Nissan presenta il nuovo Qashqai

Nissan rinforza la posizione di leader nel segmento dei crossover in Europa con la presentazione della terza generazione del nuovo Qashqai. Da...

Leggi tutto

Nonostante la pandemia di COVID-19, nel 2020 ŠKODA AUTO ha prodotto più di 750'000 veicoli nei suoi stabilimenti nella Repubblica Ceca

Nonostante la pandemia di COVID-19, nel 2020 ŠKODA AUTO ha prodotto più di 750'000 veicoli nei suoi stabilimenti nella Repubblica Ceca

Gli effetti della pandemia di COVID-19 si rispecchiano anche nelle cifre di produzione di ŠKODA AUTO presso gli stabilimenti cechi. Nonostante lo stop alla produzione di 39 giorni, dai siti di produzione di Mladá Boleslav e Kvasiny sono usciti più di 750'000 veicoli complessivamente. In testa alla classifica c'è la ŠKODA OCTAVIA con 187'000 unità prodotte. Alla fine di novembre, dall'innovativa linea di montaggio di Mladá Boleslav, dove ŠKODA AUTO produce principalmente l'OCTAVIA, è uscita la prima produzione di serie dello ŠKODA ENYAQ iV puramente elettrico a batteria. La casa automobilistica ha inoltre prodotto motori, assi, carrozzerie nonché cambi e batterie di trazione ad alta tensione. Anche lo scorso anno l'azienda ha continuato a realizzare numerosi progetti innovativi per la modernizzazione dei suoi processi di produzione. Con 18 757 immatricolazioni, ŠKODA occupa il quarto posto in classifica ed è riuscita ad accrescere la propria quota di mercato dello 0,2%. Accanto alla nuova OCTAVIA, l’autovettura preferita dagli svizzeri nonché la più acquistata, anche la KAROQ fa il suo ingresso nella top ten.

Il Dr. Michael Oeljeklaus, responsabile Produzione e Logistica ŠKODA AUTO, spiega: «A causa della pandemia di COVID-19 e della necessaria chiusura degli stabilimenti per 39 giorni al fine di tutelare nel miglior modo possibile la salute dei collaboratori, l'anno scorso abbiamo prodotto in un contesto estremamente difficile. Ciononostante, presso i nostri siti di produzione cechi siamo riusciti a fabbricare 753'013 veicoli – questo è il risultato di un eccellente lavoro di squadra. Inoltre, presso la casa madre a Mladá Boleslav è partita come previsto la produzione dello ŠKODA ENYAQ iV. Su questa linea di montaggio produciamo veicoli in base al sistema modulare di elettrificazione a elementi componibili (SME) e alla piattaforma modulare trasversale (MQB) utilizzati in parallelo, un progetto unico nell'intero gruppo Volkswagen.»

Presso lo stabilimento di Mladá Boleslav, ŠKODA AUTO ha prodotto 480'000 veicoli delle serie FABIA, SCALA, OCTAVIA, OCTAVIA iV, KAMIQ, KAROQ ed ENYAQ iV. Con 187'000 unità, l'OCTAVIA, prodotta presso la sede centrale dell'azienda, è rimasta il modello più costruito. Inoltre, qui lo scorso anno la casa automobilistica ha prodotto 411'000 motori, 383'000 cambi dei tipi MQ 200 e MQ 100, 76'000 batterie di trazione ad alta tensione e 1'511'000 di assi.
Nella produzione del nuovo ENYAQ iV, partita alla fine di novembre, l'azienda ha investito 32 milioni di euro. Sulla linea di montaggio, ogni giorno vengono prodotte con la massima flessibilità tra le 250 e le 350 unità del SUV puramente elettrico. In una nuova linea di lavorazione per il rivestimento al plasma ultrasottile del blocco cilindri del nuovo motore a tre cilindri EVO della serie EA211, ŠKODA AUTO ha investito circa 29 milioni di euro.

Da Kvasiny sono usciti 270'000 veicoli complessivamente. Oltre alla SUPERB, qui ŠKODA ha prodotto anche i modelli SUV KODIAQ e KAROQ nonché la SEAT Ateca. Anche presso questo stabilimento di produzione l'azienda ha portato avanti la modernizzazione dello stabilimento. Da luglio del 2020, qui ŠKODA AUTO si avvale di un robot che preleva le batterie di avviamento dai pallet e le colloca sulla linea di produzione just-in-sequence. È anche in grado di impilare pallet o imballaggi vuoti e se necessario disporre in magazzino nuovi pallet con batterie d'avviamento. Si muove con l'ausilio di una guida mobile. Inoltre, nello stabilimento di Kvasiny dal 2020 l'azienda sta testando un sistema per aumentare ulteriormente la sicurezza sul lavoro: i carrelli elevatori localizzano altri dispositivi di movimentazione o collaboratori e in caso di pericolo di collisione frenano automaticamente.

Nel suo stabilimento di componenti di Vrchlabí, nel 2020 ŠKODA AUTO ha prodotto 470'000 unità del cambio automatico a doppia frizione DQ200, che viene montato anche su modelli di altri marchi del gruppo Volkswagen. In questo sito ultramoderno, ŠKODA AUTO punta anche sempre di più sulle tecnologie dell'industria 4.0: per la ristrutturazione di una linea di produzione, la casa automobilistica ha utilizzato un «gemello digitale» per riprodurre in anticipo tutti i processi e gli scenari mediante la simulazione digitale, mentre la produzione presso il sito procedeva regolarmente. L’ordinazione di parti nuove per le linee di lavorazione CNC da luglio del 2020 viene effettuata in automatico, quindi dei robot le trasportano alle macchine CNC. Con la fine del 2020, lo stabilimento di Vrchlabí ha fissato nuovi standard anche nel campo della sostenibilità: è il primo stabilimento di componenti di ŠKODA AUTO a livello mondiale a produrre a emissioni zero.

Il programma per il futuro «NEXT LEVEL ŠKODA» dà le linee quadro per la strada da seguire nel nuovo decennio
Con il programma per il futuro «NEXT LEVEL ŠKODA» ŠKODA AUTO compie i passi successivi nel processo di trasformazione concentrandosi su tre priorità: ampliamento della gamma di modelli verso i segmenti iniziali, sviluppo di nuovi mercati per un'ulteriore crescita nel segmento dei volumi e progressi concreti a livello di sostenibilità e diversità.

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb