Maserati Levante, ora negli allestimenti GTS e Trofeo equipaggiati con un potente V8

La quintessenza del SUV con motore V: Maserati Levante GTS

Grazie al potente motore...

Leggi tutto

Al via i test di Toyota con veicoli a guida autonoma sulle strade pubbliche in Europa

Al via i test di Toyota con veicoli a guida autonoma sulle strade pubbliche in Europa

Toyota Motor Europe (TME) ha annunciato l’inizio della guida autonoma (AD) sulle strade pubbliche in Europa. Dopo aver superato con successo simulazioni e test su percorsi chiusi, TME inserisce ora i sistemi AD sviluppati in proprio in una situazione urbana reale e più precisamente nel trafficato centro di Bruxelles. Nei prossimi 13 mesi, una Lexus LS percor- rerà ripetutamente un itinerario fisso intorno alle istituzioni europee.

 

Gerard Killmann, vice presidente di Ricerca e Sviluppo di Toyota Motor Europe (TME) commenta: «Nell’ambito delle attività mondiali di Toyota, il dipartimento di Ricerca e Svi- luppo di TME a Bruxelles è il centro regionale di eccellenza per la visione artificiale, che consente ai computer di riconoscere e comprendere il loro ambiente. L’obiettivo finale di Toyota è raggiungere l’obiettivo di zero vittime della strada, mentre l’obiettivo di questo test pilota è studiare il complesso e imprevedibile comportamento umano nonché il suo influsso sulle competenze dei sistemi di guida autonoma. La reazione alla complessità e alla popolazione multietnica in un ambiente urbano come Bruxelles - capitale d’Europa in cui abitano persone provenienti da 184 nazioni - è essenziale per comprendere il compor- tamento umano. Dopo aver superato con successo le prove sulle strade pubbliche in Giap- pone e negli Stati Uniti, stiamo ora arricchendo le nostre esperienze con questa tecnologia nelle condizioni di traffico europeo.»

 

Christophe Vanoerbeek di Brussels Mobility spiega: «La regione di Bruxelles-Capitale e Bruxelles Mobility in particolare intendono rimanere all’avanguardia tecnologica per quel che concerne le auto a guida autonoma. Consideriamo il potenziale di questa tecnologia come una soluzione per la mobilità urbana, privilegiando inoltre la sicurezza. Questa con- sapevolezza si riflette nel nostro nuovo masterplan regionale di mobilità denominato Good Move e in una delle 50 attività destinate a realizzare la nostra visione: anticipare l’impiego di veicoli a guida autonoma. Il nostro ambizioso studio strategico sul passaggio ai veicoli autonomi determina i passi necessari per un solido quadro di riferimento e per lo sviluppo di tali veicoli. Penso che possiamo essere orgogliosi che la nostra città e la nostra regione servano da laboratorio per queste soluzioni di mobilità evolute. Noi sosteniamo chiaramente le innovazioni nel settore della mobilità e questo viene riconosciuto anche a livello internazionale.»

 

Sicurezza innanzitutto

La Lexus LS è un normale modello di serie e circolerà su normali strade pubbliche. L’unica differenza è costituita dall’unità di sensori sul tetto LIDAR, telecamere radar e un sistema di posizionamento estremamente preciso. A bordo dell’auto c’è un conducente di sicurez- za che può intervenire in qualsiasi momento e disattivare i sistemi AD, accompagnato da un tecnico che sorveglia l’intero sistema. Toyota porta sulle strade quest’automobile dopo mesi di preparativi quali ad esempio validazione del sistema AD, istruzione del conducente, analisi del percorso e trattative con le autorità per ottenere le necessarie autorizzazioni.

 

 

Questo progetto di ricerca rientra nella visione globale di Toyota volta a realizzare una mobilità sicura e sempre migliore per tutti. Toyota vede il rapporto tra conducente e vei- colo come un lavoro di squadra, un modo di concepire la mobilità denominato «Mobility Teammate Concept» . Con l’obiettivo di realizzare una mobilità più sicura e accessibile, Toyota lavora in parallelo su due modelli di veicoli autonomi: Guardian e Chauffeur. Accan- to allo sviluppo di queste nuove tecnologie, Toyota introduce sistematicamente i disposi- tivi di sicurezza accessibili anche nella normale gamma di modelli. Tutte le nuove automo- bili sono equipaggiate con sistemi di assistenza alla guida d’avanguardia, riuniti in Toyota Safety Sense e nel sistema di sicurezza Lexus+.

 

L3Pilot europeo

Il veicolo a guida autonoma viene inoltre utilizzato per raccogliere dati per il progetto eu- ropeo «L3Pilot», al quale Toyota partecipa in collaborazione con altri 34 partner, tra cui importanti costruttori automobilistici, aziende fornitrici, istituti di ricerca e autorità.

L3Pilot è un progetto europeo della durata di quattro anni lanciato nel 2017 e co- finanziato dalla Commissione europea. Il progetto apre la strada a test pratici di guida autonoma su vasta scala con ca. 1000 conducenti e 10 automobili in 10 paesi europei. In tale contesto, TME si concentrerà sullo studio del comportamento umano e sul funziona- mento sicuro dei sistemi in ambienti urbani complessi e divergenti.

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb