Zafira Life e Astra: due ghiotte novità targate Opel

Le monovolume belle, flessibili ed efficienti si chiamano Zafira. Quanto iniziato con la prima generazione nel 1999, trova, precisamente 20 anni dopo, la sua degna...

Leggi tutto

Il Gruppo Renault introduce l’idrogeno nella sua gamma di veicoli commerciali

Il Gruppo Renault introduce l’idrogeno nella sua gamma di veicoli commerciali

Protagonista da 120 anni del mercato dei veicoli commerciali, Renault è oggi la marca leader dei veicoli commerciali in Europa (escluso pick-up) con una quota di mercato del 16,7% nel 1° semestre 2019.

Il Gruppo Renault è anche pioniere e leader in Europa dei veicoli commerciali elettrici, con una quota di mercato del 41,5%, soprattutto grazie a Kangoo Z.E., il suo best-seller. Dopo aver lanciato il suo quarto veicolo commerciale elettrico - Master Z.E. - nel 2018, il Gruppo Renault intende elettrificare tutta la sua gamma di furgoni entro il 2022.

Fuori dall’Europa, Renault consolida la sua presenza in Cina con RBJAC (Renault Brilliance Jinbei Automotive Company), in Corea del Sud con il lancio di Renault Master e in America Latina dove Renault detiene una quota di mercato pari al 16,9% e ha lanciato un nuovo Kangoo.

Il Gruppo Renault, forte della sua esperienza e leadership e sempre all’ascolto del mercato, completa la sua offerta di veicoli commerciali con MASTER Z.E. Hydrogen e KANGOO

Z.E. Hydrogen.

I veicoli sono dotati di una pila a combustibile (fuel cell) e un potenziatore di autonomia in grado di fornire una potenza elettrica e termica di 10 kW, che consente di portare l’autonomia di MASTER Z.E. Hydrogen e KANGOO Z.E. Hydrogen a più di 350 km (rispetto a 120 km e 230 km WLTP per le versioni al 100% elettriche), ovvero la migliore autonomia registrata da furgonette e furgoni elettrici. Un altro vantaggio dell’idrogeno è il tempo di ricarica di soli 5– 10 minuti.

Renault propone l’idrogeno ai suoi clienti professionali come una soluzione complementare per un utilizzo ottimale dei veicoli commerciali elettrici, rimuovendo i freni legati all’autonomia. L’idrogeno permette di rispondere alle esigenze di utilizzo intensivo che non sono coperte dai veicoli elettrici, in particolare sulle lunghe distanze. La tecnologia a idrogeno del Gruppo Renault è stata sviluppata in partnership con Symbio, filiale del Gruppo Michelin.

Il Gruppo commercializzerà Renault KANGOO Z.E. Hydrogen a fine 2019 e Renault MASTER Z.E. Hydrogen a metà 2020.

 

L’idrogeno, perfettamente in linea con la strategia del Gruppo Renault

Come preannunciato nel Piano Strategico Drive The Future (2017-2022), la visione del Gruppo Renault consiste nell’offrire una mobilità sostenibile e accessibile al maggior numero di utenti, nel rispetto delle norme odierne e future. Grazie alla condivisione degli investimenti e delle tecnologie oggetto di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’Alleanza, il Gruppo Renault accompagna le evoluzioni del mercato con una ricca gamma di motopropulsori elettrici ed ibridi, motori termici, benzina e diesel di nuova generazione che offrono più piacere di guida, più potenza e le ultime tecnologie anti-inquinamento.

Pioniere dei veicoli elettrici accessibili, il Gruppo Renault intende continuare a svolgere il suo ruolo di precursore in Europa ed accedere a nuovi mercati, come la Cina, primo mercato dei veicoli elettrici nel mondo, con Renault City K-ZE. Il Gruppo Renault proporrà, entro il 2022, otto modelli al 100% elettrici. Nuova ZOE, in particolare, è ormai dotata del nuovissimo motore elettrico Renault R135 e di una nuova batteria che offre un’autonomia di 395 km WLTP.

Per democratizzare l’esperienza elettrica rendendola accessibile al maggior numero di utenti, ben dodici modelli saranno elettrificati entro il termine del piano previsto per il 2022. Sono state lanciate due tecnologie: full hybrid (E-TECH) e full hybrid ricaricabile (E- TECH Plug-in). Entro il 2020 saranno proposti tre modelli Renault ibridi: Nuova Clio (HEV), Nuovo Captur (PHEV) e Nuova Mégane (PHEV).

Se l’idrogeno a bordo dei veicoli non è ancora ampiamente accessibile e generato da fonti decarbonizzate, il suo sviluppo è complementare ai veicoli elettrici ed elettrificati per le flotte aziendali o gli utilizzi intensivi. In Europa sono disponibili 125 stazioni di idrogeno, in Francia sono state aperte 26 stazioni e altre 100 sono previste per il 2020. Le infrastrutture in cui l’idrogeno è sempre più decarbonizzato aumentano per accompagnare lo sviluppo di questa energia. Se si considera l’ingente investimento finanziario necessario (circa un milione di euro per stazione di ricarica), i Paesi moltiplicano le iniziative di accompagnamento e supporto economico, con piani che prendono in considerazione la mobilità, i flussi e i trasporti professionali, ma anche la decarbonizzazione dell’industria dell’idrogeno e lo stoccaggio, a termine, delle energie rinnovabili.

 

Dal 2014, Renault e Symbio procedono insieme sulla strada della mobilità

 

Il Gruppo Renault ha intrapreso le prime sperimentazioni nel 2014 nell’ambito della partnership con Symbio, filiale del Gruppo Michelin specializzata in fuel cell a idrogeno integrabili nei veicoli elettrici, ma anche in tutti gli altri mezzi di trasporto (autobus, treni, ecc.).

Già da allora, oltre 200 Kangoo Z.E. (provvisti di batteria da 22 kWh) sono stati dotati della soluzione di potenziamento dell’autonomia con fuel cell a idrogeno. KANGOO Z.E. Hydrogen è così il primissimo veicolo commerciale a idrogeno in Europa.

Nel frattempo, i partner dell’Alleanza hanno lavorato insieme sulla tecnologia “pila a combustibile”. La convergenza delle attività di Ricerca e Sviluppo ha reso possibile ottimizzare gli investimenti e puntare sulla complementarietà delle competenze.

I vari lavori effettuati hanno permesso di migliorare ampiamente la performance, ridurre i costi di questa tecnologia ed ottenere prove concrete e concludenti dell’utilizzo della soluzione a idrogeno nell’ambito delle flotte aziendali. Dopo aver annunciato risultati promettenti, il Gruppo Renault prosegue con il progetto di commercializzazione di KANGOO Z.E. Hydrogen nell’ambito del suo rinnovamento verso la metà del 2017. Kangoo Z.E. si dota allora di una nuova batteria da 33 kWh, di un nuovo motore, un nuovo caricabatteria con l’introduzione della pompa di calore per riscaldare e rinfrescare l’interno del veicolo, riducendo i consumi elettrici per questa funzione. Master Z.E. è dotato della stessa batteria e di un motopopropulsore adeguato alla massa del veicolo.

MASTER Z.E. Hydrogen e KANGOO Z.E. Hydrogen possono contare sull’esperienza acquisita e sulla complementarietà della nuova unità motore elettrico / batteria con l’evoluzione della fuel cell a idrogeno di Symbio.

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb