Maserati Levante, ora negli allestimenti GTS e Trofeo equipaggiati con un potente V8

La quintessenza del SUV con motore V: Maserati Levante GTS

Grazie al potente motore...

Leggi tutto

A6 Avant e le sue qualità offroad compiono 20 anni: la nuova Audi A6 allroad quattro

A6 Avant e le sue qualità offroad compiono 20 anni: la nuova Audi A6 allroad quattro

A vent’anni dal debutto arriva sul mercato la quarta generazione dell’Audi A6 allroad quattro. Con trazione integrale di serie, sospensioni adattive e altezza libera dal suolo maggiorata, quest’auto è a proprio agio sia su onroad che offroad. I potenti motori V6 TDI sono perfettamente in grado di trainare rimorchi fino a 2,5 tonnellate. Grazie al suo aspetto originale e a pacchetti di equipaggiamento ancora più personalizzati rispetto alla versione precedente, l’A6 allroad quattro si rivolge a quei clienti che sanno apprezzare la sua combinazione di design imponente, eccezionale versatilità e comfort superiore.

 

L’Audi A6 allroad quattro: la grande tuttofare firmata Audi
L’A6 allroad quattro è giunta alla sua quarta generazione e festeggia il suo 20o anniversario: era il 1999 quando Audi lanciò per la prima volta questa versione particolarmente versatile del modello Avant. Una vettura a proprio agio sia su strada che sullo sterrato, caratterizzata da una trazione eccezionale. Dotato di trazione integrale di serie e adaptive air suspension con altezza libera dal suolo regolabile, questo modello è particolarmente adatto ad affrontare percorsi fuori strada, senza però rinunciare al dinamismo e al comfort su strada. L’aspetto originale e un ricco equipaggiamento ribadiscono le doti di versatilità dell’A6 allroad quattro.

Città, campagna, fiume: un assetto che combina caratteristiche onroad e offroad
La carrozzeria dell’A6 allroad quattro è fino a 45 millimetri più alta rispetto all’A6 Avant. Al livello normale l’altezza libera dal suolo è pari a 139 millimetri, a riprova delle qualità sullo sterrato di questo modello. L’A6 allroad quattro è perfetta anche per il traino, poiché è in grado di trainare rimorchi fino a 2,5 tonnellate.

Le sospensioni pneumatiche adaptive air suspension con regolazione degli ammortizzatori, sono di serie sull’Audi A6 allroad quattro e sono state adattate appositamente a questo modello per incrementarne le capacità offroad. Il sistema sopra citato modifica l’assetto della carrozzeria in base alla velocità e alla modalità impostata sul sistema Audi drive select. Nelle modalità auto e comfort, A6 allroad quattro mantiene la normale altezza libera dal suolo di 139 millimetri, che poi può essere modificata attivamente con una strategia di regolazione basata sulla velocità. Scegliendo il livello superiore a una velocità massima di 35 km/h, la carrozzeria viene sollevata di 45 millimetri, mentre se si supera tale velocità avviene un abbassamento automatico. Alle velocità autostradali pari o superiori a 120 km/h l’assetto si abbassa di 15 millimetri. Se l’A6 allroad quattro parte in modalità offroad, che può essere mantenuta fino a 80 km/h, la carrozzeria è più alta di 30 millimetri rispetto al livello normale. A velocità molto ridotte fino a 35 km/h, in modalità lift l’altezza libera dal suolo cresce di altri 15 millimetri, per un aumento totale di 45 millimetri rispetto al livello normale.

Oltre all’assetto appositamente adattato, l’A6 allroad quattro offre ulteriori funzionalità comfort grazie all’assistente di marcia in discesa e all’assistente di variazione d’assetto entrambi di serie, per affrontare senza problemi anche percorsi fuori strada. Sulle tratte leggermente sterrate, il conducente può visualizzare l’attuale angolo d’inclinazione longitudinale e trasversale sul monitor MMI, che avvisa in caso di pericolo di ribaltamento. Nelle pendenze ripide, l’assistente di marcia in discesa limita la velocità a un valore impostato dal conducente, purché compreso in un intervallo tra 2 a 30 km/h, e se necessario ripartisce la forza di frenata in maniera selettiva e individuale su tutte e quattro le ruote. Sui terreni scivolosi, una particolare funzione di frenata del sistema ABS crea un appiglio aggiuntivo che la ruota può sfruttare per uscire da una situazione impegnativa. La modalità offroad di Audi drive select attiva tutti i sistemi di guida dinamica necessari, fino al controllo della stabilità sullo sterrato.

Carattere indipendente: design caratteristico e aspetto specifico del modello
La nuova A6 allroad quattro è caratterizzata da un aspetto offroad ancora più caratteristico rispetto al modello precedente. Il design esterno abbinato alle soluzioni individuali e versatili degli interni sottolineano il carattere forte del nuovo modello.

Il fascino intenso della nuova A6 allroad quattro viene evidenziato dai componenti aggiuntivi speciali della carrozzeria. La parte frontale si distingue per l’ampia e ribassata calandra single frame con i suoi montanti verticali di alluminio. Il blade e la protezione sottoscocca risplendono grazie al look alluminio. I mancorrenti tetto montati su traversine e caratteristici dell’allestimento allroad, come pure i listelli dei finestrini, la protezione sottoscocca nonché la cornice del diffusore e quella tra le luci posteriori sono disponibili di colore nero o in look alluminio. Le modanature passaruota sono realizzate di serie in Grigio Scandio a contrasto. Su richiesta sono disponibili anche nel colore della carrozzeria o in nero lucido. I battitacco a contrasto sui lati della vettura sono impreziositi dalla scritta «allroad».

Due pacchetti opzionali rendono ancora più particolare il look di questo modello: il pacchetto alluminio per esterni e il pacchetto look nero con componenti aggiuntivi e modanature scuri. La gamma di colori disponibili per la nuova Audi A6 allroad quattro comprende undici tonalità, tra cui il nuovo Verde Gaviale caratteristico dei modelli allroad e ispirato alla tonalità del primo modello risalente al 1999.

Per gli interni sono disponibili tre tonalità: nero, beige madreperla e marrone okapi. Di serie i sedili sono rivestiti in tessuto nero e parzialmente in pelle, in alternativa è possibile scegliere tra tonalità di beige e marrone così come l’elegante pelle Valcona in versione perforata. Per sostituire gli inserti decorativi di serie in vernice fine grigio antracite sono disponibili due versioni in legno e una in alluminio.

Con le linee allroad gli interni sono ancora più eleganti. Questo allestimento comprende sedili sportivi con rivestimenti in combinazione di alcantara/pelle e due colori, ossia grigio petrolio e nero. Gli inserti decorativi e i pedali in alluminio abbinati alle strisce battitacco illuminate con proiezione del logo aggiungono un tocco di esclusività. Tra gli optional della linea allroad rientrano numerose altre varianti degli elementi decorativi interni: combinazioni cromatiche particolari, cuciture a contrasto e filettature, come pure inserti decorativi in legno di betulla e le caratteristiche strisce in alluminio con raffinati accenti di colore verde, in tinta con la verniciatura esterna.

Per le esigenze più elevate: motore, assetto ed equipaggiamento
Grazie a linee e dettagli d’equipaggiamento esclusivi, ai potenti motori a sei cilindri e a una messa a punto dell’assetto specifica del modello, l’A6 allroad quattro si rivolge al suo gruppo di i clienti che apprezzano la versatilità dell’allroad.

Una coppia alta per una forza di trazione elevata: Audi propone la nuova A6 allroad quattro con tre motori V6 TDI sui mercati europei. Tutti questi motori prendono la loro potenza a partire da una cilindrata di tre litri e presentano varie innovazioni rispetto al modello precedente.

Il 3.0 TDI è disponibile in tre livelli di potenza. Il primo sviluppa 170 kW (231 CV) e una coppia di 500 Nm con un regime compreso tra 1750 e 3250 giri/minuto, che si traducono in uno scatto da 0 a 100 in 6,7 secondi e 250 km/h di velocità massima. Nell’A6 allroad quattro 50 TDI il motore sviluppa 210 kW (286 CV) e una coppia di 620 Nm con un regime compreso tra 2250 e 3000 giri/minuto. Il motore più performante disponibile per la nuova A6 allroad è il 3.0 TDI da 257 kW (349 CV) di potenza e una coppia di 700 Nm con un regime compreso tra 2500 e 3100 giri/minuto. L’A6 allroad quattro 55 TDI accelera da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi.

I tre motori TDI sono abbinati a un sistema tiptronic a 8 rapporti. La trazione integrale permanente quattro, anch’essa di serie, viene perfettamente completata dalla regolazione selettiva a livello di ruote. Se si adotta uno stile di guida dinamico, frena al minimo le ruote interne alla curva non sollecitate prima che possano perdere aderenza. In questo modo la coppia motrice viene trasmessa alle ruote con la trazione maggiore. Se desiderato, il differenziale sportivo ripartisce a piacere le forze tra le ruote posteriori: si chiama Torque Vectoring attivo, ed è sinonimo di maggiore dinamismo e trazione.

I tre motori TDI portano con sé di serie la tecnologia ibrida leggera (MHEV = Mild Hybrid Electric Vehicle) di Audi che contribuisce a rendere la guida ancora più confortevole, riducendo al tempo stesso il consumo di carburante nell’impiego reale fino a 0,4 litri su 100 chilometri. Questa tecnologia si basa su una nuova rete principale di bordo a 48 volt.

Il generatore-starter azionato a cinghia, elemento principale della tecnologia MHEV, recupera fino a 8 kW di potenza in fase di decelerazione e immagazzina la corrente in una batteria agli ioni di litio separata da 10 Ah. La nuova Audi A6 allroad quattro può marciare in veleggiamento in ampi intervalli di velocità a motore disattivato e il funzionamento start-stop inizia già a 22 km/h.

L’assetto dell’A6 allroad quattro combina un carattere sportivo con un comfort eccezionale e una migliore capacità fuori strada. L’adaptive air suspension con regolazione degli ammortizzatori è solo una delle sue particolarità. Lo sterzo progressivo di serie è ancora più diretto all’aumento dell’angolo di sterzata. Il suo sistema di gestione elimina gli impulsi sgradevoli trasmessi dal volante, pur continuando a restituire un feedback trasparente della carreggiata. Lo sterzo integrale dinamico, disponibile come optional, unisce agilità e stabilità. Fino a 60 km/h le ruote posteriori sterzano fino a cinque gradi in senso contrario rispetto alle ruote anteriori, riducendo così il diametro di svolta e rendendo ancora più spontanea la risposta dello sterzo. A velocità più sostenute le ruote anteriori e posteriori sterzano fino a due gradi in senso contrario a tutto vantaggio della stabilità di marcia, sia in rettilineo che durante i cambi di corsia.

La piattaforma elettronica dell’assetto (EFP) gestisce non solo gli ammortizzatori e i cuscini pneumatici, ma anche lo sterzo integrale dinamico e il differenziale sportivo disponibile come optional. Il sistema Audi drive select consente al conducente di impostare le funzioni e i componenti controllati su sei modalità diverse: dynamic, automatic, comfort, efficiency, allroad e lift. L’Audi A6 allroad quattro di serie è montata su ruote da 18″ con pneumatici in formato 225/55. Le ruote in opzione più grandi, proposti dalla gamma Audi Sport presentano un diametro da 21″.

In alternativa ai sedili di serie, disponibili con sistema di riscaldamento e ventilazione, Audi offre anche sedili sportivi. L’equipaggiamento di alta gamma è costituito dai sedili con profilo personalizzato con regolazione elettrica multipla, che possono esse integrati anche con la funzione massaggiante. Gli equipaggiamenti opzionali migliorano ulteriormente il comfort: il pacchetto Air Quality profuma gli interni con fragranze delicate e comprende uno ionizzatore. Il tetto panoramico in vetro permette alla luce e all’aria fresca di entrare nell’abitacolo. Al buio, il pacchetto contorni / d’illuminazione ambiente dona agli interni un aspetto particolare.

La nuova Audi A6 allroad quattro è lunga 4,95 metri, larga 1,90 metri e alta 1,50 metri. Il passo di 2,93 metri è fondamentale ai fini di una spaziosità imponente, con una larghezza all’altezza dei gomiti particolarmente generosa nei posti sia anteriori che posteriori e un’eccezionale abitabilità riservata alle ginocchia sui sedili posteriori. Al pari dell’A6 Avant, anche questo modello offre un volume di 565 litri, che ribaltando i sedili posteriori può aumentare a 1680 litri. I sedili posteriori di serie sono ribaltabili in rapporto 40 : 20 : 40. L’equipaggiamento di serie comprende inoltre il portellone elettrico, la copertura del vano bagagli con apertura automatica. Un sistema di guide, un nastro di tenuta, una rete e due ganci per borse sono dotati di serie. I set di ancoraggio opzionale con barre telescopiche e cinghia consente di suddividere a piacere il vano bagagli. Il gancio di traino è dotato di uno sbloccaggio elettrico. A bordo la tranquillità regna sovrana, grazie alla carrozzeria resistente alla torsione e realizzata in una struttura ibrida in alluminio, come pure all’aeroacustica perfezionata.

Nativi digitali: infotainment, connettività e assistenza alla guida
La ricca offerta in ambito infotainment che caratterizza l’A6 allroad quattro è ispirata a quella delle sorelle A6 e A7. L’impianto di infotainment si controlla tramite il sistema di comando completamente digitale, composto da un ampio schermo rialzato da 10,1 pollici nella versione più grande. Dal display inferiore da 8,6 pollici il conducente gestisce climatizzazione, funzioni comfort e immissione di testo. Il comando mediante riconoscimento della voce naturale elabora tutti gli input sulla base sia delle informazioni memorizzate a bordo, sia della conoscenza ricavata dal cloud. Tra gli optional della nuova A6 allroad quattro figura anche l’Audi virtual cockpit, con display da 12,3 pollici controllato tramite i tasti multifunzione presenti sul volante. La centrale di infotainment d’alta gamma ottenibile come optional, il sistema di navigazione MMI plus con modulo LTE e hotspot wi-fi, completano il tutto. La navigazione apprende in base ai tragitti percorsi in precedenza, ed è in grado di proporre al conducente l’itinerario migliore. Il tragitto viene calcolato online sui server del fornitore di servizi HERE e, parallelamente, nel veicolo. Su richiesta, Audi fornisce un display head-up.

I servizi online di Audi connect si dividono in due pacchetti: navigazione e infotainment e chiamata di emergenza e assistenza. La myAudi App connette lo smartphone dell’utente al sistema MMI, mentre la chiave Audi connect consente il bloccaggio e lo sbloccaggio del veicolo nonché l’avvio del motore tramite uno smartphone Android via Near Field Communication (NFC). Il Bang & Olufsen Advanced Sound System, disponibile su richiesta, comprende 19 altoparlanti e un subwoofer, garantendo un suono 3D anche nell’area dei sedili posteriori. Fino a sette conducenti possono impostare circa 400 funzioni in un massimo di sette profili personalizzati. I sistemi di assistenza alla guida della nuova Audi A6 allroad quattro alzano ulteriormente l’asticella in fatto di comfort e sicurezza. Sono suddivisi in due pacchetti: il pacchetto assistenza Tour comprende, tra l’altro, l’assistente predittivo di efficienza, l’assistente di guida adattivo e l’assistente di emergenza. Nel pacchetto Città sono inclusi l’assistente agli incroci e l’avviso di uscita. Il dispositivo di controllo centrale dell’assistenza alla guida (zFAS) funge da fonte di informazioni per tutti questi sistemi, in quanto elabora costantemente una mappa dell’area circostante al veicolo.

Esclusiva per l’introduzione sul mercato: l’edizione speciale «20 years allroad»
In occasione dell’introduzione della nuova A6 allroad quattro, Audi propone l’edizione speciale «20 years allroad». Sia gli esterni che gli interni di questa edizione speciale sono assemblati in maniera personalizzata. Tre i colori tra cui scegliere: Verde Gaviale, Bianco Ghiaccio e Marrone Soho. Il pacchetto look nero comprende anelli Audi e involucri degli specchietti retrovisori esterni specifici. Le esclusive ruote da 19″ completano un look imponente. I sedili sportivi neri con rivestimento in pelle/alcantara, gli inserti decorativi in alluminio e i listelli sottoporta illuminati sottolineano il carattere forte degli interni.

CSS Valid | XHTML Valid | Copyright © autoestrada 2018 All rights reserved. - Note legali - Created 2012 aa-arts - Restyling 2013 laio Design - Restyling 2016 Laio Design - UPDATE 2018 AMWeb