Michelin e GM presentano il primo pneumatico senza aria

Michelin e General Motors hanno presentato a Movin’On, il summit per la mobilità sostenibile, una nuova generazione di pneumatici airless per auto, il prototipo...

Leggi tutto

DTM 2019 | Sul circuito del Norisring si rinnova la sfida del DTM

DTM 2019 | Sul circuito del Norisring si rinnova la sfida del DTM

Dopo una pausa di quasi 30 giorni che ha fatto seguito all’unica tappa tricolore di Misano, il DTM si appresta a riaccendere i motori. Saranno i 2,3 chilometri del velocissimo circuito del Norisring ad ospitare questo fine settimana (5, 6 e 7 luglio) il quarto dei nove appuntamenti del calendario. In appena due mesi, la serie riservata alle vetture di nuova generazione, spinte dai poderosi motori 2 litri turbo 4 cilindri da oltre 600 cv, affronterà quattro doppi round, incluse la trasferta olandese di Assen, a metà mese, e quella in terra d’oltremanica, sulla pista di Brands Hatch, poco prima di Ferragosto.

 

Rast comanda, Audi davanti a BMW

Quattro differenti vincitori nelle prime sei gare della stagione, sei piloti raccolti in meno di 50 lunghezze (ben sotto il massimo bottino di punti in palio per ciascun weekend), tre affermazioni a testa per BMW e Audi, con la Casa dei quattro anelli attualmente in testa nella classifica dei costruttori ed Aston Martin intenzionata a recitare al meglio il ruolo del terzo incomodo: il DTM 2019 è ancora pronto a riservare sorprese. A presentarsi sul “cittadino” di Norimberga nelle vesti di leader sarà il campione 2017 René Rast. Il pilota dell’Audi Sport Team Rosberg ha conquistato una vittoria a Hockenheim e poi concesso il “bis” a Zolder, centrando inoltre un secondo e un terzo posto a Misano, dove è partito per due volte in pole. Alle spalle del tedesco, distanziato di soli dieci punti, c’è Philipp Eng, portacolori del BMW Team RMR, primo a sua volta in Belgio, sicuramente tra i più costanti e veloci del lotto.

 

Müller è pronto a riprovarci

Un mese fa, a Misano, chi ha fatto molto bene è stato anche Nico Müller, in Gara 2 autore della sua prima affermazione stagionale con l’Audi Sport Team Abt Sportsline. L’ultima volta dello svizzero risaliva al 2016, quando era riuscito ad imporsi proprio sul circuito del Norisring. Tre anni dopo il 27enne pilota elvetico è intenzionato a riprovarci, con l’obiettivo di recuperare quel “gap” di 17 lunghezze che attualmente paga nei confronti dello stesso Rast, occupando il terzo posto in campionato. Dietro di lui ad un “niente” (solo otto punti in meno) c’è Marco Wittmann, in forza al BMW Team RMG, che si è imposto sulla pista di casa di Hockenheim, inaugurando di fatto il nuovo corso del DTM, facendo sua anche la prima delle due gare di Misano.

 

Rientra Green, le Aston Martin cercano riscatto

Assente nella tappa italiana a causa di un’appendicite, a fare il proprio rientro in campionato ci sarà Jamie Green. L’inglese ritroverà dunque il volante della RS 5 dell’Audi Sport Team Rosberg con cui ha già assaporato il podio a Zolder, giungendo terzo nella seconda gara del weekend. In cerca di un riscatto ci sono invece le Aston Martin, che hanno totalizzato fino ad ora un miglior sesto piazzamento proprio nella tappa belga con il giovane Jake Dennis.

 

Venerdì il primo “ciak”, con i due turni di prove libere in programma dalle 13 alle 13.45 e dalle 16.15 alle 16.45. Sabato il primo turno di qualifica di 20 minuti scatterà alle 10.25 e sarà utile a stabilire lo schieramento di Gara 1 che prenderà il via alle 13.33. Domenica la seconda sessione di qualifica è fissata per le 10.35, con Gara 2 che scatterà sempre alle 13.33. Qualifiche e gare verranno trasmesse in diretta su DAZN. A contorno del weekend la BMW M1 Procar Revival, che vedrà tornare in pista anche gli ex piloti di Formula 1 Hans-Joachim Stuck, Marc Surer e Jan Lammers. Nelle vesti di spettatore speciale ci sarà il Principe Alberto di Monaco.

 

Ferdinand von Habsburg (R-Motorsport/Aston Martin). “Conosco questa pista, avendoci già corso all’epoca della Formula 3, sebbene le vetture del DTM siano più veloci e potenti. In casa Aston Martin abbiamo fatto dei progressi e spero di potermi inserire nella lotta per le posizioni più avanzate”.

 

Nico Müller (Audi Team Abt Sportsline). “Quello del Norisring è un tracciato su cui non è difficile nel corso dello stesso weekend trovare delle condizioni completamente differenti. Non essendo un circuito permanente, la pista ha bisogno di un po’ di tempo per trasmettere il giusto “grip”. Sono sicuro che l’Audi potrà confermarsi ancora una volta vincente”.

 

Marco Wittmann (BMW Team RMG). “Ovviamente vincere nuovamente, sulla mia pista di casa, sarebbe la realizzazione di un sogno. La BMW ha un ottimo potenziale e lo abbiamo già dimostrato in questo inizio di stagione”.

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb