di vittorie, davanti a tutti c’è ancora Rast, sei volte primo. Soltanto Marco Wittmann, portacolori del BMW Team RMG è ancora in grado di eguagliarlo, con quattro affermazioni al proprio attivo. Benché il tedesco, per differenti ragioni, non sia stato costante, per il momento occupa il terzo posto nella classifica generale, con un divario di 41 punti nei confronti di Müller.

 

Occhi puntati sulle “guest star”

Se la sfida finale del DTM 2019 è di per sé in grado di offrire degli spunti estremamente interessanti, a Hockenheim tutti gli occhi saranno anche puntati sulle “guest star” del Super GT giapponese. Una vera anteprima di ciò che sarà la Dream Race di fine novembre, quando i protagonisti dei due campionati torneranno in pista al Fuji per dare vita insieme a una battaglia epica. Uno di questi è l’ex iridato di F.1 Jenson Button (dominatore lo scorso anno della serie nipponica), questo weekend al via con la Honda NSX-GT. Assieme a lui è atteso l’italiano Ronnie Quintarelli, che nel Super GT vanta ben quattro titoli; due conquistati assieme a Tsugio Matsuda, col quale si alternerà al volante di una Nissan GT-R NISMO. A difendere i colori Lexus ci saranno infine Nick Cassidy e Ryo Hirakawa. Salgono dunque a sei i marchi al via di questo conclusivo appuntamento, con la Aston Martin sempre presente e ancora in cerca di gloria.

 

Diretta DAZN e spettacolo assicurato

Spettacolo dunque assicurato, anche con le “vecchie glorie” che prenderanno parte ai tanti appuntamenti previsti a contorno del DTM nell’arco dello stesso fine settimana. Attesa è infatti la presenza di Emerson Fittipaldi, Nico Rosberg, Hans-Joachim Stuck, Jochen Mass e del due volte campione del mondo di rally Walter Röhrl. Oltre a loro, al via del Tourenwagen Classics si vedranno anche Bernd Schneider, Volker Strycek, Eric van der Poele, Harald Grohs e Kris Nissen.

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb