Michelin e GM presentano il primo pneumatico senza aria

Michelin e General Motors hanno presentato a Movin’On, il summit per la mobilità sostenibile, una nuova generazione di pneumatici airless per auto, il prototipo...

Leggi tutto

Gli obiettivi per la sostenibilità di Volvo Cars vengono riconosciuti ai Plastics Recycling Awards Europe

Gli obiettivi per la sostenibilità di Volvo Cars vengono riconosciuti ai Plastics Recycling Awards Europe

In occasione degli annuali Plastics Recycling Awards Europe, Volvo Cars ha visto riconosciuti i propri obiettivi di sostenibilità: la versione speciale del SUV ibrido plug-in XC60 T8 Twin Engine, realizzato utilizzando quantità elevate di plastica riciclata, ha infatti ricevuto un prestigioso premio.

L’auto si è aggiudicata il riconoscimento inaugurale nella categoria «Automotive, Electrical or Electronic Product of the Year» (Prodotto dell’anno nel settore elettrico, elettronico o dell’automotive), conferito durante una speciale cerimonia svoltasi oggi ad Amsterdam, nei Paesi Bassi.

Lo scorso anno, per dimostrare la fattibilità del suo obiettivo circa l’utilizzo di plastica riciclata, l’azienda ha presentato una versione speciale del SUV ibrido plug-in XC60 T8 Twin Engine, identico nell’aspetto al modello esistente, ma all’interno del quale diversi componenti in plastica sono stati sostituiti con parti equivalenti ma contenenti materiali riciclati.

Quest’auto è quindi il simbolo dell’ambizioso progetto di Volvo Cars di fare in modo che a partire dal 2025 almeno il 25% della plastica utilizzata all’interno di ogni nuova Volvo lanciata sul mercato sia ottenuto da materiale riciclato. Si tratta della più innovativa scelta che sia mai stata effettuata nel settore automobilistico premium in questo campo, che sottolinea inoltre l’impegno di Volvo Cars per ridurre il proprio impatto sull’ambiente e favorire un approccio più circolare nello sviluppo delle proprie vetture.

Ad esempio, all’interno di questa auto il tunnel centrale è realizzato con fibre rinnovabili e plastica ottenuta da reti da pesca e corde nautiche dismesse. Il rivestimento del pavimento contiene fibre ottenute dalla lavorazione delle bottiglie di plastica in PET e un mix di cotone riciclato prodotto con scarti dell’industria dell’abbigliamento. Anche per i sedili sono state utilizzate fibre di PET ricavate dalle bottiglie di plastica. Per creare il materiale fonoassorbente posizionato sotto il cofano sono stati invece impiegati sedili usati di vecchie Volvo.

«Se vogliamo realmente ridurre l’impatto globale del nostro settore, dobbiamo utilizzare e riutilizzare in modo più efficiente i materiali», afferma Martina Buchhauser, Senior Vice President Global Procurement. «Volvo Cars è decisa a dare il proprio contributo in questa fase di transizione e l’aumento dell’utilizzo di plastica riciclata nelle nostre auto rappresenta una scelta importante per raggiungere questo obiettivo.»

La versione demo della XC60 si inserisce inoltre nell’appello rivolto da Volvo Cars ai fornitori del settore automobilistico affinché collaborino maggiormente con i produttori di auto per sviluppare componenti di nuova generazione il più possibile sostenibili. Per poter realizzare questo obiettivo ci sarà sempre più bisogno di plastica riciclata e Volvo Cars ha già ricevuto numerose risposte positive dai suoi fornitori.

La missione centrale di Volvo Cars finalizzata a ridurre l’impatto ambientale dei suoi prodotti e delle sue attività operative è stata annunciata nel 2017, quando l’azienda ha dichiarato di voler elettrificare tutte le nuove Volvo lanciate sul mercato dopo il 2019, un impegno all’avanguardia nel settore automobilistico. Da allora Volvo Cars ha rafforzato questa strategia dichiarando che entro il 2025 punta a raggiungere il 50% di vetture completamente elettriche vendute rispetto al totale delle consegne globali.

Volvo Cars mira inoltre ad avere una produzione globale senza effetti sul clima entro il 2025. Nel 2018 lo stabilimento per la produzione di motori a Skövde, in Svezia, è diventato il primo, tra tutti quelli della rete produttiva mondiale dell’azienda, a garantire una produzione neutra per il clima. Lo scorso anno, inoltre, l’azienda ha annunciato l’installazione di pannelli solari presso lo stabilimento di Gand. Il mese scorso ha dichiarato anche di voler creare un nuovo reparto di verniciatura presso lo stabilimento produttivo di Torslanda, in Svezia, che, secondo le previsioni, permetterà di ridurre di almeno un terzo i consumi energetici e le emissioni.

Oltre ad affrontare il problema del consumo di energia e delle emissioni, Volvo Cars si impegna a ridurre l’utilizzo della plastica nelle sue attività. Per questo ha già avviato un processo per abolire la plastica monouso da tutti gli uffici, dalle mense e dagli eventi aziendali in tutto il mondo entro la fine del 2019. Tazze, contenitori alimentari e posate sono già stati sostituiti con alternative più sostenibili e biodegradabili realizzate con legno, carta e pasta di legno.

 

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb