Maserati Levante, ora negli allestimenti GTS e Trofeo equipaggiati con un potente V8

La quintessenza del SUV con motore V: Maserati Levante GTS

Grazie al potente motore...

Leggi tutto

Rast vince a Brands Hatch e consolida la propria leadership nel DTM

Rast vince a Brands Hatch e consolida la propria leadership nel DTM

Un fine settimana quasi perfetto quello di René Rast, che a Brands Hatch ha potuto consolidare la propria leadership nel DTM. Il pilota dell'Audi Sport Team Rosberg, dopo avere centrato sabato un secondo posto alle spalle della BMW di Marco Wittmann, ha conquistato la sua quinta pole della stagione nella seconda sessione di qualifica di domenica mattina e si è poi imposto in Gara 2. Un successo con cui il tedesco ha nuovamente pareggiato i conti con lo stesso Wittmann (entrambi sono andati fino ad ora quattro volte a segno), estendendo a 37 le lunghezze il suo vantaggio nei confronti di Nico Müller, nella circostanza secondo al traguardo con i colori dell'Abt Sportsline davanti al compagno di squadra Robin Frijns. A completare il poker delle vetture della Casa di Ingolstadt è arrivato anche il quarto posto di Loïc Duval, in grande forma nell'arco dell'intero weekend e quinto al termine di Gara 1. Soltanto decimo questa volta Wittmann, adesso terzo in campionato, ma a 57 punti da Rast.

 

Duval da il "la" prima di ritornare dietro

Migliore "attore protagonista" al via di questa seconda gara è stato Duval, che scattando dalla prima fila all'accensione del semaforo verde si è subito involato al comando. Ma il transalpino dell'Audi Sport Team Phoenix in testa ci è rimasto solo per pochi metri, prima di dover cedere la posizione di testa a Rast, venendo in seguito sfilato anche da Frijns. Diversi sono stati gli avvicendamenti nelle posizioni retrostanti, con Pietro Fittipaldi (settimo nelle prove ufficiali) scivolato leggermente dietro, mentre Wittmann dalla sesta fila è immediatamente risalito ottavo.

 

Müller guida il plotone Audi nella volata finale

Dopo i pit-stop a ritrovarsi al comando è stato ancora Rast. Dietro di lui si è portato Müller, protagonista di una sosta difficile a causa di un inconveniente evidenziatosi sulla ruota posteriore destra. Ma lo svizzero è riuscito a riprendere il giusto ritmo e proprio nelle tornate conclusive si è fatto sempre più minaccioso. Rast ha risposto a tono e alla fine è rimasto davanti, anche se al traguardo il suo vantaggio si è tradotto in una manciata di decimi. Poco più indietro, attaccato ai due, ha concluso Frijns. Duval si è confermato quarto, mentre a Philipp Eng è andato il merito di avere tenuto alta la bandiera BMW grazie ad un quinto posto ottenuto davanti all'altra Audi di Mike Rockenfeller e alla M4 di Sheldon Van der Linde. L'ottavo e il nono posto di Daniel Juncadella e Jake Dennis hanno positivamente suggellato la tappa di casa per le Aston Martin della R-Motorsport.

 

Prossima fermata al Lausitzring

Adesso seguiranno due settimane di "stop". Quindi si tornerà in pista il 23, 24 e 25 agosto, sul tracciato del Lausitzring, sede del settimo e terzultimo round della stagione.

 

 

René Rast (Audi Sport Team Rosberg). "Sono straordinariamente felice, visto che ho esteso ulteriormente la mia leadership di campionato. Non vincevo inoltre da cinque gare e per questo sono ancora più soddisfatto del successo conquistato oggi".

 

Nico Müller (Audi Sport Team Abt Sportsline). "Di certo ero il più veloce. Peccato per il tempo perso durante il pit-stop. Provare a superare Rast era un grosso rischio. Alla fine sono contento del secondo posto".

 

Robin Frijns (Audi Sport Team Abt Sportsline): "Sono felice di questo podio: un'ottima conclusione per un fine settimana senza dubbio positivo. Ieri, nonostante qualche piccolo problema, avevo concluso quarto. Oggi è arrivato il terzo posto".

 

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb