Il sound della BMW Concept i4

Il carattere del Concept i4 non è solo un prodotto del suo design, ma anche del suo profilo sonoro visionario. Hans Zimmer ha composto il suono della BMW Concept i4...

Leggi tutto

Geneva 2020 (virtual) - Mercedes ha presentato, tra le altre novità, anche la rinnovata Classe E

Geneva 2020 (virtual) - Mercedes ha presentato, tra le altre novità, anche la rinnovata Classe E

Con più di 14 milioni di berline e station-wagon consegnate dal 1946 in poi, Classe E è la serie di modelli più venduta nella storia della Mercedes-Benz. Proprio per questo, da molti, viene considerata il “cuore del marchio”. Nel 2016 la decima generazione di Classe E ha fissato nuovi parametri di riferimento estetici con il suo design pulito e al contempo emozionale, abbinato a interni pregiati ed esclusivi. A caratterizzarla è stata anche la gran quantità di innovazioni introdotte con questa serie, come ad esempio i sistemi di assistenza alla guida. Questa sintesi di emozione ed intelligenza ha avuto un grande successo: fino ad oggi, infatti, sono già più di 1,2 milioni i Clienti in tutto il mondo che hanno scelto di acquistare una Classe E Berlina o una Classe E Station-wagon di attuale generazione.

Qui di seguito le principali caratteristiche del rinnovamento.

  • Design più dinamico

    • Design dei fari anteriori rinnovato (fari interamente a LED di serie, fari MULTIBEAM LED a richiesta)

    • Design delle luci posteriori rinnovato

    • Design della mascherina del radiatore e del paraurti anteriore rinnovato

    • Versione All-Terrain con design più orientato ai SUV

  •  

  • Principali sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione

    • Volante di nuova generazione con riconoscimento capacitivo hands-off

    • Sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza DISTRONIC con adeguamento della velocità in funzione del percorso

    • Sistema di assistenza in coda attivo

    • Sistema di assistenza allo sterzo attivo

    • Sistema di assistenza alla frenata attivo; nel pacchetto sistemi di assistenza alla guida ora anche con funzione assistenza di svolta

    • Blind Spot Assist attivo – ora anche con avvertenza per l’uscita

    • Pacchetto parcheggio con telecamera a 360°: nuova vista laterale ampliata e per la prima volta parcheggio automatico non solo in spazi longitudinali e trasversali, ma anche su superfici appositamente contrassegnate.

  • Ancora più comfort negli interni

    • Due schermi digitali di serie (2 x 10,25 pollici, incollati), plancia con display widescreen con due display da 12,3 pollici (a richiesta o di serie a seconda delle versioni)

    • MBUX anche con Comando vocale VOICETRONIC (di serie) e Realtà Aumentata

    • Sistema di assistenza per gli interni

    • Gestione comfort dei programmi ENERGIZING con ENERGIZING COACH e «PowerNap» (per veicoli ibridi plug-in)

    • Sedile ENERGIZING

  • E come efficienza: elettrificazione della catena cinematica

    • Sette modelli ibridi plug-in in versione berlina e station-wagon, benzina e diesel, con trazione posteriore e integrale

    • Per la prima volta modelli elettrificati anche per il mercato statunitense

    • Nuovo motore M 254: quattro cilindri a benzina da due litri con ISG (Integrated Starter-Generator, alternatore-starter integrato) e rete di bordo a 48 V, potenza nominale: 200 + 15 kW, innovativo turbocompressore a gas di scarico con turbina a segmenti e unione dei flussi, compressore elettrico supplementare (eZV), superfici di scorrimento dei cilindri con rivestimento NANOSLIDE®, alesaggio CONICSHAPE®, CAMTRONIC per il comando delle valvole di immissione

    • Ulteriori motorizzazioni e programmi Offroad per la versione All-Terrain

  • URBAN GUARD

    • Nuova categoria globale di prodotti ed equipaggiamenti a richiesta

    • Intelligente connubio di soluzioni hardware e digitali per la protezione da furti e danneggiamenti

Design più dinamico

La dinamizzazione e l'aggiornamento di Classe E si riflettono già nella gamma di modelli: ora il design AVANTGARDE degli esterni è di serie fin dal modello d'ingresso. Di conseguenza, per la prima volta, il modello base di Classe E vanta la Stella al centro del frontale, rinnovato nel look anche da un maggior numero di cromature: la mascherina è stata ridisegnata con due lamelle cromate e listelli verticali in nero lucido. Elementi decorativi in cromo e nero lucido nel paraurti anteriore ne sottolineano il look sportivo-elegante. Il design Exclusive, invece, è all'altezza del nome che porta: la particolare mascherina del radiatore, la Stella che si erge sul cofano motore e gli ampi elementi cromati nel paraurti anteriore accentuano questo posizionamento di spicco.

L’estetica AMG Line infine si presenta ancora più sportiva con un nuovo paraurti nello stile della gamma Performance AMG. Con l’unica eccezione della Exclusive, il cofano motore è dotato di serie di powerdome. Classe E inoltre è equipaggiata con fari full LED di serie. I fari MULTIBEAM LED con luce abbagliante ULTRA RANGE sono disponibili a richiesta o di serie a seconda delle versioni.

Con un nuovo paraurti, luci sdoppiate e un nuovo cofano del bagagliaio, i designer hanno modernizzato anche la parte posteriore della berlina. Il design interno dei gruppi ottici posteriori è stato rielaborato in tutti i modelli.

La versione All-Terrain presenta un design più orientato ai SUV. I componenti specifici di All-Terrain come la mascherina del radiatore o la protezione antincastro a vista adesso sono cromati lucidi anziché in silver shadow.

Le tre nuove vernici disponibili a seguito del rinnovamento di Classe E sono argento high-tech, grigio grafite metallizzato e argento Mojave. L'offerta dei cerchi è stata ampliata, includendo anche i cerchi Aero che contribuiscono al risparmio di carburante e quindi alla sostenibilità.

Gli interni sono impreziositi da nuovi colori e materiali per gli allestimenti, tra cui i nuovi accostamenti cromatici grigio magma/grigio neva (interni AVANTGARDE), nero/marrone noce (interni Exclusive) e grigio magma/beige latte macchiato (interni Exclusive), abbinati a elementi decorativi disponibili in legno di frassino a poro aperto argento, radica di noce fondente, alluminio spazzolato e alluminio con rifinitura a effetto carbonio.

I sedili coniugano la tipica comodità Mercedes-Benz nei lunghi viaggi con un design all'avanguardia. Particolarmente confortevole è il sistema di regolazione del sedile di guida adattivo: digitando la statura nel display multimediale o tramite Mercedes me, il sedile assume in modo automatico una posizione generalmente idonea che il guidatore deve solo adattare lievemente alle proprie esigenze.

Il look dei sedili anteriori accentua l'impronta sportiva degli interni, garantendo un ottimale sostegno laterale senza pregiudicare il comfort. Il profilo dei sedili segue l'imbottitura laterale pronunciata, mentre la parte centrale presenta, a seconda dell'allestimento, impunture orizzontali sportive o longitudinali dal carattere moderno. Le parti centrali dello schienale e dei cuscini sono abbinate cromaticamente alla conformazione complessiva dei sedili. Sono disponibili molte combinazioni di materiali: tessuto, pelle ecologica ARTICO, pelle stampata o pelle nappa con impuntura a rombi.

Sistemi di assistenza alla guida di prossima generazione: migliore supporto in coda e nei parcheggi

Nuova Classe E dispone dell'ultimissima generazione di sistemi di assistenza alla guida Mercedes-Benz che collaborano attivamente con il conducente. Il risultato è un livello particolarmente elevato di sicurezza attiva: berlina e station-wagon sono in grado di intervenire qualora il guidatore non reagisca. Il sistema di riconoscimento hands-off adesso funziona in modo capacitivo, aumentando il comfort di comando nella guida parzialmente autonoma. Infatti, per segnalare ai sistemi di assistenza alla guida di Classe E che il guidatore ha il controllo dell'auto, è sufficiente afferrare il volante. Prima invece occorreva come feedback un momento sterzante – ovvero una lieve sterzata. Nella corona del nuovo volante (per maggiori dettagli si rimanda al prossimo capitolo) è inserito un tappetino con appositi sensori che ne registrano la presa. Se il sistema rileva che il guidatore non tiene le mani sul volante per un determinato periodo di tempo, si avvia un processo di segnalazione a cascata che, in caso di ulteriore inattività del conducente, alla fine attiva il sistema di arresto di emergenza.

Classe E è equipaggiata di serie con il sistema di assistenza alla frenata attivo che in molte situazioni è in grado, con una frenata automatica, di prevenire una collisione o di mitigarne la gravità. Alle velocità tipiche dei centri abitati il sistema è in grado di frenare anche in presenza di veicoli fermi o pedoni che stanno attraversando, potendo così evitare una collisione a seconda della situazione specifica. Nell'ambito del pacchetto sistemi di assistenza alla guida, questa funzione è ora possibile anche in fase di svolta con attraversamento della corsia opposta.

In aggiunta al pacchetto sistemi di assistenza alla guida è possibile ordinare anche alcune funzioni Intelligent Drive. Tra queste figurano il sistema di assistenza attivo al rilevamento automatico del limite di velocità, che reagisce alle variazioni di limitazione della velocità con l'ausilio sia di dati cartografici che del sistema di riconoscimento automatico dei segnali stradali. La dotazione comprende anche l'adattamento della velocità in funzione del percorso prima di curve, rotatorie, caselli autostradali, incroci a T e prima della svolta per immissione/uscita da autostrade/superstrade. Se è attivato il sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza DISTRONIC con adeguamento della velocità in funzione del percorso, Classe E ora può reagire perfino alle informazioni fornite dal servizio LiveTraffic. Idealmente ciò accade già prima che il guidatore o i sensori radar e delle telecamere rilevino la situazione. Al riconoscimento di una coda la velocità viene preventivamente ridotta a circa 100 km/h, se il guidatore non decide volontariamente di agire in modo diverso.

Persino in autostrada il sistema di assistenza in coda attivo è ampiamente in grado di mantenere la traiettoria e la distanza di sicurezza fino a una velocità di 60 km/h circa, posto che le linee di demarcazione della carreggiata siano rilevabili. Fino al minuto successivo all’arresto, la vettura può ripartire automaticamente. Nelle strade a più corsie, il sistema di assistenza allo sterzo attivo può aiutare il conducente con la funzione corridoio di emergenza che sposta la vettura dal centro della corsia con un sistema di guida vincolata. In autostrada e a velocità inferiori a 60 km/h, l'auto si orienta in base ai veicoli vicini e alle linee di demarcazione della carreggiata. Se il sistema non individua linee di demarcazione, Classe E continua ad orientarsi in base al veicolo che precede.

Il Blind Spot Assist attivo con avvertenza per l'uscita offre una maggiore protezione quando si scende dalla vettura. Con un intervento frenante attivo, il sistema può segnalare la presenza di veicoli nell'angolo morto o in un'area critica. In più adesso, a vettura ferma, è in grado di avvertire i passeggeri con una segnalazione ottica nel retrovisore esterno quando individua il passaggio di un veicolo, anche una bicicletta, nella zona critica. Se in quel momento viene azionata la maniglia della porta, viene emesso anche un segnale acustico di avvertimento e l'illuminazione di atmosfera della porta lampeggia in rosso. Per essere riconosciuto, l'utente della strada che sta passando deve muoversi a una velocità superiore a 7 km/h. Questa funzione è disponibile a vettura ferma per tre minuti dallo spegnimento del motore.

Il sistema di assistenza al parcheggio attivo con PARKTRONIC e telecamera a 360° consente di entrare e uscire automaticamente dai parcheggi. Il sistema facilita sia la ricerca di un parcheggio, sia le manovre in entrata e in uscita (se si è parcheggiato automaticamente) dai parcheggi longitudinali e trasversali o dai garage. Nuova Classe E adesso è anche in grado di riconoscere e utilizzare spazi di parcheggio contrassegnati solo come apposite superfici, ad esempio su aree di sosta più grandi. La telecamera a 360° trasmette un'immagine realistica sul display multimediale insieme a una vista laterale ampliata. Durante le manovre di uscita da un parcheggio, il sistema è in grado di avvertire di un eventuale transito di veicoli dietro la vettura e anche, nel dubbio, di frenare.

Ancora più comfort negli interni: MBUX, gestione comfort dei programmi ENERGIZING con «PowerNap»

Con il Face Lift, Classe E presenta un volante totalmente rinnovato e disponibile in tre versioni: in pelle, nella combinazione legno e pelle (non offerta in Italia) e in versione supersportiva. Le superfici dei comandi sono in nero lucido, mentre gli elementi decorativi e le cornici si presentano in silver shadow. Le funzioni della strumentazione e del display multimediale si comandano sfiorando il touch control. Il principio fisico utilizzato per i pulsanti touch control passa da ottico a capacitivo. Ciò ha consentito di fare a meno della meccanica; inoltre queste superfici touch risultano meno sensibili alle ditate. Adesso il controllo del volante da parte del guidatore si rileva attraverso un sistema capacitivo (consultare il capitolo sui sistemi di assistenza alla guida).

Nuova Classe E è dotata dell'ultimissima generazione del sistema multimediale MBUX (Mercedes-Benz User Experience), che comprende, di serie, due ampi schermi da 10,25 pollici/26 cm disposti uno accanto all'altro per un effetto widescreen. A richiesta (o di serie a seconda delle versioni) sono disponibili anche due schermi da 12,3 pollici/31,2 cm. Gli indicatori della strumentazione e del display multimediale sono facilmente leggibili sui grandi schermi ad alta risoluzione. Animazioni coinvolgenti con una grafica brillante di alta qualità rendono ancora più intuitiva la struttura logica dei comandi.

A seconda dell'umore o degli interni è possibile scegliere tra quattro diversi stili di visualizzazione:

  • lo stile classico è l'evoluzione dei classici display in chiave elegante e raffinata;

  • lo stile sportivo si ispira al look high-tech delle turbine e al contrasto, molto sportivo, tra il nero e il giallo;

  • lo stile moderno accentua l'aspetto digitale in forma ridotta;

  • nello stile essenziale, infine, tutte le visualizzazioni sono ridotte al minimo indispensabile.

Tra gli altri punti di forza figurano il comando del display multimediale mediante touchscreen di serie e la rappresentazione della navigazione con la tecnologia della Realtà Aumentata, quando la navigazione è attiva: un'immagine video dell'area circostante viene arricchita con informazioni di navigazione utili, ad esempio si visualizzano automaticamente nell'immagine sul display multimediale frecce direzionali o numeri civici. Il sistema fornisce assistenza al guidatore anche ai semafori: se Classe E si trova nella posizione più avanzata, la nuova funzione visualizza lo stato attuale del semaforo, aiutando il guidatore soprattutto in caso di scarsa visuale sull'impianto di segnaletica stradale.

Il sistema di assistenza per gli interni MBUX, disponibile a richiesta, consente l'utilizzo intuitivo e naturale di diverse funzioni MBUX e per il comfort, anche grazie al riconoscimento di movimenti. Se una mano si avvicina al touchscreen o al touchpad della consolle centrale, la rappresentazione nel display multimediale cambia, ad esempio mettendo in evidenza determinati elementi.

Un'altra novità di Classe E è la cinematica del sedile ENERGIZING, che con movimenti minimi del cuscino e dello schienale, aiuta a migliorare la postura durante il viaggio.

La gestione comfort dei programmi ENERGIZING collega in rete diversi sistemi per il comfort all'interno della vettura e sfrutta la regolazione della luminosità e della musica, insieme a diversi programmi di massaggio, per creare i più disparati programmi finalizzati al benessere. Nei veicoli ibridi plug-in viene offerto il programma «PowerNap» (“sonnellino energizzante”), che può risultare utile ad es. nelle pause alle stazioni di servizio o durante la ricarica della batteria in viaggio. Il programma ha tre fasi – addormentamento, sonno, risveglio – e può aumentare l'efficienza ricaricando le energie del guidatore.

L'ENERGIZING COACH, basato su un algoritmo intelligente, raccomanda uno dei programmi disponibili dei pacchetti in base alla situazione e alle esigenze personali. Se è collegato un dispositivo “wearable” Garmin® compatibile, valori personali quali il livello di stress o la qualità del sonno migliorano la precisione della raccomandazione. L'obiettivo è quello di garantire il benessere e la tranquillità del guidatore anche in situazioni di guida stressanti o monotone.

URBAN GUARD connubio intelligente di soluzioni hardware e digitali per la protezione dalla criminalità

Con il nome URBAN GUARD, Mercedes-Benz introduce una nuova categoria globale di prodotti ed equipaggiamenti a richiesta per tutte le serie di modelli, raggruppando tutte le offerte attuali e future per la protezione del veicolo da atti vandalici e criminalità. Con URBAN GUARD – un connubio intelligente di soluzioni hardware e digitali – Mercedes-Benz va incontro all'esigenza sempre maggiore dei Clienti di più sicurezza e protezione dei beni di proprietà.

A partire da metà 2020 è previsto il lancio di due pacchetti di equipaggiamenti speciali, Protezione vettura URBAN GUARD e Protezione vettura URBAN GUARD Plus. Alcuni prodotti URBAN GUARD saranno disponibili anche nell'online store di Mercedes me e potranno essere attivate a posteriori.

I due pacchetti Protezione vettura URBAN GUARD e Protezione vettura URBAN GUARD Plus consentono, in combinazione con Mercedes me, una sorveglianza completa della vettura parcheggiata. URBAN GUARD comprende un impianto di allarme antieffrazione e antifurto, una protezione antirimozione con segnalazione ottica e acustica in caso di spostamento, una sirena di allarme, un sistema di protezione volumetrica dell'abitacolo (attivato da movimenti nell'abitacolo) e una predisposizione per il riconoscimento di tentativi di furto e danni da parcheggio. In tal caso, i sensori di bordo registrano se la vettura ferma e chiusa a chiave viene urtata o trainata – oppure se qualcuno cerca di scassinare il veicolo. Se il servizio è attivato, il guidatore viene informato tramite l'App Mercedes me. Mediante notifica Push, ad esempio, può sapere quanto è stato forte l'urto e quale parte della vettura presenta il danno da parcheggio. Alla successiva accensione del motore, questa informazione viene visualizzata sul display multimediale una sola volta.

In più, Protezione vettura URBAN GUARD Plus è in grado di localizzare i veicoli rubati; in caso di furto, ciò consente di rintracciare il veicolo anche se la funzione di localizzazione a bordo è stata disattivata, ad esempio da parte del ladro. Tutto ciò è possibile in collaborazione con la polizia.

E come efficienza: elettrificazione della catena cinematica

Con il restyling di Classe E, l'elettrificazione della catena cinematica compie un ulteriore balzo in avanti. Sono disponibili sette modelli in versione ibrida plug-in (diesel e benzina, berlina e station-wagon, con trazione posteriore e integrale). La gamma di motorizzazioni a benzina altamente efficienti, a basse emissioni e potenti offre uno spettro di potenza compreso fra 115 e 270 kW, mentre per i motori diesel la scelta spazia da 118 a 243 kW.

Per la prima volta, la gamma sarà completata da un motore a benzina a quattro cilindri (M 254) dotato di alternatore-starter integrato (ISG) di seconda generazione con potenza supplementare fino a 15 kW e 180 Nm di coppia in più. I modelli con questo gruppo motopropulsore disporranno di una rete di bordo a 48 V. Grazie al recupero di energia e alla possibilità di ricorrere alla modalità “sailing” in fase di rilascio a motore spento, il modello a benzina risulta molto efficiente.

Per la prima volta Mercedes-Benz ha riunito in un unico gruppo motopropulsore, il modello M 254, tutte le innovazioni della gamma modulare di motori benzina e diesel a 4 e 6 cilindri. Tra questi figurano il rivestimento dei cilindri NANOSLIDE®, la tecnologia CONICSHAPE® (“levigatura a campana” dei cilindri) e il post-trattamento dei gas di scarico direttamente sul motore. Una novità assoluta è il turbocompressore a gas di scarico con turbina a segmenti e unione dei flussi, un'evoluzione della tecnologia twin scroll, per una risposta ancora più rapida del sistema di sovralimentazione. In caso di necessità, un compressore elettrico supplementare sviluppa rapidamente – soprattutto ai bassi regimi del motore a combustione interna – la pressione di sovralimentazione, contribuendo a un tempo di risposta estremamente dinamico.

Anche il sei cilindri in linea a benzina (M 256), offerto per la prima volta su Classe E, dispone del sistema ISG. La gamma di motorizzazioni è completata dal diesel a sei cilindri (OM 656). Questo motore e la versione a quattro cilindri OM 654 presentano un sistema di post-trattamento dei gas di scarico ampliato.

Tra i suoi componenti figurano:

  • un catalizzatore ad accumulo di NOX in prossimità del motore per ridurre gli ossidi di azoto;

  • un DPF (filtro antiparticolato diesel con rivestimento speciale, per diminuire anche la concentrazione di ossidi di azoto);

  • un catalizzatore SCR (Selective Catalytic Reduction; con iniezione di quantità dosate di AdBlue) e

  • un catalizzatore SCR supplementare nel sottoscocca del veicolo con iniezione di quantità di AdBlue dosate separatamente.

Anche il cambio 9G-TRONIC è stato ulteriormente perfezionato per adattarsi all'ISG di seconda generazione e nella prima fase verrà abbinato al motore a quattro cilindri. Il motore elettrico, l'elettronica di potenza e il radiatore del cambio ora sono all'interno o in prossimità del gruppo di trasmissione. Ciò consente di ridurre i collegamenti, con notevoli vantaggi in termini di spazio di montaggio e di peso, abbinando facilmente il cambio ai più svariati tipi di motore a combustione interna. Inoltre il rendimento del cambio risulta aumentato. Tra l'altro, ottimizzando l'interazione con la pompa supplementare dell'olio a comando elettrico, è stato possibile ridurre la mandata della pompa meccanica del 30 per cento. Gli accorgimenti adottati comprendono anche una gestione del cambio completamente integrata di nuova generazione con un processore Multicore e una nuova tecnica di costruzione e collegamento. Oltre alla potenza di calcolo maggiore, in questo modo è stato possibile diminuire drasticamente il numero di interfacce elettriche e quindi ridurre del 30% il peso del sistema di gestione del cambio.

Il cuore del marchio: la storia di successi di Classe E

Fin dall'inizio del XX secolo le vetture posizionate al disotto della categoria di alta gamma e di livello superiore, ma al disopra delle utilitarie, hanno rappresentato una parte integrante della gamma di modelli Mercedes-Benz e dei suoi marchi originari. Già per le prime Mercedes introdotte sul mercato nel 1901, che con le loro numerose innovazioni hanno dato vita al concetto di automobile moderna, venivano offerti svariati modelli rivolti a diversi tipi di clientela – anche a quella che oggi sceglierebbe una vettura del segmento medio superiore.

Con più di 14 milioni di vetture consegnate dal 1946 in poi, Classe E è la serie più venduta nella storia di Mercedes-Benz. Proprio per questo, da molti, viene considerata il “cuore del marchio”. I Clienti che scelgono Classe E sono tra i fan più fedeli della Stella: 8 su 10 guidatori di Classe E Berlina si affidano a Mercedes-Benz anche per il loro prossimo acquisto.

Con la ricostruzione dopo la Seconda Guerra Mondiale, il tipo 170 V, introdotto originariamente nel 1936, viene inizialmente rimesso in produzione come veicolo per servizi di soccorso, polizia, uso commerciale e artigianato. Già nel 1947 arriva la berlina come prima autovettura Mercedes-Benz del dopoguerra.

Nel 1953 il tipo 180 (W 120) con carrozzeria autoportante e forma “Ponton” fissa nuovi parametri di riferimento sia tecnici che formali. Nel 1961 seguono le versioni a quattro cilindri della serie con “pinna aerodinamica posteriore” (W 110) – il primo modello dotato di carrozzeria di sicurezza e zone ad assorbimento. Sette anni dopo, la “Barra Otto” (Serie W 115/114) segna il grande passo successivo, ampliando al tempo stesso la gamma delle carrozzerie disponibili con l'introduzione del primo Coupé. Il suo successo viene superato ancora una volta dall'erede della Serie 123 introdotta a partire dal 1976. La vettura è disponibile anche nella versione station-wagon, con cui Mercedes-Benz crea un modello di riferimento tra le familiari per il lifestyle e il tempo libero. La Serie 124 prodotta dal 1984 al 1995, disponibile anche in versione cabriolet a quattro posti, viene denominata per la prima volta Classe E nel 1993.

Il frontale con quattro fari e le tecnologie innovative sono i tratti distintivi della Serie 210 introdotta nel 1995. All'inizio del 2002 viene lanciata sul mercato la Serie 211 di Classe E. Nel 2009 seguono le Serie 212 (Berlina e Station-wagon) e 207 (Cabriolet e Coupé), mentre a partire dal 2010 per la prima volta Classe E Berlina è disponibile anche in versione lunga (V 212), prodotta in Cina per il corrispondente mercato. Nel 2016 Mercedes-Benz lancia la Serie 213 di Classe E, e dal 2017 la station-wagon è disponibile per la prima volta anche in versione All-Terrain.

2019: Classe E registra un nuovo record di vendite nella regione Asia-Pacifico

Nel terzo anno di vendita complessivo della nuova generazione sono stati consegnati ai Clienti più di 351.000 esemplari di Classe E Berlina e Station-wagon. L'importanza della Cina come mercato principale per le berline Mercedes-Benz appare evidente dal caso di Classe E: la versione lunga di Classe E Berlina in questo Paese ha registrato un nuovo record e una crescita delle vendite a due cifre. Nel 2019, una su due Classe E Berlina vendute in tutto il mondo è stata consegnata in Cina come versione lunga. In Corea del Sud, Classe E Berlina ha raggiunto il volume di vendite più alto fino ad oggi nell'arco di un anno.

Moderna produzione digitale di Nuova Classe E

Classe E Berlina e Station-wagon vengono prodotte nella fabbrica Mercedes-Benz di Sindelfingen, uscendo dalla stessa catena di montaggio di Mercedes-Benz CLS e Mercedes-AMG GT Coupé a 4 porte, grazie ad un sistema produzione modulare flessibile. Nella produzione sono state introdotte moderne tecnologie digitali – dagli smartphone per la localizzazione dei veicoli sulla catena di montaggio, ai processi di lavorazione additivi per la fabbricazione di materiali di consumo, fino allo shop floor management digitale che consente di gestire diversi parametri tramite un unico sistema. Tra l'altro si utilizza anche il sistema Ubisense, che consente ai collaboratori di localizzare gli strumenti di avvitatura richiesti durante il processo di montaggio e di visualizzare le informazioni necessarie per un determinato veicolo. In questo modo vengono attivati solo gli strumenti effettivamente necessari per lavorare sul veicolo, supportando il collaboratore in maniera ottimale durante il processo di montaggio.

La fabbrica di Sindelfingen è il centro di competenza della Casa per le vetture del segmento superiore e premium, come pure il principale stabilimento di produzione dei modelli Classe S e Classe E. In questa sede lavorano complessivamente più di 35.000 dipendenti. Oltre ai modelli già menzionati, qui Mercedes-Benz produce anche Classe S Berlina, Coupé e Cabriolet, Mercedes-Maybach Classe S e la famiglia Mercedes-AMG GT. In futuro nella stessa sede verranno prodotti anche i veicoli elettrici con il nuovo marchio di prodotti e tecnologia EQ. A partire dal 2022, la fabbrica Mercedes-Benz di Sindelfingen avrà un bilancio di emissioni di CO2 totalmente neutrale. Nello stabilimento, attualmente, sta per nascere la Factory 56, una delle produzioni automobilistiche più moderne al mondo.

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb